USF Libraries
USF Digital Collections

Difesa della razza : scienza, documentazione, polemica, questionario


PAGE 7

La meccanica razionalista. con gli infiniti gemitii ;;o:nme ssi dei s uoi infiniti ingranaggi come sempre. al zio del grosso, del sanguigno istinto. Enrico VIII consolida il as solutismo temporale con lo spirituale; e, creata la nuova gerarchia religiosa, ottiene. _attraverso le deliberazioni ilei suo corpo eccles iastico il divorzio da Caterina d'Ara gona senza la s anz:one ro'mana. Il frutto di questa celeberrima combinazione inglese -ebraica lo d la sciagurata Anna Bo lena. mettendo. alla: quella che sar la Grande. E, appunto, Elisabetta cn min eia dai primi anni a improntarsi ebraicamente, per le cure del suo precettore giudeo; utilizza pi tardi, in ogni campo, la collaboraziont' diretta e indiretta degli ebrei; agevola i loro commerci, emana leggi speciali a loro favore; sceglie quale wo medico personale l'ebreo Rodrigo Lopez. La si ntesi d{ questa s ua propensione data dalla famosa voce del cuo .re: Questi m iei cari, cari ebrei, cos abili commercianti: e, pi concretamente, rintracciabile nel fondo del s tio si stema di governo: che porta al pieno grado di sviluppo rutilitaris m o politico connesso al movento economico, in una COmbinaziOne attivistica che aSSOmma le formulazioni re)jL g io se agli impulsi empirici, la ca t!telo s a e serpeggiante razionalit alle reazioni : dj violenza e a taluni irrigidimenti vi swnan. E' 1<'. combinazione che riassume s enza re sidui gli indirizzi del conformismo protestante e della prevaricazione politica e mercantilistica; la combinazione c he i secoli s uccessivi 11011 faranno c he riapplicare indefinitamente e in cu i s i chiarisce l o specific b contributo anglo-sassone alla maturazione della civilt moderna. Su questa base si concreta conclusivamente ;1: s enso della collaborazione .anglo-giudaica; dalla quale !!P jpunto, attraverso le vicende che si so no vist e, venuta e rivando la chiarificazione d taluni nuclei sostanziali def-me todo razziale. Con Elisabetta, riprende la penetrazione. a sce n dente degli nel mondo britannico; continua dopo di nella sc i a di un processo di accostamento che s i condiziona e vitalizza s ul'la s 1 :mpre maggiore Langenza degli orientamenti originari. Si ricorderanno qui, per elencazione schematica, al c uni fra gli aspetti pi significativi di ques to moto di con ve1:genza: sar lo sviluppo pi proprio e pi diretto del no s iro esame. Nel '600, lanciata l iniziativa puritana inte sa a favorire l'immigrazione clei mariani fuggiaschi dalla Spagna e dagli altri paesi europei. Oliviero Cror.nwell fa sua questa inizia tiva. stabilisce contatti con i g iudei d'Olanda, getta le prime basi per incanalare il movimento, attraverso il quale s i ripr_ omette fra l 'altro di colpire l'organizzazione com merciale olandese. Capitalisti e co nsiglieri ebrei hanno larga parte nella cosiddetta rivoluzione delle leste tonde sos tengono l'ascesa al di Cromwell. Quando le lotte interne s i acutizzano in un atomismo esasperato di pass ioni e di in teressi, so no i gi udei c he appoggiano economicamente Carlo Il. in esilio in per facilitarne il ritorno in Inghilterra; e sono essi che, pi tardi, fallito l'esperimento di Carlo, spianano finanziariamente la via per l'ascesa al trono di Gugliel mo d'Orange. Guglielmo entra a Londra col suo seguito di sovve ntori ebrei. S'inizia l'era della grande banca, la trionfale appli caz ione della scoperta d e i gi udei di Amsterdam. fondatori della prima borsa d'Europa. La tecnica bancaria, l'ovattata e nuda tecnica dell'artificio eco nomico, sostituisce e l a Il tipico ebreo levantlno. .... l

PAGE 8

gren tecnica del capitale contante. Il nuovo sistema CQnducc alle massime possibilit, fino a uno sbocco tra turgido c astratto, il ritmo della combinazione: e dell'invenzione finanziaria. E' create. la borsa di Londra. si avvia la cla morosa carriera di conquista dei merca ti c d elle ri,;ors e internaziqnali, all'inse gna d e l giudaismo olandese e britanniw, dei banchieri della City. sotto gli au s pic; d e lla Corona. F.' s tata intanto fondata !"organizzazio n e massonica ingle se. con la partecipa zioll( : del capo dello Stato e della s a nazionale e delle maggiori e minori gerarchie della vita politica, sociale, re finanziaria d'Inghilterra. L'orga nizzazione nel s uo graduale attivarsi. s'identifica col sottostrato proprio Jella civilt razionale e mercantile e d e lla sua metodologia uniformemente deviatrice c prevaricatrice: e s' identifica c ol s otto strato tipico della metodologia perfezionata attravers o s ecoli sperimentalismo intensivo. condotta alla pi tag-liente acutezza dal funzio namento millenario e s egreto del Kahal. Sono concesse con sempre maggiore frequ e nza naturalizzazioni di elementi ebrei mentre nell'intera Europa perdu ra pi o meno ri g orosa. la separazione d e i ghetti. Sorgono, tra gli s tessi inglesi. i primi propugnatori illuministi. dell'e guaglianza di diritti degli dnei. Il li bero pen satore lohn Toland combatte contro lo spirito i solato delle nazio ni; il politico Chr. W. Dohm pubblica l'opuscolo: Intorno al miglioramento civile degli ebrei. Si concreta infine la collaborazione s istematica sul piano internazionale: le forze giudaiche, attra verso la ca t e n a P. massonica britannica, e particolarmente attraverso l'organizzazione del Kahal fanno pro prie talune direttive della politica e del la finanza i-nglesi operano dall'interno p e r orientarle verso s pecifici sviluppi. E c co fomentata la rivoluzione di Fran cia c l'ideologia libertaria; ecco. su hito dopo, combattuta l'ascesa e il con di Napoleone. Da ques to momento. superato lo stadio e laborativo e strutturale. costituiti g li idon ei. l'azione anglo-giu dai c a s i realizza n e lla pienezza della f un zionalit in una vl<:enda di apporti nel la qual e s i traduce una dialettica inter na una spinta dinami c a. crudamente ret e rettifi c atrice -che elimina e li ve lla le im oluzioni apparenti, !tl o sc il lazioni r e ali. per proiettarsi v e 1:so obiet ti'.i jn ge ometrica dilatazione : I duplici i nteres='ta Dai/o, Herald, dal New Chronicle '111Daily Express e ai gruJPi Berr.y Odhams Press, Harms worth. che controllano complessivamen te cinquanta quotidiani e circa 150 pe riodic vari fiancheggia attivamente la preparazione, getta tra le collettivit imperiali e fra -nazioni i .germi che nello stato d'animo hel l.;r c. Ha uno ;;ignificato, diretto e simbolico a un tempo. che, all'inizio della nuova conflagrazione, per la pri ma volta n e lla storia della .Gran Bretag-na. un . Hore Beli sh, ricopra la .carf ea d i ministro della guerra. L'in tervento. ebraico diviene scoperto e im mediato nelle responsabilit di condotta r1el onflitto. in cui s i concreta l atto finale di un'opera che risa-le a origini e sviluppi remoti, ma rigorosamente concanrenati nel tempo; di un conflitto. -che lo sbocco di una diaJettica co insorgente dalla compressione: egocentrica, -:ostantemente conci usa nella contrazione terrestre," e nelle sue crud!! allucinazioni. Proiezione reattiva la cui virulenza simultanea a una ca renza so stanziale; come comprova. in ultima analisi, il cres cendo stesso degli portati dall 'anglo-giudais mo. nel le diverse fa s i secolari, contro altri or dini di civilt: crescendo 'Spaziale, quan titativo su un identica involuzione non rie sc e a far pre;,a e a c onsistere nel la realt vitale della storia e dello rit o cio 1ella pienezza di un equifibrio creativo. GIOVANNI SA VELLI

