Citation
SSI news: Notiziario della Società Speleologica Italiana

Material Information

Title:
SSI news: Notiziario della Società Speleologica Italiana
Series Title:
SSI news: Notiziario della Società Speleologica Italiana
Creator:
Società Speleologica Italiana
Publisher:
Societe Speleologica Italiana
Publication Date:
Language:
Italian

Subjects

Subjects / Keywords:
Regional Speleology ( local )
Resource Management ( local )
Genre:
Newsletter
serial ( sobekcm )
Location:
Italy

Notes

General Note:
Contents: Editoriale -- Vita in SSI -- Dalle Commissioni -- Manifestazioni, corsi, convegni, congressi, incontri ... -- Convocazione Assemblea Ordinaria -- Verbale Assemblea Ordinaria dell'08/04/2006.
Restriction:
Open Access - Permission by Publisher
Original Version:
No. 2 (September 2006)
General Note:
See Extended description for more information.

Record Information

Source Institution:
University of South Florida Library
Holding Location:
University of South Florida
Rights Management:
All applicable rights reserved by the source institution and holding location.
Resource Identifier:
K26-04255 ( USFLDC DOI )
k26.4255 ( USFLDC Handle )
9048 ( karstportal - original NodeID )

USFLDC Membership

Aggregations:
Karst Information Portal

Postcard Information

Format:
Serial

Downloads

This item has the following downloads:


Full Text
Description
Contents: Editoriale
--
Vita in SSI --
Dalle Commissioni --
Manifestazioni, corsi, convegni, congressi, incontri ...
--
Convocazione Assemblea Ordinaria --
Verbale Assemblea Ordinaria dell'08/04/2006.



PAGE 1

1 News Notiziario della Societ Speleologica Italiana Numero 2/2006 – Settembre 2006 Editoriale Dedicato ai soci. Esce un altro numero di SSINews la finestra sulla vita societaria di SSI che serve da promemoria e da agenda. Su questi fogli informativi, due volte all’anno, vengono riportate le informazioni, le notizie, le novit, le cose – insomma – che bene che tutti i soci sappiano per operare al meglio e perdere meno tempo burocraticamente parlando. Burocraticamente, purtroppo. Infatti, siamo giunti a un livello tale di associazionismo che non possiamo pi essere trattati come una “grande famiglia”, ma dobbiamo sottostare a determinate regole e leggi che non ci fanno sicuramente piacere, che ci fanno lavorare di pi, ma che sono necessarie. Per questo motivo, volente o nolente, il Consiglio Direttivo stato costretto a introdurre alcune regole (parola dura ma necessaria) per alcune richieste. Sono nate cos le norme per la richiesta dei patrocini, dell’indirizzario dei gruppi, e dell’iscrizione a SSI da parte di minorenni Quest’ultima disposizione era gi attiva da parecchio tempo ma, evidentemente, non tutti ne erano a conoscenza. Sono tutte regole che, ripeto, sono imposte per legge. Per questo motivo invito tutti i soci a tenere sempre sotto m ano questi numeri di SSINews : voi non ci crederete ma si possono leggere informazioni parecchio interessanti e utili. Tutta questa burocrazia ci impegna anche finanziariamente ed per questo motivo che il numero che state leggendo esce in Internet e non vi spedito a casa come succedeva di consueto. un a prova, un esperimento per vedere se pu essere una strada percorribile anche per il futuro: questo comporterebbe meno spese per tutti noi e la comodit di avere sempre in computer la copia di SSINews Buona lettura. Vita in SSI Costituzione di un Ufficio Legale SSI. con grande piacere che informiamo tutti i so ci che all’interno di SSI stato costituito un Ufficio Legale. La notizia di quelle che ci riempie di gioia perch al nostro appello di alcuni mesi fa hanno risposto con entusiasmo ben 9 avvocati che hanno accettato di lavorare (ma speriamo di no!) senza onorario e con un sano entusiasmo che non ci aspettavamo. I loro nomi sono: Patrizia Calcagno, Claudio Capasso, Bruno Capilungo, Giuseppe Loviglio, Massimiliano Piras, Deborah Pirolina, Gina Satta, Alessandro Specchiulli e Laila Veneri. A loro va pubblicamente il ringraziamento di tutta la Societ Speleologica It aliana nella speranza, come abbiamo gi detto, di farli “lavorare” il meno possibile! Legge sulla Privacy Ai sensi dell’Art.5 del Codice in materia di protezione dei dati personali (D.lgs 196 dd. 30 giugno 2003) la Societ Spel eologica Italiana comunica che il titolare del trattamento Societ Speleologica Italiana e responsabile del trattamento Giampietro Marchesi – Ufficio di Presidenza; Unit per la tutela della privacy: Enrico Fratnik – Ufficio Assicurazioni Incaricati del trattamento: Mila (Emilia) Bottegal (Segreteria Soci) Enrico Fratnik (Ufficio Assicurazioni) Cristina Donati (Tesoreria) Anna Agostini (Contabilit e Tesoreria) Michele Sivelli (Biblioteca e Commissione Editoria) In questo numero: Editoriale 1 Vita in SSI 1 Dalle Commissioni 6 Manifestazioni, corsi, convegni, congressi, incontri,… 7 Convocazione Assemblea Ordinaria 10 Verbale Assemblea Ordinaria dell’8 aprile 2006 11 ATTENZIONE! IL CONTO CORRENTE BANCARIO DI SSI CAMBIATO IL NUOVO CONTO : UniCreditBanca SpA C/C n. 621694 intestato a Societ Speleologica Italiana ABI 02008 CAB 02457 CIN Z – Filiale di Bologna, Piazza Aldrovandi Resta invece invariato il conto corrente postale n. 58504002 intestato a Societ Speleologica Italiana, Via Zamboni, 67 – 40126 BOLOGNA

