USF Libraries
USF Digital Collections

Difesa della razza : scienza, documentazione, polemica, questionario

MISSING IMAGE

Material Information

Title:
Difesa della razza : scienza, documentazione, polemica, questionario
Physical Description:
Serial
Publisher:
Società anonima Istituto romano di arti grafiche di Tumminelli
Place of Publication:
Roma
Publication Date:
Frequency:
semimonthly
regular

Subjects

Subjects / Keywords:
Race relations -- Periodicals   ( lcsh )
Jews -- Periodicals -- Italy   ( lcsh )
Race relations -- Periodicals -- Italy   ( lcsh )
Genre:
periodical   ( marcgt )
serial   ( sobekcm )

Record Information

Source Institution:
University of South Florida Library
Holding Location:
University of South Florida
Rights Management:
All applicable rights reserved by the source institution and holding location.
Resource Identifier:
usfldc doi - D43-00109
usfldc handle - d43.109
System ID:
SFS0024306:00109


This item is only available as the following downloads:


Full Text
xml version 1.0 encoding UTF-8 standalone no
record xmlns http:www.loc.govMARC21slim
leader 00000nas 2200000Ka 4500
controlfield tag 008 121018u19381943it sr p p 0 b0ita
datafield ind1 8 ind2 024
subfield code a D43-00109
040
FHM
c FHM
049
FHM
0 245
Difesa della razza : scienza, documentazione, polemica, questionario.
n Vol. 6, no. 9 (March 1943)
260
[Roma :
b Societa anonima Istituto romano di arti grafiche di Tumminelli],
March 1943
650
Race relations
v Periodicals.
Jews
z Italy
Periodicals.
651
Italy
x Race relations
Periodicals.
1 773
t Difesa della razza : scienza, documentazione, polemica, questionario.
4 856
u http://digital.lib.usf.edu/?d43.109



PAGE 2

.----SOMMARIO PAOLO NULLO: LO SCANDAGLIO NELLA FOGNA MARIO T!RELLI: P IRA TI GIURISTI; UMANITA'; MOR. t..LITA'; VANiTA'; SCIENZA; DELINQUENTI DALLA NASCITA; DOCUMENTI D'INFAMIA; L'INDEGNO CLERO; IL CATTOLICESIMO VITUPERATO L'INGHILTERRA E LA NAZIONE PI IPOCRITA DEL MONDO IL CARNASCIALE, NAPOLETANO; l "LEALI PROTETTORI; IRLANDA MARTIRE; ATROCI TORTURE NELL'INDIA SVENTURA T A; GLI SCOTENNA l ORI; SCANDALI E PROSTITUZIONE; L'ESERCITO INGLESE 'E' IL PIU' SIFILITICO DEL MONDO; IL MA.RINAIO INGLESE; ARROGANZA; L INGLESE TIPO DESCRITTO DA DICKENS; LA CAPITALE DEl PAZZI; "CIVILTA. INGLESE IN AFRICA MOD.: GENETICA QUESTIONARIO MANOSCRITTI ANCHE SE NON PUBBLICATI NON SI RESTITUISCONO GLI UFFICI DELLA ''DIFESA DELLA RAZZA" SI TROVANO IN ROMA PIAZZA COLONNA (PORTICI DI VEIOl TELEFONO 63737 -62880 l il ''TEVERE" l'avamposto della stampa fascista LEGGERE / DIRETTO DA TELESIO INTERLA 1VDJ non significa soltanto essere informati ma anche e soprttutto gu,ida avere una

PAGE 3

ANNO VlNlJMEHO 9 ;i M:\ H Z O 1 9 1 3 \ X l Il. 5 E Il. :lO Hl ()(;SI L:\ :\U)IEIIO I.IICt: l ,\UUO,A.\11-:"TO A .'ilJ O I.IHt< :lU A IIICII :\A M t : 'l'Il "t:\ltSJ'IIAI.E .. 12 E S T E Jt O l l U O l' l O DirPttore: TELESTO JNTERLA l\])1 C o 111 i r a t u d i r c ti u z j o 11 t : prnf.-.lull. ( ; ( ;!DO LA!\IJHA prof. rlo rt. LIDI O CfPHL\:\ l

  • PAGE 4

    LO. SCANDAGLIO la storia della orruzione morale di un paes( d potrebbe essere pel; lo storico che vi si uccingsse lavoro I corrottiSSIDll costumi egli in di non scarsa utilit, specialmente quando l'indagine veniSS(' fatta senza polemica e condotta sulla pi severa documentazione. Il prof. Ferrero, di buona 1'utti gli stot'ici sono eoncordi nel ritenere che fn1 i memoria, ha per esempio speso il suo tempo a desc r i harbari con i quali vennero n contatto i proconsoli di vpre la decadenza dell'Impero. 1:omano prendendo pt>r !{orna, i pi barbari furono duhbio i Dritauui ahi suo precipuo argomento soltanto la corruzione degli tatori dell'isola cui seguirono, n ella sua i.nvusio1ic uomini e eicostumi; e, tranne che nel suo paese, gli e do] 449 d. Cr .. gli Angli e i Sassoni .. Senza dilungurci ne derivata una ce1ta nomea. Se la figura di n, Cc in troppe citazioni; HJ>riamone uno a -caso, il quale I>Csare epilettico. ambizioso, assetato di sangue, anco r a raltro cita a sua volta, e l eggiamo: dinanzi agli occhi di molti lettori di tutto il mondo ''Grande corpo dalla peli<' ehiurn. occhi turchini sel l'ertamente si deve alle pagine del summenzionato po vaggi e capl:'lli d'un biondo rossustro; stomnci voraci, i'tssore che si studiato di mettere in rilievo i d i l'etti e sempre affmnu ti, riscalda t i du liquori forti: giovnni i vizi di cQloro che hanno dato al m:ondo il pi grand e poco precoc i in nmorP: ut>ssun ritegno di bere .giorno e impero che mai gli uomini abbiano veduto. Ma appunt o notte Questi Snssuui e questi Angli sono d i carnt Jler questo troppo facile parlare di decadenza rl<'ll'I m ter'il violnto. E lJuesto lo cunsernrunno dopo pew romano, cio di un'organizzazione politiea soquindici secoli non ostante l e rigide regole di un codice ciale che per secoli e scoli ha raccolto intorno a si educativo; nato da questa stessa violenza, esso rimarrL fondendolt> civilmente l'una con l'altra tutte le popola-meno malleabile di quello di un celta o di llll latino. Al zioni civili. semibarbare e barbare con le quali venut o tempo delle invasioni dnno poe11 import11nza allu vita a emltatto. '" umana, (ggi, invece, glie ne dnno moltissima tanto c h e C' una grandezza, e forse potremmo quasi dire uua l'anno la guerra con .la pelle d<'gli ultri). Il loro piacere gloria anche nella corruzione dei romani, corruzione favorito la guerra; e questa la frase che adoperano .che ha il suo inizio quando di romano non era r i masto comunemente gli storici ]>er tutti gli altri barbari, ma. che il venerato nome della Citt Eterna tutto : istia proposito .degli Angli aggiungono: la loro storia a.<.; tuzioni, consuetudini, ambiente. storia, aveva prt>so n n somiglia a qulla dei corvi e dei nibbi (1). aspetto decisamente internazionale. A ben d i v PJ'S c con Quanto alla vita cosiddetta civile, troviamo una co elusioni dovrebbe viceversa giungere lo sc-ritto r e c h e muriit campagnola che va da dieci a trenta famiglie, Jlrendosse argomento di stori la 11 v11laggio, la cellula della vita anglo-saso -d1 ,quel r,egno CIOedi quell'impero che oggi tanto s one. Economicamente essa amministrata du una pi< volentieri, ma anche tanto sproporzionatamf'ute s i pacola assemblea che si riunisce sotto un albero o su di ragona al romano. nna collina . e nella quale si decide la ripartizione dei GIURISTI In un'opera recente, un Inglese cosi si esprimeva circa i giuristi inglesi: Sono una piaga universale, danneggiano tutti. tempestano tutii, rovinano tutti coloro che cadono nelle loro reti; sono il maggiore ostacolo ad ogni progresso; e agiscono sempre contro il pubblico [Ledru-Rollin De la dcadence de l' Angleterre, Paris, 1850, volumP. l, pag. 90]. UMANIT G. J. Renler, nel volume The English: are thev humanl (Lipsia 1931), racconta
    PAGE 5