PAGE 9

Winsfon Churchill, rifraHo in giovane et In meno a un'assemblea dei suol amici preferiti: i giudei (fotogra-fia tratta ebrako d'lnghiltena, il Jewish Ch;onicle " del 16 ottobre 1908). LE TAPPE DELL'ASCESA EBRAICA IN INGHILTERRA l GIUDEI NEL CONSIGLIO. INGLESE DELLA CORONA Ecco come era composto il Consiglio inglese della Corona, negli anni decisivi prima dopo la guerra mondiale: 1914: lord Rothschil9 lord Reading Sir Alfred Mo111d (pi lardi lord Melchett) Sir Herbert Samuel (pi lardi lord Samuel) Sir Edgar Speyer Sir Edwin Samuel Monfagu. Durante la guer.ra mondiale: Presidente: lord Curzon (con moglie ebrea) E. S. Monfagu Sir Alfred Mond Sir Ernesl Cassel Sir Herberf Samuel lord Reading Sir Edgard Speyer. lord Rothschild Sir M. Nathan. Su 12 seggi dunque la maggioranza di tre quarti senz'allro ebraica. 1921 : lord Reading Sir Alfred Mond Sir Herberl Samuel Sir Edwin Samuel Monlagu. Mond e Monfagu appartengono contem poraneamente al Gabinetto,. mentre nello stesso tempo troviamo nella Camera dei Co muni i seguenti rappresentanti delle gr.:.ndi famigiie ebraiche. Tre Samuel Due Monfagu Samuel Un Sassoon Un Rothschild Alfrcd Mond. 1723. Riconoscimento degli ebrei come sudditi britannici da parte del Parlmento;. 1831 Gli ebrei vengono ammessi come cittadini! della City Londra; 1835. Jacob Montefiore viene nomirtato Commissario per la co lonizzazione dell'Australia meridionale; 1837. Allo sceriffo Montefiore viene conferita la nobilt dalkr Re gina Vittot:a; 1839. David Salomons viene nominato Alto Sc.eriffo gel Kent; 1841. Isac Lyon Goldsmid, corne.primo ebreo, viene nominato Ba, 1843. Emanuel Baruch Lousada viene nominato Alto Sceriffo di Devon; 1845. Legge sulla esenzione degli ebrei in cariche pubbliche d.:I giuramenti che sono in conciliabili con la loro coscienza (formula cristiana di giuramento); 1846. La Regina conferisce a S ; r Moses t .1ontefiore il titolo di Ba ron:etto; 1847. Anthony de Rothschild viene nominato Baronetto; 1853 Visita della Regina e del Principe consorte a Sir Isaac Lyon Godsmid in St. John' s Lodge, Regent's Park; 1858 Legge sulla capacit degli ebrei a diventare membr! del Parlamento. Il Barone Lione! de RothschilcJ. occupa il so seggio Sir Francis Goldsmid primo ebreo nel Consiglio della Corona; 1865. Benjamin S. Phillips v :en nominato Lord Major di Londra; 1868 Benjamin DiS;raeli Primo Ministro d 'Inghilterra; 1870. Sir George Jesse l come primo membro ebreo del Governo di Sua Maest viene nominato procuratore generale; 1885. Sir N M. Rothschild come pr:mo ebreo viene nominato Pari (alta aristocrazia) col titolo di Lord Rothschild ; 1886. Francis Montefiore viene nominato Baronetto; 1 888 Il Barone Hen.ry de Worms, membro del Parlamento viene nominato Scttosegretario per le Colonie e m embro del Consiglio della Corona; 191 O Herbert Samuel viene nominato D irettore Generale delle Poste; 1913 Sir Rufus Isaacs viene nomin .ato Lord Giudice Supremo d 'Inghilterra; 1917. Edwin Montagu e ne nominato Ministro per le Indie; 1918. Earl Reading viene nominato Ambasciatore negli Stati Uniti ; 1920 Herbert Samuel v iene nominato Alto Commissario per la Palestina e ammesso nella aristocrazi a ; 1921. Lord R eading viene nominato Vicer delle Indie.

PAGE 10

Sir Hugo Hirsch, un ebreo arricchitosi in In ghilierra, domina i'lnduslria dellrica inglese. Il conte di Rosebery dominatore di gran par le della stampa Inglese. figlio d i un Rolhschlld. L 'INFLUSSO_ EBRAICO SULLA SOCIETA INGLESE Qu11lunque sia la eausa (Pd io do che sia principalmente la simpa tia ele nasce in uno stato commer c i ale) l!'rade trova anche oggi in lugh i l terra, non solo un'amica a zionata ed un' a lleata. sicura, m a an ebe una entusiastica sostenitrice . Questo si dinH)str evidentement( rluraute la violenta agitazione che :Hrornpagn l'affare Dreyfus. Tuttl' il mondo (come poi'Osono h'Jn rieordan1 quelli della mia generaziollt>l 1 r a diviso in due eampi aspra nl>'nte ostili: al riguardo di quell 'ai'farP: il primo . ehe eontinuavn ad afl'ermar e rinnrWI'llZa di st-nza esserne al'l'atto a rogniziolle. il la sempre nel lo stesso ruoclo. U ni ea eccezione l'Inghilterra. h reo. L'[nl!hilterra. era l'unica. nazione (h l mondo a rkn;istere in questo attPggiaLtll'Uto. Nonostante ci anche gli inglesi pensavano il < ;on to di esaminare attentamentfl uu af f;up dul q -uale ha poi avuto la guerra, ehe non { stata :-;r: nz.n dfrtto sulle forhmt> eli'Inghiltt t-ra. Della furibonda eonti,F;H religiosa ehe divise il popolo fran!'e se durante s av vantaggi quella di francesi anticattolici che erano anche i ne miei dell'annata. I politici fortunati, da ogni parte colsero il destro per distruggere l'ufficio informazioni dell'armata franeese, -per l'azione deJ Dreyfus era stato condannato. Con la diHtruzione dell'ufficio in forniazion i rlell' A'i'ma t a francese. i poteri milltai francesi furono sem pre meno in eondizione di seoprire i piani del prussiano, rll'nhn poehi anni qel nemico s i t-.'<.mti si ruro della vit. tora. t> eolpi. Se lWH stato JWt' l'affure Ore'yl'ui: [Wl le sue la Prm;sia del 1914 non rnui attacc:ato. n fatto (l orm;ti quaHi rlimentientn: eome :weade eomnnemenh\ di irwi denti partieolari, ehP .purP sono dell a pi grande importanza per ]umani t: metta pt'rc\ rli rieordarlo. Si deve indnbhianJPntp al l a cultura protestante d ell']nghiltp r ra, se si sviluppato em; i l ea,:a t t.' re commereiale del paesf, di e ui trnt ter pi avanti separatamente insie me all'intima assoeiazione !'tabilitasi fra l'Inghilterra c il popolo erbeo co minciata anch'essa nel secolo XVII e divenuta di importanza verso la fine del XIX seeolo fino n raggiungere il suo apice nell'esperi mento sionista dei nostri giorni. Quest'ultimo punto, l'influsso cio degli ebrei sopra la societ inglese, profondamente sviluppato e sempre erescente, non ai paeHi protestanti . nw par ticolare ali'lnghiltPI:ra. E' vero ch e troviamo qualcosa di Hi.mile (assai m\>no accentuato) -in Olanda, rua uon ve n' quasi traecia nei paesi prote stanti scaudinavi, compresi i protest[inti del Baltico. Negli -Stati Uniti gli ebrei nou hanno grande influen za, all'infuori di New "York, n'
PAGE 11