PAGE 2

2 Paolo Dori (Commissione Foto-Video) Mauro Kraus (Commissione Scuole) Maurizio La Rovere (Coordinamento Scuole Abruzzo) Giuseppe Antonio Ranieri (Coordinamento Scuole Calabria) Francesco Maurano (Coordin amento Scuole Campania) Paolo Grimandi (Coordinamento Scuole Emilia-Romagna) Marco Ottalevi (Coordinamento Scuole Lazio) Riccardo Barbero (Coordin amento Scuole Liguria) Diego Chiodi (Coordinamento Scuole Lombardia) Paola D’Eugenio (Coordinamento Scuole Marche) Michele Notartomaso (Coord inamento Scuole Molise) Flavio Ghiro (Coordinamento Scuole Piemonte) Salvatore Inguscio (Coordinamento Scuole Puglia) Mauro Contu (Coordinamento Scuole Sardegna) Corrado Nastasi (Coordinamento Scuole Sicilia) Raffaele Bruzzi (Coordinam ento Scuole Toscana) Roberto Marcellini (Coordinamento Scuole Umbria) Donatella Rossi (Coordinamento Scuole Veneto) Qualunque interpello per esercizio dei diritti ai sensi degli artt. 7 e 146 D.Lgs. n. 196/2003 va inviato mezzo lettera raccomandata con ricevuta di r itorno al seguente indirizzo: Societ Speleologica Italiana – Unit per la tutela della privacy – Casella Postale 807 – 34100 Trieste. Norme per la concessione dell’indirizzario SSI... Sempre pi spesso capita che alla segr eteria arrivino richieste per avere gli indirizzi dei gruppi speleologici, la maggior parte delle volte per la spedizione di pubblicazioni o per l’inoltro di depliant riguardanti corsi o manifestazioni a carattere speleologico; se una volta il fatto di consegnarli era solo una questione di tempo e di lavoro in pi, adesso invece subentra anche la Legge sulla Privacy che contribuisce a rendere pi burocratica tutta la trafila. Per questo motivo stato stilato un vademecum con delle regole ben precise che dovrebbero essere a prova di ulteriore denuncia... ve lo riportiamo qui sotto fermo restando che non vengono minimamente prese in considerazione richieste da parte di strutture che intendono spedire pubblicit: il richiedente deve essere gruppo SSI in regola con il pagamento della quota sociale dell’anno in corso; la richiesta va fatta su carta intestata del gruppo con firma in originale del pres idente e con la specifica dell’utilizzo degli indirizzi e l’impegno a non usarli per altri scopi: la richiesta deve arrivare per posta alla segreteria; in caso di spedizione di p ubblicazioni, se si tratta di opere non conosciute, si richiede la visione preventiva in modo da avere la certezza che i contenuti della pubblicazione non vadano contro le norme statutarie di SSI; gli indirizzi vengono spediti in formato etichette gi stampate su cartaceo e co n un simbolo riconoscitivo diverso per ogni richiesta per determinarne un unico uso legato a una unica richiesta; in caso di spedizione di pubblicazioni, viene inoltre richiesto che tre copie vengano spedite al Centro di Documentazione Speleologica “F. Anelli” di Bologna. ... e per la concessione dei patrocini. Anche la concessione dei patrocini stata oggetto di discussione da parte del Consiglio Direttivo il quale ha determinato delle regole dettate soprattutto dalla