    NELLA FOGNA storicamente documeniati campi, il numero delle bestie che ognuno avr diritto di mandare al pascolo comune, la retribuzione che, sempre in comune, sar data ai mandriani ai pastori. Quasi .sempre c' nel villaggio un nobile, capo in guerra che ha il diritto di esigere tributi in natura e in lavoro. Al disotto di lui c' l'uomo che nulla deve _al nobile per le sue terre, tranne il servizio di guerra e la ri1>arazionc d e ll e strade e dei ponti. Quanto alla giustizia essa si regolava non con le prove ma coi giuramenti. La corte non interrogava testimoni. Il valore del giuramento era }lroporzionale alla -superficie dei poderi di chi giurava. In mancanza di giuramenti si ricorreva al giudizio dell'acqua. L'accusato era gettato con le mani e i piedi legati in uno stagno e riconosciuto innocente se colava a picco poich l'acqua accettava di riceverlo. Spesso si praticava il giudizio del ferro rovente. L'accusato doveva portare il ferro a una determinata distanza dal proprio corpo capace di produrgli una bruciatura. La colpevolezza o l'innocenza erano dedotte dall'aspettc. della scottatura dopo un certo numero d i giorni. Sol tanto dopo la conquista normanna fu istituito il giudizio del duello (2). Societ brutafe, rozza, di usanze tanto primitin quali non si riscontran'o nemmeno nei pi antichi bar bari descritti dagli storici romani. Ricorderemo il grido di ammirazione che le usanze germaniche strappano a Tacito, i loro riti naturistici ma profondamente po<>t i c i, celebrati nel segreto delle ampie foreste evocatrici di numi per paragonar-li alle usanze di 1iucsto popolo NELLA CALDAIA veramente fuori da ogni possibilit di convivenza < 'Oli genti appena incivilite. Del resto la storia dei costumi inglesi, da {Jnesti lo11tan1 tempi a tempi decisamente storici, caratterizzata da continue rivolte e -sedizioni, da spergiuri e d assassinii di sovrani e di ministri. E quello che pi colpisce, il fatto che in quella che doveva essere la elasse miglio re, cio il clero, troviamo le impronte della Jli ampia corruzione. Kel medio evo il poeta Langland si lamenta di tu t ti i vescovi in ]Jurf i bus che formicolavarro allora in Inghilterra: che portano il nome di Ninive e di Babilonia, che 'on hanno mai visitato le loro diocesi. che si arricchiscono consacrando altari o ascoltando con fessioni Alcuni aUittavano il presbiterio ad un fattore e non dimoravano pi nella diocesi, altri erano dediti solo a cacciare lepri nel eampo del vicino, e basta una volta per tutte leggere in Chauceril ritratto del frate che va per i villaggi entrando in ogni casa, ? conoscenza di ogni massaia, chiedendo farina, formag gio, carne e annotando poi eon cura per le preghiere i ringraziamento il nome d ella benefattrice, pronto a eaneellarlo allegramente uscito dal villaggio. E i cosiddetti perdo1ianli'! Si vedlcvanv circolare n ellf' campagne inglesi a!t:uni pellegrini detti i perdona11lt. che venivano da Roma latori di una lettera sigillata c,o) marchio pontificio, lettera che dava loro il diritto di rimettere i peccati e di accordare indulgenze a chi acquistasse reliquie. C'haucer descrive uno di costoro -nell'atto di un serwne sul tema: radix ma forum cupidifas, la cupidigia la radice di tutti i mali. c che in seguito vende ai villani il diritto di baciare un pezzetto di vetro conttmente Un ossicino e dei frammenti di stoffa (3). VANIT f{ecentemente un giornale inglese d ha offerto un saggio vanit e dell'arroganza britannica. Si trattava di uu resoconto giudiziario. nel quale Yeniva cosi rlel'\('ritta la figura dell'assassiuo: -.A primu vista. si potrebbe scambian !assassino per uno straniero; tutta\-a l -;;uo volto sembra esprimere una notevolt iutelligenza .. > [Jean de In poulaine colosse aux pied:-0 .rargile Parigi. 11':99. pago. 27]. SCIENZA &-eo un saggio della storia naturali' dte viene insegnata agli inglesi, traltt dall'oJ>era tli Francis Buck)a.ml: Curio of Natura! History-(\'01. l!L pag. 196): < Dopo l'uomo. i l leone l'esempio pi glorioso dell'opera del l'reatore_ Stando eos Il' co...e. abbiamo moti""o d'esser fieri che il mondo intero ,. tutte le Naziqni del globo c<>nsiderino i l leone c<>me l'equivalente dt.>ll'l nglese ,. d, IJa Nazione inglese. Quando lo si trai-Disinfezione necessaria e completa del signor Chamberlaln e del suoi abiti. (Il diavolo regge un cartello su cui scriHo: Numerosi assassinii aventi per movente il furto). -tu convenieutement"l' e con rispetto. il :eone d 'indole cordiale e lumignll: t-ale i l'Inglese. Il leone am;t In lt>alt. Egli tl nvviso del suo nwlrontento ton una patolu ehe viene seguitu tl:t 1111 .tu le l'inglese (dis. di Tirel Bognet; 1899)

    PAGE 6

    Ma per avere un quadro completo ed edificante di quello che fosse la corruzione dei costumi inglesi nel periododella storia di questo paese, leggiamo nell'opera del nostro Bernardo Davanzati intitolata: Lo d'lnghi.lterra, la descrizione morale dei compo nenti la famiglia regnante, il cui rampollo allora al potere, Arr. igo. VIII, deve essere considerato, non di mentichiamolo, il fondatore della religione inglese. La famiglia del Re tutta era di pessima gente, giocatori, puttanieri, ruffiani, parassiti, spergiuri, be stemmiatori, ladri ed eretici e tra gli altri portava il vanto un cavaliere Francesco Briano, nato de' Boleni, a cui una volta il -re disse: chi si giacesse con la madre, eppoi con la figlia, che peccato farebbe'/ Rispose: il che mangimsi prima la galU : na eppoi la pol lastro.. Sganasciatone il_ re dalle risa,-disse: Ben tu mio vicario di n -inferno (gi era costui per lo suo mi scredere detto vicario dell'inferno del re) onde cos poscia ognuno il chiam (4). : E vediamo il carattere di quell'Anna Bo lena per il cui amore il re non esit a deporre la religione dei suoi padri costringendo il suo popolo a divenire da cattolico, anglicano. ((Il re, essendosi dunque tenuta prima la madre, eppoi la figlia detta Maria Bolena, anche a quest'altra, detta Anna, volt l'appetito. Costei ebbe grande persona, ca pelli neri, viso lungo, colore gialliccio, quasi di sparso fiele, un dente di sopra lungo; nella mano destra le spuntava il sesto dito; sotto il -mento alquanto gozzo che per coprirlo -essa e le sue damigelle che prima scollacciate n'andavano vestirono accollato; il resto del corpo proporzionato e bello; bocca graziosissima; nel cianciare, sonare, -danzare, ogni d fogge e gale mutare esempio e maraviglia era di tutta la r.orte; nell'animo piena d'ambizione, superbia, invidia e lussuria. Di quindici anni si lasci sverginare dal coppiere, e po scia del cappellano di Tommaso Boleno. Fu in Francia e in casa un nobile uomo con reale spesa tenuta, poi n'and in palazzo del re, e per le sue d isonest la chiamavano i francesi la Chinea inghilese, e poi la Mula quando divenne cosa del re di Francia, (5). Quando in Inghilterra e in Francia si seppe che il re aveva intenzione di questa donna fu coniato il celebre ni.otto che diceva: il re d'Inghilterra sposa la mula del re di Francia. La vita spirituale dell'Inghilterra al tempo di Crom well costituisce uno dei fenomeni pi sorprendenti della storia. Di racconti e poemi orientali vecchi d-i alcuni millenni tutto un popolo occidentale fece allora la sua sola lettura, la sua costituzione, la sua fede. Agli occhi di questo popolo la lettera di una legge doveva sempre ElSsere osservata, e poich la Bibbia era la legge di Dio, bisognava vivere alla lettera secondo la Bibbia. Poich gli Israeliti avevano massacrato gli Amaleciti, gli in glesi non a massacrare gli irlandesi. Poich gli ebrei avevano lapidato i colpevoli, si_ ud spesso gridare ai Comuni: lapidiamolo! Poich la Bibbia esaltava il popolo d'Israele sopra tutti gli altrj popoli, il popolo in si convinceva di essere il nuovo Israello. Un poeta come Milton pensava seriamente che Iddio, quando ave va un cqmpito difficile da sbrigare su 'questa terra, ri correva agl'inglesi. un sentimento che troveremo an che nel sec: XIX in Lord Curzon e in Cecil Rhodes, e nel sec. XX nella stolida ambizione della democrazia anglosassone di voler dare all'universo una norma di giustizia secondo la dottrina ebaaico-biblico-capitalistica. 6 E nel loro entusiasmo puritano gli si assoggettarono ad una vita gretta, meschina, odiosa, ipocrit.a. non sai se ancor pi riprovevole i quella condotta 1n periodi d'aperta sfrenatezza e Fu:rono ?roi; biti il teatro, le corse dei cavalh, 1 combatbment1 de1 galli. La domenica pattuglie di soldati percorrevano le vie per far chiudere-i caff. 'l'utti dovevano re quella giornata in famiglia leggendo la e cantando dei salmi. Nel 1644 il parlamento protb nel. di sabato di vendere, viaggiare, portare pacchi suonare campane, tenere aperti tiri al bersaglio, mer cati, spacci di bevande, danze, giuochi, sotto pena di una multa di cinque scellini per ogni persona al di sopra dei <1uattordici anni. Tale rigore di costumi potrebbe far pensare che al presagio di dover diventare nn popolo importante nella storia futura gl'inglesi reagiSBero con una grande ca stigatezza di usi e di modi di vita, ma in realt que sta ipocrita gretteria d'idee doveva ben presto sboccare nella licenza pi sfrenata -i consuetudini e di usanze. Nel secolo XVIII un viaggiatore svizzero, acuto osser ,atore di costumi inglesi, scrive: Il popolino non-ha bisogno, in Inghilterra, di una descrizione particolare. Quasi in ogni cosa sembra confondersi col resto della nazione. Esso ha press'a poco gli stessi piaceri dei no, bili, dei mercanti, del clero, lo stesse virt e gli stessi vizi (6). In questo secolo nascono alcuni dei pi cele bri circoli: il Ki-kat, il Beatsteack Club, l'October Clu..b, e per capire a che punto di infantilit e brutalit insie me siano scesi, basta leggere nelle pagine di Spectator la lettera IX di Addison che descrive questi famosi ri trovi. Nel formare lo spirito di conversazione, i caff e i circoli banno in Inghilterra l'importanza che in Fran cia ebbero i salotti, ma con un gm;to assai pi rozzo. i piaceri pi comuni degl'inglesi -continua il viag giatore svizzero succitato-sono il vino, le donne, i dadi, :Non cercano la finezza, almeno per quanto riguarda il vino e le donne che amano associare, ma senza raffinatezze; si direbbe che bevono proprio e soltanto per bere. Vogliono che le loro cortigiane bevano del pari, e si ac caniscono quando ne trovano qualcuna capace di tner loro tosta Uomini come Boll]ngbroke, Carteret, Wal pole sono grandi bevitori, da una due tre bottiglie, giaccb cos che vengono classificati gli uomini di Stato. Un ministro non prova alcuna vergogna a presentarsi' ubriaco davanti alla regina, uno squire ad ubriacarsi davanti alla propria figlia. Il popolo non fa che ubriacarsi ili gin. Con l'ubriachezza si diffonde la violenza, tanto pi pe ricolosa in quanto non esiste polizia. Nelle vie di Londra una banda di giovani scapestrati di buona famiglia: i Mohocks_, percuote i passanti. Verso il1725 nella capitale non si parla che di Jack Sheppard, uno svaligiatore po polare il quale non assaliva che i ricconi, li spogliava eon modi da gentleman eppoi ne spendeva il danaro ge nerosamente. Quando costui travers-per l'ultima volta le vie di Londra, nel passare dalla prigione di Newgate al patibolo fu accompagnato da una proce'ssione trion-fale. -Un altro grande vizio dell'epoca il giuoco. Si' giuo cava in tutti i clubs, come anche nelle riunioni per sole donne. In una sola notte una donna poteva perdere tutti i suoi gioielli e tutte le sue propriet. Chi qon giuocava. alle carte, speculava insegnando nuovi giuochi e trucchi. E il piacere del lucro era tale che gli scroceoni trovavano sempre nuove vittime. Finanzieri improvvisati croavano societ pm gli scopi pi assurdi. Uno di costoro chiese