l.t>sinJO inglese st t' mnnfestai.o, i quello prodotto dalla t r.uduzione nella lingua nazionale delle antiche ;.;eritture ebraiche. L'inglese uo stato gettato e fissato nello stampo dell'Antico. 'restamento mglese. Se m bra all'inglese eh e quelli varlaoo di un problema ebraico, sof frano di illusioni nate da un odio e c]a nn timore irragionevoli, mentre lo meraviglia, in casa sua, l' esaspe rnzione del popolo di Pal-estina. Molti tenderebbero ad attribuire a iruesto atteggiamento un signifieato ili rapporto ton l a religione. La po sizione sicura e spesso dominante go d u tu dagli ebrei n\3lla societ ingiese: la Joro grande influenza in tutte le funzioni d irf'tti ve di qursta f:loeiet. la grandi:' meseolanza di sangue e lne-o n ella claf:lse di governo, attribuita dai critici strani<'ri ad una al leanza tra il popolo protestante e .Israele perseguitato; dagli inglesi st.nssi generalmente considerata corrw il frutto della loro tolleranza dPI loro amore per la ginf:ltizia, clw essi eonf:liderano come un aspetto uella religioni-' nazionalP. L'I.ngbilterni com ba i l cattolicismo in cae fuori, lo entro i con fini d e l suo reame e tnt di fare lo stesso in Irlanda, perch l'inglese trovava il cattolicismo irrazionale ed intollerante, di uno spirito oppostu alle virt peculiari degli inglesi. Uno dei pi grandi maestri viventi della prosa inglese e, cosa stupefa eente, scrittore autorevole nonostan te questa qualit, il Dottor lnge, presentemente decano di S. Paolo, la Cattedrale di Londra! ha scolpito vi vamente l'atteggiamento della nazio ne in una sent\anza famosa, chiaman do la Chiesa Cattolica una associa zione e proditoria Che cosa di pi naturale che uomini con questo spirito, accolgano, mescolan dosi ad esso e sostenendolo, un popo lo perseguitato, p a rticolarmentla osti i e alla Chiesa Romanal Se per guardiamo intorno a noi e nel passato, penso non sad.t diffic il e riconoscere che la base sulla quale ri posa la alleanza fra Israele e l'Inghilterra consiste meno n eiia re ligione che nello spirito commerciale. Pereh, dove troviamo nel passato dei precedianti a questa alleanza 1 Sempre nelle nazioni dove la richie devano esigenze commerciali. [H. Helloc: ''Saggi o sull'lnghiz:ter ra con temporane a p 70-7.31 La figlia di Churchill, Sarah, fotograN:ta Insieme ad un ebreo suo Impresario di danze, Viclor Samek, che mut Il proprio nome In VIe OHver. Sir Louis Baron, eU discendenza ebraica, Il re dell'Industria inglese delle slgareHe. A si n istra lo vede!e la mogUe e la cognata, a destra co. n Il Re d'lnghilteua. Il

PAGE 12

A :r.peri!u r o onore del . .::;hilterra, occorre dire che essa li primo Stato, fra le grandi Potenze, che abbia nbn soltanto cornpreso l'importanza della questione ebraica, ma anche !'ur,;ca forma possibile della sua soluzione. L a simpatia p-2r i des den ebrai ci e l a fed e nel lo r o adempimento_ hanno trovato dc seco;i la lo ro espressione n ella letteralecra inglese e nel pensiero politi c o dell Inghilte rra l Chmm Weizmann, discorso a l II Congresso sionista, ri fer i to dal J iornale )u d s che W e lt -Rundschau del 1 8 o.gosto 1939 l Una rivista ame ricana ha pubblicato la caricatura qui da noi rlprodotJa, n;:;lla quale John Bull e Zio Sam sono rappresentati come due Individui i orzati d a mol te plic i i egam i a restare unlfi sebbene Il loro evidente istinto sia quello d i azzuffarsi.

PAGE 13

<< Noi non entriamo in guerra per motiv i sentimen tali Dubito chei l'abbiamo mai fatto . La guerra il ri sultato di contrasti commerciali. suo scopo imporre con Ja spada Cri nostr.i avversari quelle condizioni economiche, che noi stimiamo necessarie per procacciarci vantaggi commerciali. "We give all sorts of reasons for war, but crt the bottom of them all is commer'ce ". adduciamo mille ragioni per la guer.ra, i n realt per non si tratta che di commercio) Dal lavoro premiato di un uf. fi ciale inglese di marina per la riv i sta militare ufficiale Th e 1Juited Service Institutions pubblicato nel 1909. Ma ira l tanti legami, la rivista americana ha dimenticato (guarda caso!) il pi Importante : Il giudaismo. E siccome il giudaismo al tempo stesso anche un sottile veleno disgregatore. si spiega come mal un'unione tanto stretta sia anche tanto infelice per entrambi i contraenti e si lrasiorm i In una vicendevole lotta di sopraffulone. 13

PAGE 14

INGLESI E GIUDEI IN l SPIONAGGIO IEBRAICO l Nel giornale di Varsavia Warshauer Zeitung del 1 29 dicembre 1939 fu pubblicato quanto segue: ((Nel marzo de 1939 il News Chronicle>> svel i l segreto dello spionaggio ebraico. Quel giornale, i n fatti, scriveva: l'ebreo ha una prodig io s a vocazione per l o spionaggio. Egli appartiene ad una razza internazionale assai d iffusa. Egli ha dei conoscenti, d e i corrispon denti e dei parenti in tutte le c ittJ del mondo. C' da stuptrsi che gli ebrei della Germania imperiale invias sero i loro messaggi s e g reti e l e loro i nfo rr.:azicni ver bali, al d i lJ della frontie.ra svizzera, agli agenti deil'lnr tesa? Ci sono ebrei i n ogni Paese del m ,ondo. Essi s a ronno delle spine nella, carne di tu tti i Paesi che li t rat tano male. Se l a Germ'ania sar impegn a t a domani i n guerra, allora gli agenti det nemici della Germania troveranno presso gli eb.rei dei benevoli s trument; per i loro complotti. una fonte favorevolissima di informazioni. UN GUERRAFONDAIO PARENTE DI EBREI U n a rlel\e personalit inglesi pi fierame nte aY verse a l F'ascismo e pi guer r.tl'ondaie .i> Durr Coope r. Eg-li imparentato "cou g li e b r e i esseu d o fig-lio (ie l tu etlico iuglese s i r All'red Cooper e rle ll 'chrea Steiu. La 'umiglia Slcin emigr dalla ,Germania i n lughil t crra Ycrso i l lROtl. La mogli e di Duff (:oup cr. tndy D i a n a Mann crs, a pparvo quah: h c anno f a comP attr ice n .servi z i o c!e ll'ehreo emigrato dall a Germania l\fax a l Ool rlm a n n a S;disburgo. L' ebre o Otto Knhu, ora dl!co rluto, rlella nul..t hanea a!llcricann Kuhu, Loe h e C .. l u i l padrino d e l tigli o di D nfl' Coop er. L EGEMONIA AUSPICATA DAI GIUDEI Sopr a: Slr Jsldore Salmon [Saiomon) ebreo, Capo della sussistenza militare inglese, controlla Il rancio delle truppe.Solto : L'induslria aeronautica inglese nelle mani della lnsto n.e-Air Linie Chi sono i capi di tale industriai l tre giudei che qui vedete: sir Samuel, Alfred e Theodore Jnstone. Quando la CO!lt'er e!lza di \\'a,hingtou l t'l'lllilll, ;t! W'inripiO d e \ 1922, }'orga!lO C'hrai c o d ell'alta l'inunza in Germania -la 1-'r ankl'urle r Z eitung > (11. lli H d e l 1922) : In quP,;to rnvvir:inantc nto d e i due popoli anglosnssoni s i p u v e d e r e l a ere n zionn di una cgrntn11i 1 t 11\0tt nou d eve lnme ntnrsene. E s e questa e g emonia anglos as"ono si servir del suo potere p e r ricoudurro il mondo s u ll a \i a d e ll'orrlino. l' i s i don piuttosto !elil'ilan rli qu<'s1o uvveuim e!lto >>. L'ANUELLA DELL'EBRAISMO V' poi la teoria (ch'io menziono soltanto. !asciandola a suoi seguaci) secondo c l!i gli Inglesi' e gli Ebrei sarebbero stretti tra loro da un misterioso vincolo della PrO'VVid.enza, al punto che ogni soluzione .non implicante 1a piena soddisfazione delle esigenze d'Israele costituirebbe un tradimento da parte degli Inglesi (senza guardare a qual costo per il povero Jafet !). Codesta gente riguarda l'lnghilterr a come l'ancella dell'Ebraismo, ed. una parte di essa g iunge a considerare i propri connazionali come le dieci trib in1edeli Tengo in libreria qualche esemplare di codesta letteratura. l Hilaire Belloc Gli ebrei, ed. cii. p 1921