presenza di una polizza assicurativa nella concessione dei patrocini. Di seguito vengono riportate le norme che regolamentano la concessione. Il CD si riserva comunque di prendere diverse decisioni esaminando i casi man mano che vengono presentate le richieste. Patrocinio per incontri e manifestazioni che presuppongano l’attivazione della RCT : il gruppo richiedente deve essere, di norma, in regola con la quota sociale SSI; presentazione, almeno 60 gior ni prima, di una richiesta scritta su carta intestata e firmata in originale dal presidente del gruppo richiedente o dal responsabile della manifestazione; presentazione di un progetto o di un programma dettagliato relativo alla manifestazione/iniziativa per la quale si chiede il patrocinio; obbligo di citazione della So ciet Speleologica Italiana e di pubblicazione dei riferime nti inerenti le sue pagine Internet nonch riproduzione del logo SSI nelle locandine e in tutto il materiale informativo; obbligo di fornire un resoconto alla conclusione della manifestazione/iniziativa patrocinata. Patrocinio per pubblicazioni, libri, poster e altre opere che non presuppongano l’attivazione della RCT : il gruppo o l’autore richiedente deve essere, di norma, in regola con la quota sociale SSI; presentazione, almeno 60 giorni prima, di una richiesta scritta su carta intestata e firmata in originale dal presidente del gruppo richiedente o dall’autore dell’opera; presentazione di un progetto editoriale e, prima della stampa, facolt di visionare l’opera da parte della SSI; obbligo di citazione della So ciet Speleologica Italiana e di pubblicazione dei riferime nti inerenti le sue pagine Internet nonch riproduzione del logo SSI nelle locandine e in tutto il materiale informativo eventualmente prodotto in occasione della presentazione dell’opera; obbligo di fornire 2 copie dell’opera al Centro di Documentazione Speleologica “F. Anelli” di Bologna. Soci minorenni. Sempre per la Legge sulla Privacy, se dei vostri soci che si iscrivono per la prima volta a SSI sono minorenni, ricordatevi sempre di farvi firmare e di inviarci un foglio sottoscritto da uno dei genitori nel quale si autorizza il minore a effettuare l’iscrizione. A noi serve per essere tutelati e per essere sicuri che il genitore sia a conoscenza della cosa. Questa una regola che gi stata scritta ma... repetita iuvant Ringraziamenti Il Consiglio Direttivo della SSI, tenutosi il 10 e 11 giugno, stato ospitato in Friuli Venezia Giulia. La tendenza del CD infatti quella di riunirsi sul territorio in modo da essere pi presente tra i soci e con le realt locali. In questa occasione le riunioni hanno goduto dell’ospitalit del Gruppo Speleologico Monfalconese “Amici del Fante” a Monfalcone (GO) e del Gruppo Speleologico San Giusto a Trieste. Il Consiglio Direttivo ringrazia i due gruppi per la disponibilit e l’accoglienza. Il prossimo Consiglio Direttivo, sempre programmato in un fine settimana, si terr a Castellana Grotte (BA) ospiti del Gruppo Puglia Grotte e del Museo Speleologico Franco Anelli delle Grotte di Castellana.