    PAGE 7

    Trtlalali, tralalali, ecco gli Inglesi! Ohi Yesl Si salvi ch i pu! dlte ghinee a. testa. per chi volesse partecipare ad un'o p orazione finanziaria di cui avre bbe sve l ato il segreto solo dopo il versamento. In un solo giorno ricev duecento ghinee e con. quelle fugg. Nell'et contemporanea, la storia della dege n e r a zione dei costumi iuglesi nota, specialmente per le acute osservazioni che, in questi. ultimi anni, viaggiatori e corrispondenti hanno riassunto nei giornali e nelle riviste. Esasperazione mentalit. schia vista e sf ru ttatr'ice dei popoli facilit d e i divorzi, a ssimilazione di modi Intellettualistici che rinnegano ogni morale nella vita pubblica e in quella privata,.cinismo nei rapp_p,rti politici e diplomatici con altre nazioni, accomodamento a una vita facile, garantita dalle innumerevoli risorse di un. impero guadagnato a poco prezzo e mantenuto coi metodi pi brtali. )>er avere una esatta idea della' corruzione cui giunta l'Inghilterra sarebbe interessante potor -sfogliare gl'incartamenti e le istruttorie dei pro cessi svoltisi col da un cinquantem1io. Non sono rari i giudici inglesi che confessano di es8ersi trovati dinanzi u casi di criminalit di cui non assolutamente capace la natura umana.: E tutto mascherato, se non addirittura legalizzato, dall'egida della civilt-iibera lista e democratica, le grandi e ipocrjte parole dietro le quali una minoranza ebraica nasconde i suoi sogni di schiavit e tirannia deglialtri popoli. Gli stessi scrittori anglo-sassoni, prendendo le mosse dallo Swift, cui gi i sistemi corrotti e ipocriti del suo tempo avevano ispirato pagino taglientissime sui suoi onnazionali, hanno 'pi voltE.\ descritto, nei pi particolari aspetti, il disfacimento morale dell'Inghilterra. Di questo disfacimento, oggi, il Bolscevism:o in to fa. il suo miglior trampolino per la propaganda co munista., trovando facile adesione nelle classi operaie le quali, com' noto, sono sempre state abbandonate in Inghilterra alla pi completa s olitndin+ eco no m ic a Parlano oggi, i rampolli cospicui d e ll a clli ssP dir i g e nte, di progresso e benessere universale da raggiunge r e in u n mondo di domani paeificato, parlano di s cienza e tecnica m e sse a servizio d ella felicit tof'iu s mwuii essi, che dell'avvento indm;triale si_sono gi serviti per assoggetta. r e alla. fortuna di pochi, la fatica terribile di molti: fatic11 mal retribuita, mal compresa. perfino nel suo valore morale, per non dire adirittura pre te8a da una minoranza che ancora oggi possied e una m entalit tipica mente feudale. E basta ripensare una volta pe_ r tutte, a quella tremenda l ettera di Byron, piena. -i disprezzo e di pei suQi connazionali, che il Duce ha letto nel suo mmorabile discorso a.Ua Camera. In essa contenuto il P.i acuto e s ferzante giudiz, io che Uiio degli uomini pi spirituali e geniali d'Inghilterra. abbia mai dato del pro,prio paese. E vogliamo chiudere queste note con un paralltllo d'i carattere storico, rifere ndoci alla degenerazione dei co-stumi della. societ imperiale romana. colla quale ab biamo cominciato. Dietro quella decadenza di costumi e d'abitudini si profilava, purissimo, il Cr;stiane simo e cio la conquista nuova che la soci et fa ceva della propria coscienza morale; dietro la d egenerazione in glese c il Bolscevismo, e cio la rinuncia pi netta a quella coscienza sulle cui basi da venti secoli si fonda l'umanit d'occidente. PAOLO NULLO (l) Maurois : Storia d 'lnghilt.erra. Pag. (2) Stratford: I story of British Civilisation. London c Passim (31 Langl.cntd e Charer in Maurois. op .:Cit. p 218-219 e S efton Delm.er: Sommario storico della letturatul"a ingles.e. Pag. 22. (4) Storia dello Scisma Milano. Pa-gina 66. (5) Da1an:zati: Op. cit. pag. 66Si. (61 Maurois: Op. o it. 480.