PAGE 15

GUERRA CON L'ASSE L'ebreo Hore Belisha," ex-Ministro della guerra, a culloquio con Lord Halifax. SE CADE SION, CADE L'IMPERO INGLESE . Il 29 agosto 1939 Ire giorni prima dello scoppio della guerra Shaim Weizmann scriveva a Chamberlain : -! n quest'ora di crisl la convinLione che gli ebrei P"lranno conlri buire alla difesa dei .sacri mi spinge a scrivere questa lettera. Desidero conferma re nella maniera pi esplicita le dich ara zioni falle da me e dai miei colleghi nella sellimana scorsa, e cio che i giudei saran no a fianco della Gran Bretagna e combat teranno spalla a spalla con le democraz' e Nella, risposta il 2 settembre 1939, un gior no prima di entrare in guerra contro la Ger mania, Chami:lerlain accell con gioia l'alleanza offerta dai g f udei. Le lclleie scambia. le fra Weizmann e Chamberiain furono pubbFcate nel n. 68 della Palestine Correspon dence Agency del S settembre 1935 Il giornale l'A venir juit che usciva a Brusselle scriveva il S settembre 1939: L 'Agenzia ebraica per la Palestina ha pubblica!o la seguente dich f arazion e': il Gover no inglese ha dichiaralo guerra alla Germa nia di Hitler. la guura che l'ln 3hilferra slala costrella a dichiarare alla Germania na z : sta anche la nostra guerra. accorde remo all'esercito e al popolo inglese tuli.J 11 aiuto che in nostro potere lo stesso giornale L'A venir juif conclu deva: "In questa guerra, non c' alcna dif ferenza fra ebrei e inglesi. Ogni inglese un ebreo. Ogni ebreo un inglese. la vit toria dell'Impero braannico la villoria di Israele" E parecchi mesi prima che la guerra scop piaue, un deputato ebreo della Camera del L'aviatrice Inglese ritratta al centro miu Mona Friedlande,, di rana ebraica. L'ULTIMO RIFUGIO ll l9luglio 1939. il Da.i!y Express" cos concludeva l'articolo di fondo: Siccome l'Inghilterra costituisce l'ultimo rifugio e l'ultima f .orza dei giudei. il mas5imo servizio che noi rendere al popolo ebreo. ch' fare dell'Inghilterra una fortezza inespugnabile. E pensiamo sempre a questo: Se Israele vinto. lo anche l'Inghilterra; se l'lnghilerra vinta, lo anche Israele''. Comuni H. l. Hathan, dichiarava (vedi N ews Chronicle del 27 gennaio 1939): Se Sion cade, l'Impero inglese cade con "lui. Nel numero 2S, del 6 novembre 1941, del la rivista ebrai c a canadese The Canadian Jewish Chronicle o si legge: Samuel Bronfman, il presidente naziona le del Congresso ebraico canadese, in oc casione della chiusura della settima contereru:a annuale -dell'organiuazione che rap presenta gli ebrei del Canad, ha pronunciato ad Hamilton, le seguenti parole: "Da secoli c fra noi e g _li Inglesi una parenlela inlelleHuale e morale. Noi fummo legati a quella terra con vincoli indissolubili fin dal tempo in cui i soldati di Oliviero Crom well andavano in battaglia cantando l salm i di David; e poi da decine di anni nel quali gli uomini della nostra rana ebbero una parie tanto importante nella storia dell'Im pEro inglese: un Primo Ministro in Inghilter ra, un Vicer nelle Indie, soldati e sc en.r:ia li, industriali, e molli cittadi ni modesti e obbedienti L Inghilterra sta ta il primo Paese che ci abbia compresi e che abbia agito in conseguenza a questo accordo di sent!menli: proprio in questo giorno, 24 anni la, il Governo di Sua Maest proclamava ia' dichiarazione Balfour, un sim bolo della nostr11 parentela lntellettule in tutti l settori. Ci non strano, perc.h ab biamo sempre parlato la stessa l ingua, la lin gua della Bibbia, ii libro dei libri, che cosi sao per noi e per tutte le Nuioni di lingua inglese l :i

PAGE 16

Il giudeo Phlllp Sassoon, appartenente ad una potentissima dinastia giudaica d'Inghilterra: quella dell'oppio. LA CORSA DEI GIUDEI AL POTERE Da: Hilaire Belloc: Gli ebrei ('d. itl., Milano, 1934): Per tuffo questo tempo dalla caduta d Napoleone aU(I !Jrande .'ICunfitta. francese del 1 810-71, il peso e la posi .z ione degli Ebrei neU'Occiden te aumen fil ol f re ogn 1 pm t isione pur non determinando contrasti. anzi quasi sen z a richiamar neppure Entra ron.o dov1wque: nel Parlamento, nella Cmnera Alia, nelle Uni>twr.c;it i11 lt!Wiero assai notevole. Un Ebreo d i1-enne prmo 1ni.ni della Gran Bretagna (Di.sraeti), w1 aUro resse lt1 opposizione a Napoleone Il/. In nurnero crescente si assicurarono la rappresentanza nelle princ-ipali sfifl.ui.pni d'ogni paese; furono chiamati a far parte del corpo ir1segmmto d'itnportauti collegi; ad Oxfonl e a Cam bridge: s'imposero notevlmente n eUe letterature nazionali: Brouning e Arno/d. ad es. Inghilterra. Alloro per la prima volta entrarono nella di.plomazi a eUilO'fJea. Solo l'esercito e lo marina rimanevano immuni da ogn1 loro influsso. Neppure le )'amigl'i e regna-nti erano riwwt. te a sottrarsi alla loro penetraziune. L'ist1tuzio1w deUa PramassoJerla (della quale essi sono tnto inti.mamenfe alleati ed il cui ritu.alt' ha carattere ebraico) ebbe un(J assai ampi. o e Ad estendere il loro potere venne da ultim. o l o stampa anonima e il gen-era. lizzarsi delle societ anonim. e commerciali. (p. 19-20). Chiunque areva frequentato ln City, o ave'La sp"eso la sua vita a.Ua borsa di Pari. gi, o vvero cttrcwa qual-che grande impresa capitalistica, oppure a ve va rapporti di Phlllp Sassoon l alle corse, nella tribuna del noblluomlnl. 16

PAGE 17

qualsiasj entit c:olle grandi banche e dove va servirsi dei grandi mezzi di comunicazione per terrn e per mare, persino la personaj c:he traeva i mezzi precari. della sua 1'ita dal giornalismo, lutti e ciascuno a vevano fino a que sto-momento_ compreso che il pubblico silenzio sul pm ebraico era una condizione necessario-de/. proprjo benessere pri-vai'o.' Quanti riconosc-vano la gravit del rvoblema erano stati fino a questo momento con-vinti a la{;ere, almeno i n pubblico, da/1a paura, per quanto in. pri' vato si esprmesse ro spesso abbastanz a I J 'ocemente. Quanti. lo riconoscevano in minor grado erano pure affetti da una a.naloga paura. Si aveva infine la grande fo/.la di (JueUi ehe non erano n da necessi.t di conveni.enia n da timore al,cuno, ma erano per/ettamete contenti di lasci .or -percorrere aUe cose il loro crnnmino purch ri :e1.'essero rPgolarmente il loro salario o di-'tJintit numerica e, io posso aggiungere, non (:orr isp on deufe, aUa sua abilift; certo sproporzionato al suo di ritto ne' nostri affari. Fu l'Ebreo c h e introdusse la legge del divorzio '.r{ Francia: l'Ebreo chi alimettf l'antidericalismo ovunque, si.o in Francia cht in Italia; l'Ebreo che i m]Jegn le forze delle nazioni oc-B ci.denta.li nella -protezione de' suoi eom.pafrioti d'Oriente; l'Ebreo quello che ha permeato cos largamente del suo spirito le Universit e la stampa. (p. 156-57). ... ''la guerra del Sud-Africa (contro i Boeri), apertamente ed innegabilmente provocata e promossa da in-teressi ebraici ... ( Hilaire Belloc. op. cit. pag. 23) LA FEROCIA INGLESE EMULATDA ISRAELE Il giornale ebraico di Londra, '' The. Banner of lsrael" scriveva il 17 luglio 1888 : "Gli Irlandesi non sono buoni che da uccidere, ed una debolezza colpevole degli ebrei il non averli sterminati tutti" L'Inglese n'Oto come Jl Raj6 bianco di Saraw ak " unito attra verso 11 matrimonio con una figlia del visconte Esher, che qui vedete alla sua destra alla stirpe ebraica dei Mayer. li