PAGE 3

3 Avete rinnovato la quota per il 2006? Per essere coperti da assicurazione nel 2006 necessa rio aver rinnovato la quota di adesione alla Societ Spel eologica Italiana. La copertura assicurativa, indipendentemen te dalla data di rinnovo o iscrizione, scade comunque il 31 dicembre e per questo sono a ricordarvi quanto importante sia rinnovare la quota il prima possibile. Le quote, relative al 2006, non sono cambiate e sono le seguenti: Socio aderente: 16 euro Socio ordinario: 35 euro Socio sostenitore: 120 euro Socio gruppo: 120 euro Le vostre quote possono essere pagate tramite: Bonifico Bancario : UniCreditBanca SpA C/C numero 621694 intestato a Societ Speleologica Italiana, ABI 02008 CAB 02457 CIN Z – Filiale di Bologna, Piazza Aldrovandi. Conto Corrente Postale : CCP n. 58504002, intestato a Societ Speleologica Italiana, Via Zamboni, 67 – 40126 Bologna. L’ideale che raccogliate le qu ote di tutti i soci per i quali dovete rinnovare l’iscrizione a SSI, poi facciate un unico pagamento includendo il gruppo e tutti soci, siano essi soci nuovi o rinnovi, poi mandiate uno schema riepilogativo con tutti i nomi e di fianco a ognuno segnate quanto e che tipo di quota ha pagato (aderenti, ordinari o sostenitori). Per i soci nuovi aggiungete la loro scheda di iscrizione, quella chiamata “Domanda iscrizione singoli”, che trovate su http://www.ssi.speleo.it/it/download.htm Poi mandate per fax al numero 040 3728640 la fotocopia della ricevuta del pagamento, lo schema riepilogativo e le eventuali schede dei nuovi soci. Le stesse schede poi le spedite anche per posta prioritaria (Societ Speleologica Italiana, casella postale 807 – 34100 Trieste) perch serve la firma in originale del soci o nuovo. Importante che ci sia sempre un numero di telefono e un indirizzo di posta elettronica in modo che, per qualsiasi dubbio, sappiamo chi chiamare. Poi, quando abbiamo ricevuto tutto, facciamo le registrazioni delle quote e spediamo tutte le ricevute e i bollini in un’unica busta all’indirizzo del gruppo o della persona che ci indicherete voi nel fax. Se qualcuno dei vostri soci ha cambiato domicilio, residenza, telefono o mail, ce lo potete segnalare sempre nello schema riepilogativo in modo che possiamo registrare la variazione direttamente sul database. Se volete rinnovare la vostra quota separatamente, la trafila non cambia. Per qualsiasi dubbio o perplessit, non esitate a contattare la segreteria o a collegarvi al sito della SSI alla pagina Internet http://www.ssi.speleo.it Questo stesso trafiletto stato gi pubblicato sul numero 1/2006 di SSINews ; le stesse cose, ma con altre parole, sono gi state scritte e dette. Eppure capita ancora spesso che arrivino alla segreteria dei bollettini di CCP mandati dalle poste e che a noi non sia mai arrivata alcuna scheda compilata... non basta pagare una quota per essere soci e sarebbe bene che queste righe venissero lette dai