    PAGE 8

    DELIN.QUENTI DALLA NASCITA _NUMERO DELLE PERSONE ARRESTATE DALLA DIVISIONE B. DELLA POLIZIA DI LONDRA DAL 1839 al 18't8 Dellnqueatl Delinquenti Tot&le del Anni Popolazltne al disotto al disopra del ZO anni del ZO anni 1839 83.917 1 079 2 .531 3 610 _:__ 1840 85. 370 1 140 3 334 4 474 1841 86. 823 1 .151 3 676 4 827 1842 88. 276 1 149 3 160 4 309 1843 89.729 1 .141 2 797 3 938 -1844 91 182 1 .115 2 830 3 945 -1845 92 635 1 105 2 727 3 832 1846 94.088 1 217 3 086 4 303 1847 95.541 1.060 2 759 3.819 1848 96. 944 873 2 134 3 007 A 1 2 8 g erJ1aio 1850, nella British-Union-SchoolRoom a Londrc:, ebbe luogo una singolare riunione. L 'autore d i un' inch: e st a che fu pubblicata sul Morning Chronicle convo c, uediante avvisi distribuiti r.-alle LodgingHous e s ( case o ve vive i l basso popolo londinese in una infame promiscuit) tutti i vagabondi, al disotto dei venti anniS e n e presentarono ISO. Il p ;-.1 g iovane aveva 6 armi; 7 ne avevano lO; 3 12; 3, 1 3 ; l J 1 4 ; 10, lS; Il, 16; 20, 17; 26, 18; 45, I9. D ic ianr,ove avevano i l padre e la madre vivi ; 39 non avev cmo ch e i l padre o la madre; 80 erano orfani. A lc uni erano mendicanti d i professione; 66 confessa rono d e s sere ladri abituali. Dodici stati in prigione una volta; c inque, due Propor z ione del delinquenti uno su 23 , 19 17 20 22 23 24 ,, 21 25 , 32 UNA VOLTA PER CIASCUNO La salullsta : L uomo non mai sicuro della sua vita. Ieri ero Ira le braccia di mio marito; oggi Si!I forse Ira le braccia del Signore ... Il marina i o : -E domani, siete liberai (di s. di d 'Ostoy c, 1912) volte; 3, 3 vol t e ; q .J volte ; 7. 5 volte; 8, 6 volt e ; 5 7 v o l te 4 8 volte; 2, 9 vol te (uno di questi non aveva c h e 13 anni); 5 IO volte; 5,12 volte; 2 ,13 volte ; 3, 1 4 volt e ; 2 1 6 volte; 3, 17 volte; 2, 1 8 volte ; S 20 v olte ; ,6, 24 volte; I. 2 5 volte; l 25 volte; l 29 volte. La proclamEizione degli imprigionament; subiti da ciacun ragazzo ,_niva accolt a da urr la cui vi o l e n z a au mentava quanto p i s i faceva alto i l numero d i incar c e razionl Quando fu annunciato che uno di ess' d i l 5 anni, era stato i n prigione 29 volte, gli applausi e i brav o durarono per par ecchi minuti e tutti si alzaron o m p iedi per contemplare quel person aggio rimarchevol e A l cuni segnavano s ul berretto i l Iiumero di volt e che era n o s tati in prigione (LedruRoll i n op. cit. I 356). CASI DI UBRIACHEZZA REGISTRATI DALLA P .OLIZIA METROPOLITANA DI LONDRA NEGLI ANNI 1831, 32, 33 N. degli Popolazione Numero dei casi di ubriachezza negli anni 1831. 32 e 33 Cue pubbllcbe e birrerie Nome delle sezioni uffldln di ogni ID ogni aeslon metropolitane ogni 1831 1832 1833 sezione settore CUI Uomini Donne Totale Uomini Donne Totale Uomini Doane Totale pubbl Totale Whitehall ...... .. 120 6.238 -406 230 636 384 243 627 371 228 599 32 5 37 Westminster ........ 168 53. 147 1 596 800 2 396 1 829 831 2 660: 1.864 1 193 3.057 186 58 244 St. James ......... 188 105 862 2 290 1 .127 3.417 2 119 1 055 3 174 2 2 08 1.256 3 .464 302 20 322 S. Marylebone ..... 166 122.206 1 375 727 2 102 1 300 650 1 950 1. 019 605 1 624 148 54 202 Holborn ......... 168 75 .241 1 785 1 079 2.864 1 .241 8 9 7 2.138 879 618 1 497 249 19 368 Covent-Garden ... ... 168 41 010 2 238 1 555 3 793 2 .165 1 617 3. 782 1 665 1 3!!8 3.053 309 23 Finsbury . . . . . 236 115 266 2.141 1 .423 3 564 2 192 1 .440 2 632 1 .91 6 1 .:no 3 186 368 100 Whitechapel o 191 119 .042 1 253 812 2.065 1 .631 1. 268 2 899 1 .1303 1 3.C98 359 102 461 Stepney ... ...... . 296 143 137 899 574 1 .473 1 387 732 2 .119 1 125 762 1 887 437 131 568 Lambeth .......... 191 101.561 1 732 1 .271 3.003 1 .581 1. 2 34 2 1 944 2 235 183 70 153 Southwark ......... 289 107.537 1 .655 1 050 2 705 1 470 98 2 2.452 1 284 8 4 3 2 127 321 66 387 lslington ......... 269 140 407 850 373 1 .223 1 165 573 1 738 826 409 1 235 267 144 311 Camberwell ....... 243 77 825 256 87 343 201 7 5 276 203 80 283 138 96 234 Greenwich .......... 212 58. 778 363 137 500 513 240 753 4 1 8 210 628 283 51 334 Hampsteed ... . ... 223 112 .136 573 301 87 4 613 326 9 39 6 9 7 319 1 016 138 74 212 Kensington ........ 184 70 296 124 24 148 3 03 109 412 lf 1 3 7 601 220 93 313 Wandsworth . . .. 186 62. 039 212 35 247 2 1 0 !iO 27 0 2 3 5 55 290 133 76 209 TOTALI ....... 3 398 1 .511. 728 19.748 11 605 31 .353 20 3 04 1 2 3 3 2 3 2 63 8 18 1 1 612 29 880 4 073 1 .182 5 255 s

    PAGE 9

    S. M. Edoardo VII (busto commemorativo del l'Incoronazione). Sottoscrizione dell'Irlanda rovinata, de1 Transvaal decimato e dell'India affam11ta (scultur11 di Guglielmo Lapiagne) C iiJ c h e segue stato scrit to a prOpOf;ito dPI Pnt>sc eli Churchill, dallo serittore popolarissimo cht> firma Il gentleman d ella piu ma (vedi Thc glass of fa shion pag. 145 147) : P e r rendersi conto d olle eondizioni in c ui versa l'in fanziu delle grandi eitt inglesi, ltisogrut ri flotterc alla necessi t d i stabili re rll:'i r cgol11menti p e r i lmm hini al disotto d ei 16 anni e p e r Quel li al disotto di'i 14. Dove sono l e madri di quosti fanciullif Quali erano le condizioni della loro vita familia re T }4::;' sragionevolc i n for-marsi ci rea la patte femminile della popolazioni' di'l Paesef Avventurarsi alla rieerca qelle condizioni economiche del popolo T Pna scrittrice di romanzi, miss Clcmence Dune ha trattato ultimamente il della erudelt contro i fanciulli: l'orribile crurlelt che in n e lle nostre ci ttit c ctw, p N ragioni sconosci n te oos sca r r epressu dalla giustizia. El la 1mrln delln pi vile di tutte le ('rudelt In violenza carnale t eme tro i humbini. Ella c it.a la seguente lista, tratta. a easo-dai giornali, dw dimostra come sono puuiti gli uomini eolrwvoli di nvl:'re innominabili violenze contro dei ba m bini. Ometto i particoln ri eh l' non si possono pubblicarE': 1) Tentativo di violenzn contro UJI bimbo di qunttro anni (il colvevole DOCUMENTI D'l N FA M l A rilasciato dietro d'una cauzion e, p e r buona conuotta p r('ceden te). 2) Tentativo di violenza contro un imiJo di 7 anni (6 mesi di prigione ). 3) T entativo di violenza contro un himbo di 7 anni (due sterline di aru menda). -t) Violenza c contagio ad un bim bo di 7 anni (un anno di Jlrigione). 5) Viol enza e contagio ad un bim bo di 7 anni (rilasciato mediante eauzione). G) T entativo di violenza contro tre pi ccoli bimbi (cinque sterline di am llu 'nda). 7) T entativo di viol enza contro uu fanciullo di 12 anni (sei condanne precedenti per lo stesso delitto, 3 me si di prigione) ), Winston Chur chill membro d e l Oabinctto ingll:'s e; si puJ supporre c h e abbia letto il rapporto del tato dipartimentale che riferisce la dl'serizimw dei tl:'ntativi di violenza contro bambini -rapporto presen tato al Pnrlamento per ordine di Sua .\t a e ; tit Esso porta In data del 2 dicembre 1925. firmato da tre r elatrici, tutt2 lnG_lesi, e da una segretatia. Il C{)mitato era stato riunito dappri ma dal Governo liberale, il 28 giugno 1924, e confermato dal Governo consc ,rva,tore nel febbraio 19'25. con l a nomina di un nuovo Presidente (il vecchio era morto nell'intervallo). Si tratta di casi conosciuti dalla polizia E' giudicati dai Tribunali.Ec tli <'ontro ha m-h i n e 1129 1515 -\tteutati contro hnmh i n e infl'riori n i ]:J anni 137 i4 hwe>evolezza dell' a ceusato, sia co stretta ad assolverlo. Abbiamo potuto osservare molti di questi casi e siamo testimoni della ripugnauza della Corte a rinviare il giudizio. quando, dopo aver ricevuto con circospezione una testimoniauw senza giurrunl:'nto, (> convinta che il hambino ha detto la verit. Come esem pio, ecco il easo di un uomo che stato citato sei volte dinanzi alla. 9