PAGE 18

vittoria inglese. S M. Edoardo Vii ha riporlato una gr11nde Il suo cav a llo Ambush Il Mr ivalo al battendo senza. alcuna fatica tutti i sui cor.correnti. S M l a ta molto applaudita>> -Mio bravo Ambush, tu sei la gloria-del a11o regnc)l.., Ti nomino ... (caricatura apparsa su Le Rire ., 1901). volt o in tutti gli seanuali l"hl' l!t'c-itarono il ruono [inanzi.ario. eus e ome parteei p e a Ila tru l'fa m i neraria africana d ell'ebreo _Albu. tru l'l'a fpe e ptcrdere cirea.un miliardo allo ra, nel 1912, ai risparmiatori sopratutto tedesehi, e'gli l'u el evato 1111 giorno alla nobilt dal suo amico Edoardo. D a nllora e 1 thimnil Sr Ernest Casse!. 1n nn proeesso dw si svolse dopo la guerra in l' e br eo F'Piix Warburg t estimoni(; sotto giuramen to che egli snpeva dalla nipotina di Casse!, sposata a u 11 membro della famiglia r eale, da Lady Edwina C:vnthia Mounthattm1 lnome tede Batte n b e r g) <:ome Ernest Cm; s e l aveva ottenuto il suo nobi liare : Edoardo aveva nobilitato il UN RE INGLESE SERVO DEI GIUDEI P ensiamo ai ruppor.ti tra il pi grande amieo degli ebrei e aft'arista s ul trono inglese, Edoardo VIT, con l' ebreo Cassel. Il d'onnaiuolo sempre a lle prese con le strPttt:> .zze di denaro gi quando era Principe di Galles. M !J)pe per la sua t'amiliarit con gli dnei, suscita re lo sdegno per l'i no rltlla nw madre. Vi vi stata una t esta coronnta che abbia dato ni figli di Israele in Inghilterra tauh prove del suo l'il VOI'!' e l SUO ani IliO liCIWVOJo, anzi arrtit:hPvo:e. quante u e ha date lui. Apperw asceso al trono il 22 gen: rwio 1901. egli dette agli israeliti in gl e si prove del sno a l'f etto ... Cosi scrive l 'ebreo dott. Adolpb Kohnt 1wl stiO iibro C ekriintt' und unge] r iiniC' .J udenl'reuncle, (Pilo-giudPi enronati e uou coronati). B erlino 191:!, libro dal quale sono stati presi nn< lll' i passi seguenti. \"ote erano l e SiH' relazioni ami impero mon diale acctta con a .nimo contrito, co unica salvezza innanzi alla vergogna pubblica, delle etPruosine da un'ebreo immigrato. Egli sapeva che eosi si abbandonava alla lllt'r :c degli ebrei. E l'ammontare di questo '
PAGE 19

PL UTOCRAZIA GIUDEO-INGLESE In una lettera all'ebreo bswald John Simon (pubblicata sul Jewfuh Chronicle di Londra. dell'l l marzo 1940, n 2136. pag. 14) r l noto scrittore cattolico inglese Hila.ire Belloc scriveva: "L'esistenza della plutocrazia giudeo-inglese mi sembra essere -una cosa altrettanto chiara che l' esistenlza dell'esercito francese o della Camera dei Pari o della Cattedrale di San Paolo". ALBAGIA EBRAICA L 'Ebreo del pi misero quartiere d i Londra, si sente superiore al magistrato dinanzi a cui vien tratto, al poli ziott o che mantiene l'ordine n.elia circolazione; i mmenso mente supericre al semplice sold a t o ed al marinaio. me stieri tro i p caratteris tici della .nostra razza. S i sente c:nche superiore a quelli che megho da lui sono compresi n egozJ::mti, gente che v1ve d 'astuzia. L 'espressione nostro viso, il nostro portamento, tl nostro persi n o t! particolar e che io nostra mente men o acuio per p i v e r satqe, confermar::o i l suo sentire. Egi riposa nelia stes s a confidenza che dE:ttava a Disrae!I, l u omo i Stat o ingies. le parole: L'Ebreo non pu es assorbite: non possibile. c h e una razz a superiore venga assorbita do un-:x infer! ore 1 H Belloc op CJL, p. S 8-39] Moncl, 5uo figlio sir Allred Mond e suo nipote, l'attual e Lord Melchett. Il nolo ebreo Emil Ludwlg (Cohn}, assieme alla moglie Mn. Beddinglon. SANGUE INFETTO Per dare un'idea fino a che punto il sangue giU daico abbia infettato l'aristocrazia. vogliamo ricordare che una delle poche pubblicazioni inglesi esistenti a t ale ri guardo. l'inchiesta della Imperia! Fascist League (Lega Imperiale Fascista): "Our Jewish Aristocracy" (La nostra aristocrazia giudaica) indica come sicuri i casi d i giudaiz zazione in essa esaminati. ll loro computo d queste cifre: 90 tit9lati viventi. ebrei al 100 per cento; 40 arist.:>cratici viventi, sposati con ebree; 46 altri cci:si di parentela giudaica nell'alta an stocrazia; 82 di sa.ngue giudaico insignite di titoli anl:'tocratid personali; 29 persone insignite di tit o li nobiliari personali con moglie ebrea; l l altre persone i cui figli o le cui figlie han contratto matrimonio con persone di sangue giudaico; 24 ebree che portano il titolo nobiliare come vedove di aristocratici defunti. Complessivamente sono 22 casi solo nella genera zione attuale di mescolanza del sangue, un::r volta germanico. della classe superiore inglese. col giudaismo 1 Wolf Me'r 2r-Chnstian: op c i t p 96-971

PAGE 20

ALBIONE SIONISTA Nel mondo maomettano assai pi va sto, controllato dall'Inghilterra dieci vone maggiore di quello dom i nato dalla Francia -s'ebbe un'attrito assai minere lino a questi ultimi ma le cose si sono invertite ed ora l'Inghil terra che appare ai Maomettani come la protettrice -degli Ebrei. Cominci col sostenere la linanza ebraica i n Egitto; continu col favorire il controllo ebrai co sul ccmmerclt' indiano; e s'allarg coll'ammettere Il dominio ebraico della concorrenza indiana. Ha poi toccato il suo cuim lne colla grottesca nomina di un Ebr .eo a Vicer d 'I ndia e coll'esperimento straordinario in Palestina. Oggi, nel momento in cui io scrivo, non v' dubbio alcuno sulla queslio ne. Da Rabat sull Atlantico al Gotlo del Bengala, le potenze occidentali sono cons :derate come gli agenti dell'intru sione ebraica che riesce insopportabi lt: ail'lslam. E mentre l'accusa princlpa. le si ilv.,lgeva, lino a pochi anni or sono alla Frncla, oggi essa ricade sul govuno Inglese. La nuova Sion non fa assegnamen lc .per la sua pace nterna per il suo ras sodamentc di Ironie a forze ;>stilissime, per le espropriazioni dei proprietari lo cali, p el manl'enimento dell'ordine tra gli elementi indigeni assai -avversi, su so!dali ebrei e sul coraggio ebreo. Essa si sorregge sui soldati inglesi, sull'or ganizzazione inglese, sulla generosil inglese. (Hi l aire Belloc op. c it., p 167 e 185) UN SIONISTA. DEL 1600 L'ingt ,se 'I'homas Fuller. amico del noto rn bhino di Amsterdam 1[anasss thnrt:>ol'. with the H of the Old ami New 'l'estanwnt aeted th\>reon Il liht;o aptHi.rve .n L o n d l'a P porta l'indicazione print<>d .J. F for .John Williams nt tlw signt> of the Crown in Pauls ( 'hurch-yard > A pag. 194, 195 e 196 d e l ;)" volume, Fullt>r si agli sforzi degli l'hr\-i di quell'epoca per un focolare ehrnieo e per conquistare il mondo intt>ro, e scriveva (vedi voi. 5, eap. il, rwr. 1, pag. 194): "L'intenzione degli ebrei di oggi i. d i ri tomare un giorno, sotto la guida del loro : Messia, paese di Cnnnan e nella eitt di Gerusalemme. l' di rinvt'l'Til' il possesso ... Gli bri soni> sondti in qnesta sprran-Il distintivo della Conferenza dei e degli ebrei, indetta manco a dirlo negli Stati Uniti. Un distintivo slonlsta. za da alcuni pastori profustanti, i quali pensano che gli ebrei fonderanno un giorno uno Stato opulento fa. stoso e magnifico, e he, oltrE." ad a.ltre grandiose azioni, anche Gog e Magog (la Turchia) verr conquista-. to con una guferra. Uno scrittore ha ingrandito nelle suE." pubblicazioni la futura estensione dello Stato ebraico, in tal mudo che lo si dovuto imprigionar('. Le sue previsioni si allar gavano fino alla pretesa di sapere eh e in fu turo tutti i sovrani cristiani a,;rebbero finito per rimettere la lo ro potenza. nelle mani del superiore Impero drella nazione ebraica e per fare atto d'omaggio a quell'Impero. Si trattava dell'ingle se M. Finch, il quale, nel libro -The calling of _the Jews pubblicato da Will Gouge nell'anno 1621, pretende va effettivamente che un giornoti i Sovrani crisfiani ab bandonato il potere ai giudei. Questo propagandista fu arrestato.