responsabili dei gruppi grotte che sono le persone alle quali i neo soci si rivolgono. E poi non mi stancher mai di dirlo: se ci sono dubbi o perplessit telefonate o scrivete alla segreteria! Prossimo appuntamento: Casola 2006 Scarburo! Dopo sette anni di assenza, la speleologia internazionale far nuovamente tappa a Casola Valsenio (RA), che diventer ancora una volta Speleopolis. L’appuntamento annuale si terr dall’1 al 5 novembre e la SSI sar presente con stand, riunioni, assemblee e incontri. Ecco il calendario delle riunioni che riguardano i soci SSI: Commissione Foto/Video: venerd 3 novembre alle 9.00; Commissione Didattica: sabato 4 novembre alle 9.30; Commissione Catasto: sabato 4 novembre alle 9.30; Commissione Cavit Artificiali: sabato 4 novembre alle 10.00. Ovviamente la SSI sar presente anche con il solito stand nel quale troveranno posto la segreteria, l’ufficio assicurazioni, l’ufficio re lazioni internazionali e la Biblioteca Anelli con tante pubblicazioni e novit editoriali e, da quest’anno, anche uno spazio per la Commissione Scuole dove potrete fugare i dubbi che vi attanagliano prima, durante e dopo i corsi di speleologia. Ci saranno inoltre altri appuntamenti che qui riassumiamo suddivisi per Commissione presentatrice: Commissione Speleosub 1. Recenti esplorazioni spel eosubacquee in Italia (Mario Marconi) 2. L’attivit esplorativa speleosubacquea in Svizzera e Francia, regione France-Comte (Maxime de Gianpietro) 3. La Risorgenza della Foce dei Monti Sabini (Giorgio Caramanna) 4. Attivit della CNS (Leo Fancello, Alessio Fileccia) Quattro proiezioni, della durata di 30 minuti ciascuna, che si svolgeranno venerd 3 novembre dalle 16.00 alle 18.00. Commissione Cavit Artificiali Anteprima nazionale del film sui sotterranei dell’antica Badia Greca di San Nilo – Grottaferrata-Roma (Centro Ricerche Sotterranee Egeria ASSO e Studio Blu Production) Ufficio Relazioni Internazionali Si svolger il Secondo incontro sulla speleologia internazionale L’URI sar anche presente allo Speleobar con uno stand dedicato a Cuba. Commissione Didattica Tavola Rotonda “La bottega di Rodolfo Giannotti” (nella bottega degli artigiani i futuri artisti apprendono l’arte) – venerd 3 novembre dalle 9.30 alle 13.00. Si parler di esperienze didattiche, toponomastica, folklore, parchi naturali, grotte e altro ancora. Progetto PowerPoint Sempre nell’ambito della manifestazione Casola 2006 verranno presentate, elaborate e discusse una serie di presentazioni in formato PowerPoint grazie a incontri di gruppi di lavoro aperti a tutti, che si terranno gioved 2, venerd 3, sabato 4 e domenica 5 novembre con orario dalle 8.30 alle 9.00. Di seguito la presentazione del progetto: Scopo Realizzare una serie di lezioni didattiche (utilizzabili da master universitario a corsi di primo livello SSI) sui principali argomenti di Speleologia e Carsismo da rendere fruibili a tutti (~1500 immagini).