    PAGE 10

    Mylord con il dito in bocca giu<;tiz{a; per aver co mnwsso atti di violenza contro bambini. 27 marzo 1921: contro una bimba di ;; anni scarcerato senza am ruend e; -27 marzo 1923: contro una bimba di l anni assolto. 27 giugno 1923: contro una bimba di .i} anni -scarcerato-senza am mende; 19 novemb\e 1923: contro una bim ba di 3 anni assolto. 24 giugno 1924: contro un bimbo di 4 anni -un anno di lavori forzati. Per-quel che concerne le violenze fatte a fanciulle dai 13 ai 16 anni, il Comitato sembra ritenere c h e il nu m ero reale degli attentati sorpassi largamente quello dei casi discussi in Tribunale. In questa categoria -11rosegu e il rapporto bisogna comprendere i casi in cui l a ragazza e l'uomo sono d'nccordo per tacere H fatto, e la vio-lenza non liventa nota se la vittima non rimane incinta. Molte di queste disgraziate vengono accolte negli ospir.i o nelle case di maternit; e nel la maggior parte dei casi la giusti zia non viene informata. Il Ministro dell'Igiene ha fatto fare un'inchiesta in-72 <>. Una Inglese all'ultima moda

    PAGE 11

    IL CATTOLICESIMO VITUPERATO Per gli inglesi i l termine <llin:op. ei1., I, 61) i

    PAGE 12

    "Ouando l'Inghilterra e il popolo inglese cusano qualcuno di un delitto che essi stessi commisero, bi sogna suonare le campane d'allarme. So-prattutto quando parlano di moralit, vuoi dire che c' qualche annessione in vista" Wnu Yorlr Smr del 19 1903) GLI INGLESI IN EGITTO Aohr Mister Kediv, vi lamentate? E dire che lo vi ho lasciato la camicia... Siete davvero un lngratom (da" Le " 1894)"" l'l

    PAGE 13

    "N . on st possono co-noscere la ricchezza e la povert; il lusso e la miseria, 11 furto e la prostituzione, se non si visitata l' In ghilterra ... Londra pu definirsi la citt dai cinquantamila ladri" (GGDami nel l 8.49> COLONIZZAZIONE BRITANNI CA -Si, amico mio. La legge proibisce di mangiare il nostro prossimo . quando Si trat ta di un suddito inglese Il (dis. di Henry Somm, 1899) 13

    PAGE 14

    Il Colletta, nella Storia del Reame di Kapoti . cosi descrive la triste fine di Fran cesco Caracciolo: Preso per tradimento di un servo da re moto asilo, fu chiesto dA Hefson al RuHo, e credevui per salvare un prode tante volle compagno ai pericoli della guerra e del mare; si che, rammentando Il rancore che le arti mArinaresche del Caracciolo avevano talvolta concitalo nell'altro, si laudava la magnanimiti del vincitore.. Ma questi volle in mano il rivale per sazlarsene di vendetta. E quindi al giorno stesso, e sul proprio va scello, adun corte marzl
    PAGE 15

    IRLANDA MARTIRE Quando gli Inglesi Un decreto dl Governo imJlese per la guerra contro gli Irlandesi, nel 1641, cos suonava: Ordine di attaccare. uccidere, massacrcire, annientare tutti i ribelli, i loro ade renti e i loro complici; di bruciare, distruggere, devastare, saccheggiare, consumare, annientare tutte le localit, cit t, case, ove i ribelli sono stati soccorsi c assistiti, tutte le messi che si trovano; di annientare tutti gli individui maschi in grado di portare le armi, che verranno trovati negli stessi luoghi (LedruRollin, op. cit. I, 106). scotennare l d'America loro parenti A proposito delle distruzioni operate dagli Inglesi in Irlanda al tempo di El;sabetta, un autore contemporaneo scriveva: Non c' pi grano nei campi, non c' pi be stiame nei pascoli, non pi uccelli nell'aria, non pi pesci nei fiumi; da un capo all'altro della provincia, a malo pena ci s 'imbatte in un uomo, in una donna, in un bimbo. Questa Terra era cos desolata-esclama Spenserche si vedevano i suoi infelic i abitatori dalle foreste e dal profondo delle valli per cercare qualche nu: trimento, trascinandosi con le braccia, perch le gambe non li ,reggevano pi. Avevano lo sguardo della morte e la voce degli spettri. Divoravano le carcasse degli animali lungo le strade, felici quando ne. trovavano, giacc:h erano spesso ridotti a disseppellire i cadaveri per nu trirsene (Ledru-Rollin op. cit. l, 102). -l t r o e l t o r tu re n e Il' l n d i a s ,. e n tu r a t a Un grosso .'icandalo /11 prow>eato in Inghilterra, durante il Governo rh Pitt, dall'accusa lanciata ai Co llllllli contro JVarr e u Hastin.gs, che fu il pri:mo uff-iciale -generale pubIJ/icament,e investi-to del .Gol ertlO deU'/ndi.a. Ecco quel che disse Bur-1.-e contro 1111-0 dei subalt.erni di Ha stings: Quei i.ndiaui che era no so.
    PAGE 16

    Seandali e prostituzione l gro:o;.-;i scando {iiHmziari sono aU.'ortline d e l yior-110 in lnghiltena. Si ricordo ([uello della Liherator So ci ety, che rovin : nle r e di JYiccoli risparmiatori, e eondu.si:i e iu corte d 'assisi molti d e i direttori d ella soeiet. E n ello scandalo d ella Sonth Americau and \'l e xiean C ompllly, si ride 11n ford, ford S11del.e,1}. uno d e i rlireffori. riew c e r e w1 inte r esse d i 1:!5 mido franchi pl:'r n r e r procurato .)00 IJI.ila franc h i all-a Compa{J!I'a. Latl'rP n ce ric:etefte la i:il e ss a so111ma p e r r11:e r lutto e n trare in cass a 87:1 111:1-a frwtchi Un altro, 11n c erto Ga[ ,inrlf'z offre 1111a garunzi(l di qllaflro 111ilioni, in comp enso d ella qtiale riceve :WO 111-ila franc hi, 7)i1 twa COlli" missio11e di (j0 111ilo fronehi; m entre 1111 c erto Menu/el ricete 2 50 milo /rall('hi, per ace r procurato ana Com }IOgn ia. sotluscrizioui UIIIJnOitfrwti a 87:1 mila franchi. R e c ente m ente iu o ccasione d ella f esta elle ha l11ogo og11i GilliO in inghilterra per La nomi11 rl e l Lurd-Moire (il .i 110'rembre 18. 98 ) tin uo111o t.l'ono r e e u n giudice b e n JIOfo, Toni Russe/l d e KN.l oue11, ho letare la cuce l 'UIIfru un ordine di cose c he, do molti al/Il i la dcll'ln!Jhilterm l'Eldorado d e gt. organizzatori di C untJHI!Jitic fraudolente. Egli ha d etto c h e ques t e Compagnie s o n o 11110 scandalo d e l secolo e 1111a rnacehia illcaltcellabi { e sul Parlarnento inglese,_ che JWII ha mai fallo il minimo sforz o p e r p orre Ull t ermine a d e U e /rodi ; cui sco-po e ridente di far la lorftuw di qtwlche spostato alle spes e d e l pubblico. Lord Russell ha acc u sato il Parlamento rli non co/. ersi occu r;are di questi jatti per c h m olti, d e i direttori di tali Compagnie sono me111bri d ella Camera rlc' i c, di quella d e i Comuni, oppure ufficiali supe riori dell'e s-r cito, d e i quali si ottie n e l'appoggio m edian te faule prebewle (.Jean d e la Poulaine op. cit. p. 77 7k) S e coloro ehe r e nyo11o in lnyhilterrrt nole s.wru aprirl' yli occhi. s e rolesse r'o l'lllllf'l/lfJ[are s emplice m ente quel l'IH' accade all'aria apl'rla. r edre!Jiwro cosc' che i:ii '1'1' duno soltanto in lnghiltl'rru l i11 lll'SS/111 altro Paese Al r ade r e d ella 11olf e ri'dre!J!Je r o sulle slmde c 11e i campi d ella pl(di('a e rirluosa _A[[,ioJw ddh' dozzinc di coppir.> e J w r1111110 a dirf'rlirsi. lA l'l?drd;lwro slw('illcch : arsi in piena strada. :-;,. ci soJIO d el/l' JIUJIC'hin e come n e i pai'C'hi di Londra. r edrebbero talora co p pie s eduti! sulla fllllll'hiua l illfl'nle alli' uwdesi-11/C o ecupazir111i. ()H cs ll' crJJ IJI."c si pre rx :ctt JIIIIIO di'Ila y e11fe eh-e prtssa co11w s e si lrol' rtssi 'I'O nf'll'inle r no di c ma cas a. Srwno C'lw "' fll!lliiltl'rra si r } (l'V-vezzi a certi : p ettacoli e si /inisl'l' J WI' no11 /llrt' i l 'ltso ... ()1111/tdo. llll J.o o r s o no, a[Jiftii' O ci 111111 rtll i/1(/il'illll eli l eylw da L o w dra. nd K cul. l e en1110 11/H'CJr J liil r l r r;oyuose. A rl'ro affilialo 1111 r ecchio JlrHiif!lin ll e da (:(/('( 'ili in 71i 1'1111 ( 'UIIIJJa { JIW e p e r r ecnr111i ullu liflri. disfallff' d11e c:h ; i(}metr ; lrace r s avo 1111 graz i o s o JHII'( O fJIIIJ/;lico .\'ou IIJI" J!l-illa la nulle catara snlla rr llllfm(JII/1, lf/11' / parc o dirl'/1-/acu 1111 lupa11are e /i fJJ'illl' orrii,l l r 1 la/. s e!J111J c h e la !Jenfe rispe ffa/J,"/. e 1/ UI/ r i JUISSII/'(1 ... /,' IJiSOfjnll 1/0f/11'1' r:h e fra f[llelle schie r e di I H' s l i e UIIWIIL' si lrorWHJ /)re d e i bambini ... 011anl1111:' l e t i e di 1-o//(lra. 0 11ardaf1 l o Strrwd n e l pumeriuflio d o p o l e tre ; yuardate Ha!J.Harkee t R e g enl Streel eri nltrP. strade; c dite m i se coIHJ.w:ele lln'allra capi-tale i n R11rO'p a in cui h1 prostilw z i u n e sia sfroululu com e n e ll a l 'apitnle d ella r."rf11os o l p11rt i c a I n gh ilterra! (.Jean c]p la P o 11lain e OJI. cii., p ( i;)-\i li ) NATALE AL TRANSVAAL. CIO CHE E' STATO LETTO SUl MURI DI VENTERSBURG AVVISO: La citt di Ventersburg sto.ta saccheggiata e data in parte alle fiamme. Le fattorie del dintorni sono state distrutte a causa degli aHacchl frequenti fatti nelle vicinanze della strada ferrata; le donne e l bambini boeri chiedere alimenti al comandanti boeri che li nutriranno se non vogliono lasclarli morire di fame, Nessun ap;:)rovvigio namento sar Inviato per ferrovia alla citt Bruce Hamll tor., maggior generale, 1 novembre 1900. (dis. di Gntndjouan, 1900) 16