PAGE 21

GENETifJA Lo studio della ereditariet delle malformazioni corporee, le quali possono proiellarsi ramo discendente direttamente o non solo utile a conoscere .: n quale misura vera l11 legge_ ineluttabile !ella pecca fisica che come il originale incide su tutta la filiazione, ma anche valida a iar conoscere come anche le pi mociosle anomalie, secondo le stesse norme, possono essere trasmesse. Ci siamo pi volte intrattenuti su questo argomento, a sc:.remo costretti a rilorn. nvi sempre perch una co scienzll della respons11bili -t genetica Infatti 11. ncora da la pratica ci fa cadere solto gli occhi o !gni giorno c11si di incoscienza delittuosa in b11se !11111 moltissimi mall-i ,monii e moltissimi Liberi vengono 11 condursi senza lene1 conto della fatale di malattie e di malformazioni esistenti in un o od in ambedue i genitori. Mi occorso un c11so di ... pudore per cui la donn11 non 'vverl il compagno di una sua m11laitia inlern11 fa.cilmenle. trasmissibile o comunque valida a produrre nella gravi inficialu-re, onde rimase compromessa l'interi! liliazione ereditaria Vogliamo attenerci ai casi di trasmissione pi impressionanti per :noslrare a lutti la regola ril dellll legge la quale segue la stessa prassi genelic11 anche per le pi piccole difettosit fisiche e osichiche . Nessuna parte del corpo, sia elemento psichico od elemento anatomico o fisiologico, da questa legge di trasmissibilit dei difetti e delle malformazioni pi o meno palesi. Per esempio, l a fragilit congenita del s islema osseo produce nei discendenti le ml!llormllzioni scheletriche pi impressionanti. Questa anomalia consiste in una normalit degli osleoblasti ed in un a mancaia comp11tlezza degli strati corticali i quali anche porosi all'esame redioscopico. L!! figurllzione che pubblichi.::mo dimostra come ne i discendenti diretti l'anomalia del_ la mzdre venga ad assumere ccmeguenze pi vistose Questo difetto grove risult11 obieltivamente combinato con una deficienza di pigmanlo. elle sclere e con difetto di funzionamento del lab(rinlo uditivo. La linea ereditaria presenta dominanza dell'anomalia: ci stato osservato e risconIrato. in una famiglia dUJante il corso di cinque generlessa costante di trasmissibilil Continuer in un'altra lezione ad elencare e 11d indi care tutte le altre 11nqmalie che incidono sui rami delle discendenze e che quindi l11rono -irrimediabilmenle -quell11 porzione dell11 rana che ne colpil11 11nche per incoscie.nz11 dei progenilori. MOD. Malformazioni ossee: nella IHCire cii !1 emi; b) nel figlio di lt anni; c) nen. figli di 19 ennf.

PAGE 22

questionario Da Borgo San P ietro (Rieti) il comerala G iuseppe Cappelli c.i invio la seguente let tere;: Il camerala Guido Landra nel suo articolo Raz z i smo llaliano" scrive: Ouollro anni f a quelli che credevano nella 1 azza erano raggruppali intorno al TevE : Ie al Regime Fascista" alla "Vita Jlaliana e a Ouadrivio Oggi quelli che credono e lollano fanno parte dello stesso gruppo. -... -Perch fino al 1938 non s i mai avuto il coraggio di pronunziare la parola razzismo? ... No i siamo i raz z i s l i delle pr i ma C !::l. Noi siamo i soli che abbiamo il dirillo di chiamarci razzisti P .iano, gentile camerata, per scr iver e c i avete inl:rpellato s ingolarmente ogni Ita liano p e r s apere i l suo pensiero al riguardo? lo non essendo stato .interpellato, mi sento un po' punto sul vivo, come si sentirebbe punto sul vive un quals iasi c i clista se i o scrivessi: Soltanto io so andare in bici clelia u l Arrivalo a questo pun! o basterebbe che Anche i o sono razzista dell'anno tale e non mi resterebbe che pianlarla li. Ma non la pianto, anzi in previsi one che questi ultimi due fogli di un ultimo blocchello non mi bastino, scrivo stretto; far la croni5foria di come si tanto sv iluppato in me i l razz i smo, come l'ho manifestato e i n fine ch iedendo qualche consiglio di cu i un autodidatta ha sempre bisogno: Durante l'altra guena, che io, del 18 1 6 ma andato volontari o col 1893, mi son falla tutta nella R M a!n a, usc una poesia di Trilussa di cui non ricordo il titolo, e che c;omin" Mim i la galla n e r 3 ha parloril o, ha fallo sei gattini ecc. e finisce: E que slo ve dimoslra chiaramente che la lotta de razza che c adesso, co' lutto l 'odio che se porta appresso, la prepar Dio Padre Onnipolenlel Da allora (vedere data d i pubblicazione della poesi a) entralo i n me il microbo del razz i sta, microbo divenloto ora elelanlel Da oliera l'idea d i razza corpo e forse si lrosform in anligiudaismo, certo che da allora io ho sempre _9etto istintiva mente ebreacci l In seguito, dopo i l congedo nel 1919, ho navigato per il mondo in qualit di Ufficiale Radiotelegrafisla sui mer cantili e vi so dire che nessuno dei ferra i oli pu quanto un marittimo conoscere tutta J.., sconcezza della pi sconci a delle razz e. Avete mai assist i lo all imbercc di di ecine di pidocchi o si, a Sciangai, fuggi t i v i dallll Russia, i quali pretendevano n ientemeno che di i ssa r e al picco lll bandiera b i ancll e celeste con l11 stella a sei punte? Avete mlli assistilo allo sbarco a Gillffa di colal i individui proveni enti da tutta l'Europa? Voi caro Camer ata, avete mai noto!() se d i sgrezillfllmenle ci losse llncora, la l11pide murata sull11 sinagog11 a Romll? Ess11 dice: Ebre i morti per una pi g rande Jlalia Ca p i le, camerata? Per l Italia, non per la Pa tria! Nel l inguaggi o g iudeo tale frase suone;ebbe circa cos: Il sangue di questi no stri stupidi fral all i che s i sono falli am m az zare per voi ; ce lo pagherete ben. caro!! E' ancora l quello sconcio?_ Per le m i e idee razzialf e r o spesso sfot fulo dai colleghi ; spesso ero sollecitato ad appartenere a questo o a quel par lilo ma io ho sempre r ispo> slo che mi sarei eniusi asli camente iscr i tto a quel partito che escludeva dalle. sue file gli ebrea cci ed i negri. Tale rispo s ta veniva .o come u n o scherzo scemo o dai pi, come una p rovocazione. A. farla breve, ho sempre fatto, di mia ini ziat i va propaganda razziale anti g i Jdaic:ll e quando nel 1938 usc il iamoso m anifesto esullai e m i feci parecchie i llu s ioni. Invece secondo ii mio punto di v i sta gli ebre acci st anno molto meglio di pri ma, se non altro si son tollo il peso del mil i ta r e senza. contropar tita. Dite un po' came r ata, credete. voi che gli ebrei sa rebbero in guerra? Credete voi che non avr eb_ b e ro messo in molo lutti i mos e gl i isacco di ques to mondo per essere esoner ali e re sf!lre -a-casa a fregare i cristiani? C ha g :osso sbaglio la di scriminazione! Quando navigavo fu con me un giovane tr iestino, tal Germa nis i l quale si vantava di essere puro ebreo p erch di modre ebrea e di avere del po polo eletto lutti i c;aratteri specifici mostrando con compiacenza quasi lonione Ira le sopraccigli a e i capelli delle tempie (tale io gli dicevo che era un magnifico indice di degenerazione!) Rividi co stui nel 1'929 a Roma e mi degn si. e no d i uno sguardo ( i o e r o disoccupato -p'erch, colpil o olite e conseguente sor i l, ave vo dovutoabbandonare la Marina Mercan' til e ) Ora non so, forse discriminalo, ma slate pur sicuro ch e non si vanter pi d i e ssere ebreo .;; che i n guerra non ci va un llcc idenlel Veniamo 0 1 a a i consi gli r ichiesti e m i s tudi e r p i che. posso di essera ch i a r o e conciso. Sono pronto a sottoscrivere il se guito del vos tro articolo, giustissimo: diffondere l'idea e combattere il g i ucla smo, N. 1 dell'Itali a Ma nostre (mi mello onche i o frll i razzisti) non sa! ebbero altro che parole, meglio ncora chiacchiere: e come abbattere con le chiac un nemico che ha la legge dalla sua? lo che il mo rte a i giudei trovo mo do d incastrar-lo in lutti i discorsi debbo a volte f11re selli mortali dialettici per non fare f igure barbine specie parlando con gente che viene d i citt la quale m ; rimbecca i n modo davvero. imbarazzante. Cosa rispondereste voi se vi 1 epli c11ssero cos: Gli ebrei ? e chi sta megli di loro: non fonno il soldato secondo il loro pi ardente desiderio, e se lungo le scale d i casa, dove abitano ariani ed u 1o di questi lancia occhiate sarcastiche e Direttore responsabile : TELESIO INTERLANDI Ist ituto R 'ornano di Art i Grafiche Roma vocanti 11 donne che hanno i loro c:ai a combattere o coduti, come rispondere? con uno sputo. i n faccia? e chi avrebbe ragion? La radio da notizie appa renlemente poco buone dal f ronte? Come far cessare i com menti sott ilissimamenle sfotlenli falli ad alta voce dalle finestre dei co-rtili? Perch si la sci a loro il modo di fregare ancora i cri stiani? Cosa rispondo i o? Eh l gi l si, vero, per, eco per ora non possibile mettere troppa carne al fuoco, ma aspetta che finisca guerra e vedrai! Per bene che vBda loro, riandr in -vigore il ghetto, si separer l olio dalla morchia, sar riprist inato lo sciamanno ed allora l 'ebreaccio oltre che dal puzzo s i riconoscer anche da esso. Agli ebrei sar tolto l'onore d e l saluto romano, dovlanno.salula-re con un profondo 'inchino; la 1adio non p!ranno pi averl e le pene cui vanno incontro consi .sleranno solo in pene pecuniar i e per esempio l'ergasfo lo pu essere sostitu ito con la spoliazione, cosa per lcr(; a! sai pi dolorosa; le accuse degli ariani verso i giudei av ranno valore ancne se no n suffragale. da testimonianze, come oggi per quelle dei c arabini eri. Vedrete, ve.drele, ma bisogna pazienza, s anz frellll si fanno i capolavori! Ecc ecc. Naturalmente a lutto questo non ci credo n emmeno i o e mi-si melle spina al cuore mollo s i mil e a llo sco raggiameroto. Come combattere in queste condizioni ? Tempo fa leggevo ul Popolo. d'Italia d i ebreacci mandati al confino non so in quali campagne, i quali esercitavano oaiese. mente l'accaparramento di generi alimentari, perch non scriver lo sui g i ornali? Anche d e lla R : IZza molto fe-mpo fa, for s e sul f -3!.cicolo dei orimi di s ettembre: 1941, si leqqev. 3 del modo usato da codesf. 3 genie PE r spadunosfrare nei cons igli di ammi ni!l azion e d e lle soci e l anonime. m3 perch non provvedere con l eggi O che forse ci deve pen sme i l c ittadino qu. 3lunque a repri mere certe sconcezze? lo vedo che in non c i hanno pe. n salo su due volte a l e var! i p iedi, con profitto grande per l 'erario, lutti gli derafi; si capisco, noi siamo buoni, non vo gl iamo far piangere nessun chi ci beve il sangue, noi siamo C:Valieri ecc. ecc. ma allora perch tanto sbraitare? Ma un sospetto m i punge, questo, forse i f motivo principale per il quale io scr ivo: Non mi st upirei che, dala la vii" c -3mpa gnola che meno (dal 1940 non vado in citt e a l lora ci dovetti andare perh richia mato!) malgrado sia abbonalo al Popolo d'J falia e comperi lutti i gicrni il. Popolo di Roma nonch, quando ne ho l 'oc csione, altre r i viste, non mi stupirei dicevo, di essere lucri strada, di non capire c io un accidente di tante cose che c redevo conoscere da una ventina d'anni!> >