    PAGE 17

    L'ESERCITO INGLES ' E IL PIU SIFILITICO DEL IL MARINAIO INGLESE Slr Arthur Forwoocl, mebro del Parlillftento inglese, in rispost11 11d un11 mlssiYII In cui si chiedeYil il suo p rere circ11 il problema devii equlpiig gl dell11 ,,,hrlnil merc11ntile Inglese, scrisse Il U gl119f10 1191 111 se guente lettera: C11ro signore, ho rlceYuto 111 YO slr11 leHer11 dell'ff e penso che si11 poco soddlslacente const11111re che gli 11rmalofl Inglesi lmbiirCilno sul loro Yilscelll uomini eli t11n!e -nuioniilit*.Secondo 111 mia espe:rlen111 personale del m11rlnalo Inglese, In generale, non mi sorprende l preferenza degli armtorl per l mrlnai stranieri. Ubrl chen11, Insubordinazione, negllgenz nel mantenere gli Impegni, tli sono l caraHerlstiche del mrlnaio Inglese, in troppi del nostri porli . Oggi -scrive W A. Coote, dell'Associazione per la vigilanza nazi o nale -Londra una cattedrale in confronto. di quel che e.ra quarant'ann: fa. Malgrado ci, non vi proprio nulla di edificante nella vita londinese attuale. Le don,ne leggere si moltiplicano -scriveva F!exner nel 1914 in tutte le strade che conducono alla p:
    PAGE 18

    Edgar J. K aies, giudeo originario dell Nuova Zelanda, milita nella R.A.F. ARROGANZA INGLESE X cl .: Giornale di .cnnYersazione cm1 Ioni .Byron . pnhhlicato dalla cimte;,sa di si trova il passo seguenti': Il disdegno d egli Inglesi fl\!1" gli altri no lllini continu Jnrd Byton -l' l'ahitudiuc che essi" lwuno di .cousitlerurli come dei Yt'ri impi:u;tri. : <"intpone l!gli strllnieri c alle JIPl"bOUe poco intelligenti. ehe immaginano. che questo sia i! risul tato della rnft'inateiza del loro gusto l' i illcontesta h il c \liritto a rtncl titolo. La ,erit che gli Inglesi sono invidiosi. In fondo, hanno J:o coscienza della loro pesantezza Ji spirito. Sono loquaci senza yi\acit, or!<:Oid i o s i seza dignit e senza sincerit; e non perdonano mai coloro che h:ntuo fatto rtnesta scopert:., o colot'o che al t r11ggo!lo l'u ttenzio11e pnhhl i ca. Quarlcrly l!tniew t n. 49, pagi: 11a 1121 si legge : :'\-leHtr e colvro e .he possie clo!lo i pi supcrhi edific i so11o incapaci tli coutprelldente le ht llezze e di apptezznrllc il ,nlo1e uni, Juglf"si. li uhhicuno J'e-si uustri "I'UJIIC l"Aiha11rhr" e il Pal"leHone. c<>mc i tcmpli rl'si ('iltti ifaJiww e le di chiese, m.onttnumti, anche coloro che Jllltl'it.ano celati! illtisioni sui sentimenti tli! umanit e di lenftt degli ingle.'ii, s i stm111u rieredendo. f)ura ma sul.utare lezione ha l 'also a toyliere la benda dag/.i. occhi a quegH ultimi iugenui i quali sanno ormai che 1wr salwo; la loro vita, g[.j ateri, le perMme care 11011 il caral/tn degli i1tglesi. Ci riferiamo alla narrazione del ,iarJyio dfPfltwfo da Tito Ombou ; ucll'Africa rx:cide11tale (Viaggi di Tito Omhoni nPII'Aftieu occi dentale. Stah. Civelli t' C .. ll:l-t5). L'Omboui fu 11110 r/.i qtwi numerosi italiani. e attiri, ch.e tiagyiarolw}wr il mondo a pro' di Pae..;i e di interessi sfranier: no11 JHJII'nrlo farlo purlro}JJW tt c an taygio della propria Patria. F 11 IIIPrl i co rl i I'IHtsi yl io dd Il l'fil/O di Angola e ('OIIIJ) tuffo il fWr:Jifo africano. Sfliii{Jf'llllosi poi l trstJ /'.Australia e l'America. A pofi :!.'t8 {ca]J. 19) della ci/afa relazio111' 111e11tre dl'scril.'l' lo .ol/mr co nell'isol del Principe, aggiuye: "Il mare rieino P. JWrcorso da cnscP{Ii" inr1fesi i quali t Oli prepotenti 111orli cltia111a11o i bastinwnfi ot.fa ci . anche .se ur conoseo11o la bandiera .. \'oi ci .ownlimwo :mprm't.'i.owlnent saluf!!ti da lllta c:n.11mnwfa la Citi !Wlla tmlJUI.zti .;w ll(lll<:i alla nostra prora perch 11011 c: accor{leiiii/IO che 11110 di ([ltelli appostato in un piccolo seno al sttdon.<;/ df'll'isoln. A tal im prevista osti l it tu t ti d i l'li hhia Q \lllllti l'rH IlO snl li OHI 1 0 ponte, e sforzando di r ele in luogo di guadag11anwH1 :1 }'Or-lo -per dimandare all.'i111pnufenle capitano ... qual tra la sua .-;ione in quelle acque, ma 11011 ci r' crwrJiti din!zione. La huldnn zosa tracotanza di alcuni di vut>celli rfip fuoyo i11 al<:uni Jmnfi di quelle co.o;t.(' a molti dissapori e htQI IOIIZe a dw1110 della nat'igw. .z:io11e e del ttmt _mercio, rrl il .owcrelo rau.corf' rlf'gt;. l ngle.o;i JWr la .owm]lre cresc ente frequenza di naL' i straniere i11 que;. /.idi molto male La croeieta dc,. nittbtrP e di fPndtn l'inerme e qui(to legno cerPava Jll't'tlHti di disgu starlo COli ogui. sorta di vessazioni, bench sia lllolto fa!iiP distinguerlo dall'agi lP negriere '' /11 altra }J(Il 'fe rlrd lihro {cap .. IJ) l'Omboui ]Wrauo11a g{,: lnyle!ii ai Fenir:i per fa s11bdola opero di }Jelletrazonl' in ogni luoyo e i11 ogni ]Jaese, }Jer il 111otlo di, nasro1u/m t yelmwnwn f e og11i loro or.wra.<.imw ,, e di : eojJrire tut/e l e foro -"I'O}Jerf i! JWr sfruttar/e mey/io a loro c.>si:lusi t:o be11eficio .. ( pay.10:!, op. ci t.). J1ew __J.re gl"i scoprit:allo e darano al('uinau.ifri '11/JOI.'i 111011(/i.Jwrchl; .-lutti potessero usufruire delle IIIWre rl.i ric1'11c zz a l : di fwnes-8en:, g/.i fii{I:.o;i hanno solo JWIIsato sfruflore illa/.'OI'O altrui JWI' il Jlroprio egoi.'lt:. '(o inleress1,:. La tratbi. zim; hi{J{e:w di }JI"I! JJOff'll m e di (afticeri'tluoll -"11/eufi.wi ... ' . MARIO TIRELU

    PAGE 19

    L'INGLESE tipo descritto da Dickens Oickea. i11 Our muhtttl--11-liiiiiJ; hu era n 11uo ugio e golovu tlell'nltu Htimu del 11ignor Pmhmup. Cominciundo la vltn tou unu huonu eredi t il. "''ev11 H!JOHalo uno buono eredit. A, ... \'Il iucoutruto molt.u JlrOHJJerilil nelle u""'i murittlaue el ero Koddi,;fut ltl. potevu cnpiae 11011 uvve11is lo st6!4Ko ul mondo int.eao eru convinto li oHrirP un brillante c,;empio so iuie eHSendo tmrlicolunnent.c soddi .. rutto IP-Ilu lll!lJCgior parte delle t."Oo;e l' Kprnttutto d i se KteHHo. <.:osi, 11 vendo. coscienzu dci propri merita e dt>ll11 ituportltnzu, il ,.ignor PotiiiOUJI IIVC\'11 tiP.ci,;o l'ht tutto .,i eho egli metteva dietro l e 11011 CIIHtevu pi. <.;'er11 ili hii umt t'tii! li :CIIitOHII lirin tl tleci11ione -nellu sua IIUIItit t'll cii Kbnruzzur>li delle. COlle l!l('rutlP\'Oi, che .ttuell'ariu avevu contri-buito 11011 poco a <'olltx :are il Kgnor l'olllmap att'll'nlta J>w.;i;t.iolle che OJCli nello proprin tnn.;itlernzione . !1/011 ho h'IliO uteHtiere rlipeudes;.;e SOJttnttutto tini tonttnl'rtio altri JlUC ,.j, l'gli COIIIlli ultimi. fiHerulo astrazione tlul suo commercio. <'()llle 1111 t'l' rort: 1'. IJUI\Jtlo ui loro (o.;tumi t ulic Iom IISIIIIZC. tfCeVU r>I"IIZII eHiturc: 1 :\011 iug)co.;o C JIO, riiJIIIIJJIII'lltt', COli 1111 llttl\ illll'll' 111 tlll IJriiCCiu e il Y"II JIIIOIIU7.ZO, Ji "JIIIZza ., tlietro di si. Quanto :li I'I.'Hiu tie( llltltll)tt', CJ!'li 11011 CII nr.,..e! \ a che i i tiiOIIUO ch.e si ulza a Ile otto. t'hl' si rn la hurhu alle otto-e ... Ull tuurto. eht fu l'Oln.zio11c 111ie uo\'e. l'hl' \ 'Il nella City nlle W. d!e rie11trn nlle cinque e IIWZZII e cha Jlrt;IIZit alle setlr. l. a tnt a l it li elle 110zion i n rt i si khe tlel signor Pot],.nup a\' rt>hhe Jl<>lnto riassumersi cmuc-segntl: "tantpntu i11 grosr;i cllrllttlri: dl.'scrizionl' tlei lennsi alle otto, lei rurll'rsi alle otto c llll tpwrto. tlcl r:n N>luzionl' alle 9, di'l nrnrrsi alla <"ily alle IO, del ail.'ntrur('! allt' l'inqm e rnezzn e tll'i Jll'ttnwre alle :!aJH'Ya i!)ggere esattumenle quel clw la ProY\'it1Pu7.a voleva. Uomi11i inferiori e meno rispettabili a\'rebbero. po tuto J'lllanere al tlisotto di !lllt'Slo eOIUJ> to, mn ii ,;iguor Podsnap, -lui ,;olo, si in llalwva semprl' al Ih-pllo 11ecessario li fallii pi IIOh, ol(' t'l'Il t'he In .Pronitlt;IIW til'sida Poosunp. C'era uno :straniero fra gli invitati dre il signor Poos-;laJ> non aveva invitato t 'he dopo matura delibl"razione, poit'h reeva che tutto ii continente. europeo longiurasse con tro In vita di sua figlia; e non soltanto il signor Podsuap, ma tutti gli altri couvitati provavnuo un singolare flesidPrio d i trattare quel forestiero come s e fosse ">tn to un bombino duro d'orecchi. A titolo di tleli('ata concessione in favore di mo dii' ,n-evn avuto In disgrazilt di nu;;ct'rl' all'estero. il: signor Pot.lsnap gli aveva J)resentato la moglie e la Jiglia dicendo: In signortL Podsuap, la signorinn Po1 b11ap. Aveva pe11sato un i;;ta.ute ad nggiuugere: mia figlia, ma non aveva sciolto -la ugn:t a tentnth. Siccome i \'eneeJ'IIgs ernno i soli che fos.'l.en nrri-19

    PAGE 20

    Lloyd 111 H cameriere: m fondo al corridoio, a destra, poi a sinistra; unii porta su cui scritto gentlet"nen Tuttavia, vi entrerete lo stesso . (dis. di Albert Guillaume, 1921) :..:__-:!_ -ati, egli aveva aggiunto <:on condiscen denza: il signor Ve-neringue; e poi era ri tornato all'inglese. Che pensate di Londra l -disse il si gnor Podsnap col tono con cui avrebb e somministrato una polvere medicinale o una lezione al bamb1no duro d'orecchi Londres, London, Londres? '' Lo straniero rispose che ammirava molto Londra. Voi trovate Londra molto grande : .. disse Podsnap con magniloquenza. Lo straniero trovava Londra molto grund E molto ricca! Lo straniero trovava Londra incoutesta bilmeut e cd enoruHme-nte ricca. No i diciamo enorm.ously rich, riprese i l signor Podsnap con CO!.ldiscendenza: 1 nostti a vvf:)rbi inglesi uon terminano in m.e11t e noi pronunciamo il eh come se ci Josse un t davanti: diciamo ritclt e <. H i t che disse il < < Trovate voi, signore, delle prove sor p rendellti della nostra Costituzione britaunicU: n elle strade della metropoli del mon do: Londres, London, Londres1 > I o si scus, dicendo di non < api re. Allora il signor Podsuap gli spieg quel che Joss la Costituzione britanuicn, se si trattasse di fare una lezione in un asilo infantile. "Xo"i diciamo british, ma voi dite brila11nique .lo sapete> poi con generosit e come se non fosse-colpa del lo strauiertf. al quale si rivolgeva, contiJIU": Lu. signore ... Ma disse il forestiero la conosco U.u giovanotto dal colorito olivastro, che porbva gli occhiali e la cui fronte aveva protuberanze, stava seduto su una sedia SU!lplementnre all'angolo della tavola. Egli cre una profonda sensazione dicendo n alta voce: Esker (est-ce que). poi s'interruppe di colpo. S, disse lo straniero, volgendosi n lui. Esl-ce -que? Cl1e cosa?> Ma il giovanotto dalla fronte con protuberanie, avendo per il momenJo messo fm,ri tt:.tto quel che aveva_trovato dietro la medesima, s i ta<' que. Io chiedevo, continu il signor Pod snap, riprendendo il filo del discorso, se voi avete osserYato nelle nostre strade elci toke u s Lo straniero, co molta pazienza e cor tesia, si scus e chiese quel che signifi casse lokens. n e i segni rispose il signor Podsnap dei segni, sapete, delle apparenze. delle "CIVILT" lNGLESE IN AFRICA Secondo' l'opinione dei contemporanei i posti inglesi in Africa (nel '700 -'i;OO) erano i peggiori fra gli altri euwpei per i ubriachezza e per sudiciume. (Browu : Storia dell' Africa>' ,Ed. Sonzogno, I, 66) Durante l'occupazione ingle8e di Tangeri s i dice che il capitano Kirk pagasse i suoi soldati in liquori, sui quali aveva un largo guadagno, e che per conseguenza dovesse metter li m parata e farli manovrare ad un'ora molto mattutina, essendo che un po l pi tardi essi erano troppo ubriachi per poter venire disciplinati. (Brown,: I, 67) : Certo Edward Barter, mulatto, p : potente sula costa della Guinea che tre biancni, preteneva di essere cristiane, e sapeva leggere e scrivere. t-.'.a quantunque legalmente am:r:1ogliato in Inghilterra egli aveva otto mogli !lel p::1ese, e questo fatto compromettepte nulla toglieva alia stima portata al .suo carattere morale dai suoi associati inglesi, dacch moltissimi tra i loro "C.(.Ipi, ufficmli e gover!'latori, seguivano molte dappresso l'esempio del mula1to quasi tutti non possedendo qui ; n paese meno di sei mogli (Brown, l. 67) LA CAPITALE DEl PAZZI l Da qualche anno, la lolllil fa cosi ra pidi progressi" In Inghilterra e In Sco zia, che essa aumenta con un ritmo molto pi celere di quello dell'aumen to della popolazione. E noto che l'al coollsmo fil causa di molti casi di illlenazione mentale, ma non la sola causa. Secondo le stallstlche pubblicate per Iii cisti di Londra, statistiche che sono le uniche su cui ci si possa ba sare, gli ospizi per atlenatl della capi tale contavano nel 1897 unii popolil zlone di 19.9S.t pazzi. Ora, siccome dal 1889 ili 1897 la popolazione di Londra nella proporzione di t 6 mila a 17.202 e queHa del pazzi da 16.000 a t9.937, ne consegue che quest'ultima popolulone ilumenta ilssai pi rapidamente dell'altril. (Jean de la Pou faine Op. dt. pag. U-.t6J. trncc ... c All! delle tracce di cavallo disse lo straniero. (Lo .straniero pronuncia la purob.1 /torse, cavallo, senza fur sentire l'h: il che un errore). disse lo straniero. -Jo non pronundo mai h ene La nostra l i,ngua -ripre,;c il signor Podsuap, con tu gruziosu czy;;<'ienza d';:n cr St:lllJH e ragione difficile Lu nostra c una lingua riccu, difficile JlCJ" i forestieri. Non continuer l e mie ossorvuzioni Il giovanotto dalla fronte bitorzoluta, nou volendo finirla Il, t lisse aneora unn volta, assai scioccamente. eske r, e J>Oi ripiomb nel suo mutis mo. Facevo semplicemente nllusione -dis se il signor Podsnap, eon la cosciimza d 'un uomo c h e si senti" prO)>rietarjo alla no stra Costituzione, Noi siamo molto della .no.;tru Co.;titu zioue, signore. Essa ci stata 11ccordata dalla Provvi1leuzn. Nessun altro Pne> -Htava dicendo lo straniero, quano il signor Podsnap lo rimise ant:ora sulla buonu strada. E -gli -- Lo strauiet'O aggiunse 1idendo che la Provvidenza era statu un po' parziale, giacch le frontiere dell'Inghilterra non erano molto estese. Senza dubbio -alllmise il signor l'otl snap ma tuttavia cos. E' la Carta el Paese. Quest'isoln stata benedettn, si gnore, e dalla benedizione stat.o Cilclnso ogni altro Paese Cilistente. E se noi qui presenti fossimo tutti Inglesi -aggiunse il signor Podsnap posando lo sui suoi compatrioti direi che nell'Inglese c' una combinazione di qualit, una mo destia, un'indipendenza, una responRabili t, una ad un'assenza totnlo di quel che J>Otreb.be fare arrossire una giovanettn,. c' tutto quello, insomma, t h e: si. cercherebbe invano gli altri )Hl poi i deliA ternJ.>