PAGE 23

BANCA COMMERCIALE ITALIANA SOCIET PER AZIONI CAPITALE L. 700.000.000 INTERAMENTE VERSATO RISeRVA L. 170.000.000 BANCA DI INTERESSE NAZIONALE


xml version 1.0 encoding UTF-8 standalone no
mods:mods xmlns:mods http:www.loc.govmodsv3 xmlns:xsi http:www.w3.org2001XMLSchema-instance xsi:schemaLocation http:www.loc.govmodsv3mods-3-1.xsd
mods:relatedItem type host
mods:identifier issn 0000-0000mods:part
mods:detail volume mods:number 6issue 13series Year mods:caption 19341934Month May5Day 11mods:originInfo mods:dateIssued iso8601 1934-05-01


MISSING IMAGE

Material Information

Title:
Difesa della razza : scienza, documentazione, polemica, questionario
Physical Description:
Serial
Publisher:
Società anonima Istituto romano di arti grafiche di Tumminelli
Place of Publication:
Roma
Publication Date:
Frequency:
semimonthly
regular

Subjects

Subjects / Keywords:
Race relations -- Periodicals   ( lcsh )
Jews -- Periodicals -- Italy   ( lcsh )
Race relations -- Periodicals -- Italy   ( lcsh )
Genre:
periodical   ( marcgt )
serial   ( sobekcm )

Record Information

Source Institution:
University of South Florida Library
Holding Location:
University of South Florida
Rights Management:
All applicable rights reserved by the source institution and holding location.
Resource Identifier:
usfldc doi - D43-00113
usfldc handle - d43.113
System ID:
SFS0024306:00113


This item is only available as the following downloads:


Full Text
xml version 1.0 encoding UTF-8 standalone no
record xmlns http:www.loc.govMARC21slim
leader 00000nas 2200000Ka 4500
controlfield tag 008 121018u19381943it sr p p 0 b0ita
datafield ind1 8 ind2 024
subfield code a D43-00113
040
FHM
c FHM
049
FHM
0 245
Difesa della razza : scienza, documentazione, polemica, questionario.
n Vol. 6, no. 13 (May 1934)
260
[Roma :
b Societa anonima Istituto romano di arti grafiche di Tumminelli],
May 1934
650
Race relations
v Periodicals.
Jews
z Italy
Periodicals.
651
Italy
x Race relations
Periodicals.
1 773
t Difesa della razza : scienza, documentazione, polemica, questionario.
4 856
u http://digital.lib.usf.edu/?d43.113



PAGE 1

Lj DIFES! DELL!

PAGE 2

..-----SOMMARIO--___, GIOVANNI SAVELLI-STORIA INTERNA DELL'ANGLO-GIUDAISMO: LE TAPPE DELL'.ASCESA EBRAICA IN INGHILTERRA; l GIUDEI NEL CONSIGLIO INGLESE DELLA CORONA. 1 L'INFLUSSO EBRAICO NELLA SOCIETA INGLESE CHI LI UNISCE?; SP-IONAGGIO EBRAICO; UN GUERRAFONDAIO PARENTE DI EBREI; L'EGEMONIA PLUTOCRATIC.A AUSPICATA DAl GIUDEI; L'ANCELLA DELL'EBRAISMO; SE CADE SION CADE L IMPERO INGLESE; L'ULTIMO RIFUGIO; LA CORSA DEl GIUDEI AL POTERE; LA FEROCIA INGLESE EMULATA DA ISRAELE. UN RE INGLESE SERVO DEI GIUDEI "LUTOCRAZIA GIUDEO-INGLESE; ALBAGIA EBRAICA; SANGUE INFETTO; ALBIONE SIO NISTA; UN SIONISTA DEL 1600 MOD.: GENETICA QUESTIONARIO PICCOLO SFOGO GLI UFFICI DELLA "DIFESA DELLA RAZZA" SI TROVANO IN ROMA PIAZZA COLONNA (PORTICI DI VElO) TELEFONO 63737 62880 -IL E L'AVAMPOSTO DELLA STAMPA FASCISTA LEGGERE IL ''TEVERE" DIRETTO DA TELESIO INTERLANDI non significa soltanto essere informati ma anche e soprattutto avere una guida

PAGE 3

ANNO VI NUMERO 13 5 MAGGIO 1943-XXI ESCE IL 5 E IL 20 DI OGNI IllESE UN N U &l E Il O S E P A R A T O L l R E l ABDONAI\IEN1'0 ANNUO LIRE 20 ABBONAMENTO SEMESTRALE 12 ESTERO IL DOPPIO Direttore: TELESIO INTERLANDI Comitato di redazione: prof. dott. GUlDO L AN DRA prof. dott. LIDI O CIPRIANI Segretario di redazione: GI 9RGIO ALMIRANTE SC'IENZ! DOCUUENTAZIONE POLEUICA OUESTIONJ\810 QUESTO F _ASCICOLO E INTERAMENTE DEDICATO ALLA DOCUMENTAZIONE DELLA GIUDAIZZAZIONE DELL'INGHILTERRA Con questo numero si concfude la serie dei quattro fascicoli spe ciali da noi annunciati sull'Inghilterra. Nei tre precedenti (usciti il 5 febbraio, il 5 marzo e il 5 aprile) e in quello presente, la "Difesa della Razza ' ha offerto ai lettori un quadro completo della decadenza irreparabile della razza e della societ d'Inghilterra

PAGE 4

STO BIA . INTERNA Une famiglie giudaica d'Inghilterra celebre le festivit del Pessover. D all'alto Medioevo al '400. la storia britannica si ri solve n ell' urt o di espe rie nz e inte rn e, attraverso l e quali s i c hi a rifi ca no l e tendenze razziali origi nari e. Co n l'avvent o d c i Tudor e il con sol id amento d e l regim e co s i ha n e l seco l o XV, l a sco perla d e lla formula c h e rapprescJi t e r il fulcro d e l mondo a n g l o-sasson e, il nod o c ir cuore eli un a tradi zione di raz za c h e in essa si ri so lve e s i riconosce. l Tudo r s ta b iliscono la loro sovranit in un se n so c h e diremmo ci r colare: a Il in eando intorno a s a nzi c h articolarle n ell'unitarie t eli un a strut tura in pro f o ndit. l e forz e raggruppan t i g li innume r evo li nu c l e i e int r css i mu ni cipali. f amiliari, assoc iativi L e lot t e di un 'inte ra epoca sboccana" n e ll'ela s ti c it i un co di ce c h e, m entre JHOpo n e il mito eli un a convergenza c h e in r eal t secca m ecca ni c a di interfe r enze. non intacca il vitali s m o dei gruppi. S i concr e ta cos poli ti ca m e nt e l'o rientamento tipico della p sic h e anglo- sassone tr a atomis ti co e funzionalmente uniforme. L in g l ese si isola n e l suo mi c ro cosmo morale, segue la p arabo l a eli f o r ze interne c h e la car e nza eli un ce n tro unificat o r e accentua n ella violenza clelia dinamica. fino a condurle a una frizione di estre mi p e r l e gradazioni di un processo c h e dev i a dalla pienez:t.a d e lla r ea lt v e r s o i geom etrici s ucceda n e i razionali o ver so i f antomatici s uc ced a n ei d e ll istinto. Tale o ri enta m e nt o appare. g rosso nwdo. co m e l a contro pa rt e di una co ndiz i o n e t errit orialt: di fronte allr r eaz i o ni e agli a c ri abbandoni di un'umanit ta a l di l di un a frattura geografica, divenuta frattura sto ri ca e morale. Dalla alla disciplina soc ia l e dalla p o liti ca all'economia, statuti, codici rea l izza7Ji o ni o bb ediranno ai mo ti,i i di un cos tant e conformis mo isola zio ni s ta Ecco. attraverso l e div e r-se cor renti protestanti, il formars i della Chi esa di Stato>) c!o di un'organiz zazione incorporata nella struttura so c ial e e articolata s u quella; e d ecco g li svil,up pi di una formulazione r e li g io s a c he, partita d a l ritorno evangeli co.
PAGE 5

Veduta della Nuova Gerusalemme (Londra). Caricatura settecentesca contro il Duca di Hew castle. che, comperato dagli ebrei, fece p provare la legge sulla naturallnuione. Gli interessi della finanza internazionale ebraica e quelli del commercio in glese s'erano per tanto tempo identificati ... (Hilaire Belloc. op.cit. pag. 164) Moses Montefiore. d e l l' A_ N G L O GIUDAISD:O Ecco un'altra famiglia giudaica deil'lnghiltena, riunita per la festa di Passover. ;;mu indiffe renziatamente tra l un a e l'altra d elle forze in equilibrio o in gli realizzano il paradosso di una e di una persi;;tenza e spansim)i;;tiche .. c he tanto pi s i i solano quanto pi si co n c r e tano: .scivolando oltre grandi direttric i s tori c he in un gioco margina le e di rimbalzi e di co n traccolpi c h e ;;fugge. fino al p ossib ile. alle leggi da cui condizionata normal mente la parabola di ascP s a e di ritor no d elle entit storiche or:ranizzate. Il mondo britannico s i cos titui sce co s nella di un a struttura in cui fattori religiosi e politici. morali. empirici, sociali s i legano s ul perno del l'orientamento fondamentale, verso la dilatazione fisi ca, aggregatrice, t erre sin:-. condizionata dalla_ contrazione i so lazionis ta. Da questo moto di costante alterazione atomis tica e funzionale, de riva appunto la carenza equilibratrice. l'oscillazione tra estremi, l'insuffic i e n za alla grande creazione deri va, pi strettamente. la tendenza alla prevaricazione politica, utilitaria. mora le, e una ,;orta di me ssianes inio di de stino d'elezione terrestre passa to a Ilo stato di principio didattico, propagandi stico. p s i co lo g i co, c io di sciolto nel modo d'essere e di operare della razza Sono moventi cogniti: nello stesso attivarsi di ques t o mondo, nella dinamica int e n s iva e d es t e n s iva. del rw.mo -e della societ ang lo-sassone. c:oncre ta una conver:renza. di natura ziale, co n l'uomo e co n l"organizza;r,io ne :riudaica. l du e atte:rgiamenti ra7zia l i e,;.;pre riro rtatt. r o n gulare ,;imultaneit. a motivi ed s ioni parallele: dalla cleviazi o n e :!iuJai ca del fattore r eligioso verso l"involu zione alla secca funz .on .Jiit empirica in c ui ,;i dis cio lgono e defor mano g li irnruls i d 'altro ordine e p or tata: dal frazi oname nto individualis ti{"o a l l'uniformizzazione nella co nsentanei t di una struttura c h e aggrega m o ti in definitame nt e analoghi: dal l'i so lamen to psicologi-co ed etnico alla carenza storica, dalla contrazione fra spinte e streme alla violenza della proiez ionr verso l'e sterno e ai tesi egocentris mi di razza Non a caso la storiografia eb raica ha ce rcato di dimostrare. anche di re cent e, che lo stesso nome di Saxon formato dal nome del fi g li o di sacco, lsaa .cso n E sj co noscono le tante ipote si, a fondo pi o meno favoloso, c he la cultura britannica e quella giudaica stanno pazientemente elaborando da de cenni per tentar di provare c h e l"anti ca trib deg li Angli fu una derivazio ne. diretta o indiretta. di quella mi s te rios a decima trib di Giuda mi s t e riosa mente scomparsa qualche fa dalla Palestina. Su questa consentanei t interna. s u queste affinit f o nd a m e n tali. si trama una vicinanza di vicende. un interferire di apporti. un int e rcamhio di motivazioni e di svolgimenti s to ri ci c h e alla lu ce delle co n si d e razioni che s i :;ono fatte po sso no essere valutati nella sostanzialit del loro pieno s 1 gnr fi ca to l( primo in contro tra britanni e g tu .)

PAGE 6

In sinagoga. d e i avvi e n e un j J ian o c :;oLio a sp.e tti stre tt a m ente indi cativi. Gli <'hre i g iun go n o in fortt nunlt'r O in lng ltilt erra a l d c i n o rm a n n i di Gu g l ie lrnu ii 1 : o nqui s tat o r e l l () (lCJ: i s i in c un eano Ira l e rovin e dello :ui r e l'incarico d elb n e ll"i di un ri go r o s o I,..tc m a fiscal e at t o a trarre d a ll e popo l a zinni l a ma g g ior copia di contributi in d enan r nn iunle. I ri sultati so n o tali c he p o chi cenni pi tardi. la n eo comunit e brai c a d 'Ing hilt erra o t tie n e rla Enric o I l a famos a l e tt era lib eratrice ch e l a partecipe di n o t e v o l e parte d e i d iritti ri se rv a ti a ll a l l e ttivit na z iona l e. Pt>r la prima volta n ell'Europa c ri stiana. i giude i o m ;eguono_ in pien o M edioe vo quella s o mm a di fa c o!t c h e l i p o n e in graJo di o p erare co n lib e rt quas i completa s econdo gli orientame n t i propri d ella razza e s eco nd o l e pos s ibi lit offerte d alla situazi o n e . Ed prec i:;amente dalla l e tt era di Enrito I da que;;ta conce.'Ssion e di dirit ti dal rapido inne;t o ebraico n e ll a c i e t f euda l e in g l e!'e, c h e ha inizi o il es p e rim e nt o mercantile d ella no .