    PAGE 21

    Nell'ultima lezione abbiomo fatto cn-documentando circa la lra'missione per linea erediloria delle oculari e della ricettivil a determinali moli che inficieno l'organo dello vista lo cui importanza an che ai fini fisiologici generali" ed ai fini biologici della razza mollo pi granGENETIUA ----. de. di quonlo comunemente si Creda. Poich 'torneremo su questo argomento specifico, prs mettiamo che basta una anomalia od un disturbo ereditario della funzione visiva per ch il fondamentale rifleno che dipende dalla visione e quindi i riflessi relativi ad ogni visione specifica vengano distorti o diminuili o eliminali inducendo allrave/so un complesso meccanismo endocrino e neuro-endocrino, dalla visione messo molo, muta menfi negativi nella compagine organica i quali possono fissHsi in el emenfi M!J questa volla vogliamo far cenno alla cllpacil di trasmissione di un a delle malattie che pi impressionano e che maggiormente atterriscono !' um a nit. Vogliamo
    PAGE 22

    questionario Da Verona, il c .3merat3 Mirko Maria Man cini ci ha scritto quel che segue:. Leggo saltuariamente, quando il limitato tempo me lo permette, la vsfr11 bella. Ri vista. E' dall'agosto del 1938 che sto rOlccogliendola 13scicolo per fasc icolo, con nel cuore< speranza di poferl11 un giorno leggere c;-ltnillmente e perch vedo in essa il frontespizio del glorioso li-bro della P31ria Il n. 3 del 5 dicembre ha ricordato nel101 parte riservata al Ouestion11rio, al camerata De Michelis; che la battaglia iniziata da voi, non trae la sua origine d.::l numero primo di quesfa Rivista, ma si bene sulle colonne del "Tevere, di Ouadrivio e di q Jalche altro foglio. Nel manifestare il desiderio d i vedere ri pubblicate qui, su questa nosora nobile ban diera d'it<.fia11it, tutte le polemiche, gli stu di e le ricerche fatte da voi e d ai vostri collaboratori, sono di interprehre il desiderio di ogni buon .i''aliano, che sente, nella manc11ta presenza di questi studi e di queste n<:>bili fatiche compiute, un .che di mutilazione e di incompletezz:L La R i vista dovrebbe accogliere, oltre la vostra .f11tica, tutte le fatiche di coloro che scrivono d i razzismo in og.ni parte d Italia, e eh-a collaborano ai giornali pi disparsti no stra Penisola. Non pi quindi ma ospitalit a lutti coloro che sventolcmo al sole le insegne della nobilt di nostra gente. la favilia asseconda la fiamma! Oso esprimere l!n secondo desideri o che mi brucia per 11verlo troppo a lungo ratte..: nuto. Ed questo: sarebbe cio ricordare pi spesso a quegli italiani di razza ariana, che non si combatte solo il negro o il giudeo per salvaguard11re la Razza, ma tutti cc.loro che nell 'ombra lanciano sul viso dei co.:nbattenti col tradimento fatto di acca parr.amento e difrode e di tristi parole, una manciata di fango e di sozzura: il combat tente chE: dev'essere oggi prima rispettato, perch in lui e solo in lui, J'!falia vede il suo avvenire e la s Ja Vitloria Sotto la maschera ariana, vi pi di un volto che ghigna un sorriso simile a quello del giudeo. Anche per qJesfo 'volto, frov .ate voi, uomini di lotta una di dispr(?zzo e di cond11nna. L11 spada che divide il volto nobile diii due profili scimmieschi fend!l d'un colpo la m11schera che con la guerr11 s' pE;r consumare il pi vile dei tr11dimenti Non siamo in grado, purtroppo, di soddi sfare in pieno il secondo desiderio del ca Mancini; quanlo al primo, e cio 1111'ospit111it d11 concedere a tu:to qu. anfo si scrive in llllli11 circa il r11zzismo, r ionoscia mo che ci s11rebbe interessante, ma oltre ad esserne impediti d11 evidenti ragioni di spuio -temiamo che ci porte-rebbe ad alquanta conf;Jsione. Se, infatti, gli scritti 'ap'parsi sul Ouadrivio e sul Tevere ancor prima del manifesto sul raz zismo non hanno bisogno d'essere da noi ripresi,in quanto-fu proprio quello il nu.cleo da cui ebbe origine la Difesa de: Razza; d 'altra parte, i pohi articoli che le stampa italiana quotidiana e l:ie dica aJ razzismo, sono ben 1ontani da1l'avere una rigorosa -11nit. .d'.inrud=o, o .almeno una certa reciproce coerenza. Occorre ammettere che, dopo quattro anni e mezzo di st -udi; di discussioni e di polemiche, il razzismo italiano n ancor giunto a quel chiari mento, totale della sua posizione e dei suoi obbiettivi, che sarebbe auspicabile. s ime e semplicissime sono le direttive delle Difesa della Razza ; ma gli scienziati c i professori d'universi t, che dovrebbero con\ \ J -MI, Slre, laggi si assassinaM. validarle e approfondirle con le loro ricer che, o si tengono deliberatamente lontani dall'agone razzista o vi portano tendenze larva!ametlfe antirazziste, o si attardano su ideuzze che la scienza seria e consapevo: e dei propri compili ho SYFerafo da decenni Di questa indecisione (o peggio) della scien za profillano i falsi spirilualisti, ferm ; ancor;s s ulle posizioni d'un universa"lismo ultramonJano, che invano si maschera in -romane e cc cristiane u, e fanno una terribile posponenoo all'obbiellivo dalo di fallo fulla una serie d i nebulose genere lizzazioni fra le quali la base d'ogni raz zismo -che il sangue -scompare co me entit trascurabile. E i giudei, indisfur bati, godono in pace e a braccia conserte il bel tempo; e ridono di noi Ira noi, come diceva il padre Denle ... Edoardo VII: Vedrete che finiranno col non lasclarml mlsutare la mia redlngote nuova! (dis. di Jeanniol, 19o2) ----------,--------. -----. ----. -----Direttore repoDIICibile : '!'ELESIO IHTEBJ.ANDI Tumminelli Istituto Romano di Grafiche -Citt Univer5ifarie Roma

    PAGE 23

    BANCA COMMERCIALE ITALIANA. SOCIET PER AZIONI CAPITALE L. 700.000.000 INTERAMENTE VERSATO RISERVA L. 170.000.000 BANCA DI NAZIONALE


    xml version 1.0 encoding UTF-8 standalone no
    mods:mods xmlns:mods http:www.loc.govmodsv3 xmlns:xsi http:www.w3.org2001XMLSchema-instance xsi:schemaLocation http:www.loc.govmodsv3mods-3-1.xsd
    mods:relatedItem type host
    mods:identifier issn 0000-0000mods:part
    mods:detail volume mods:number 6issue 9series Year mods:caption 19431943Month March3Day 11mods:originInfo mods:dateIssued iso8601 1943-03-01