PAGE 4

4 Perch dei powerpoint? Perch sono molto pi elastici di ogni dispensa o libro e possono essere facilmente personalizzati da chiunque li utilizzi in funzione delle sue conoscenze e/o di quelle di coloro a cui verr presentato. Chi organizza? La SSI che mette a disposizione uno spazio specifico sul suo server per la realizzazione pratica dei PowerPoint. Chi coordina? Paolo Forti e l’Istituto Italiano di Speleologia. Chi collabora? Tutti quelli che lo desiderano, comunicandolo per mail al coordinatore (forti@geomin.unibo.it). Come si collabora? 1. rendendosi disponibili a coordinare uno o pi PowerPoint specifici; 2. collaborando per la realizzazione e/o il miglioramento di uno o pi PowerPoint; 3. rendendosi disponibile a fornire immagini utili per i PowerPoint; 4. visionando i PowerPoint gi realizzati e criticandoli costruttivamente. Quali sono le scadenze? Elenco definitivo dei PowerPoint entro Casola 2006. Elenco definitivo dei Coordinatori entro Casola 2006. Primi PowerPoint proiettati a Casola 2006 per discuterne assieme in sessioni pubbliche giornaliere. Prima stesura di tutti i PowerPoint entro Natale 2006. Fine del processo di ottimizzazione entro giugno 2007. Realizzazione delle versioni pubbliche e divulgazione (CD/DVD) entro novembre 2007. Realizzazione della versione inglese/italiano (DVD) e presentazione al Congre sso UIS luglio 2009. Quale il format per ogni PowerPoint? Ogni argomento deve essere trattato inizialmente a livello di master universitario, da cui verranno poi estratti i PowerPoint per i livelli inferi ori. Ogni PowerPoint deve contenere circa 60 immagini per una durata stimata della lezione di 2 ore. Qualora un argomento sia troppo lungo bisogner spezzarlo in due lezioni possibilmente autosufficienti. Qualora un argomento sia pi breve allora si potr pensare di utilizzarlo come estensione di una lezione fondamentale e dovr contenere circa 30 immagini. Se ancora pi breve bisogner accorparlo (anche in un secondo tempo) a qualche cosa d’altro. Nella prima slide di ogni PowerPoint ci sar, oltre al titolo, anche il nome di tutti i collaboratori. Nell’ultima slide ci saranno le letture di approfondimento (obbligatorio che siano disponibili nel CDS). Nella versione iniziale i PowerPoint dovranno essere PRIVI di animazioni (quest e saranno eventualmente standardizzate alla fine). Elenco preliminare dei titoli dei PowerPoint In ordine casuale 1. Storia della Speleologia (gi realizzato) 2. Evoluzione della speleologia in Italia 3. Speleologia e Ricerca scientifica (gi realizzato) 4. Il carsismo superficiale 5. Speleogenesi 6. Morfologie carsiche profonde 7. I depositi chimici delle Grotte (gi realizzato) 8. Il concrezionamento 1 (gi realizzato) 9. Il concrezionamento 2 (gi realizzato) 10. Speleotemi e ricerca scientifica (gi realizzato) 11. Le grotte in ghiaccio 12. Le grotte vulcaniche 13. Le grotte ipogeniche 14. Le grotte marine 15. Il carsismo nelle evaporiti 16. Le grotte di miniera 17. Le cavit artificiali 18. Tecnica speleologica 19. Documentare le grotte 20. L’impatto dell’uomo 21. La vita nelle grotte 22. La meteorologia ipogee 23. Gli acquiferi carsici 24. SOS in grotta 25. I fenomeni carsici italiani Novit editoriali Saranno in vendita allo stand che la SSI allestir a Casola le ultime due novit nel campo dell’editoria speleologica. Si tratta di Sulle corde di Monica Dini e di Ipoesie di Stefano Sturloni. Entrambe le pubblicazioni entreranno a far pa rte della collana “Narrativa e Poesia – Nuovi autori” che c onta altri due titoli sempre per le edizioni della Societ Speleologica Italiana: La vetta e il fondo di Roberto Chignola (1996) e Altre piccole profondit di Stefano Meggiorini (2000). Sulle corde una raccolta di novelle nelle quali ognuno di noi trova una grotta, un pozzo, una persona o una situazione gi vissuta. Sono pezzi di vita speleologica da leggere tutti d’un fiato e che, a volte, lasciano l’amaro in bocca, a volte ci portano a fare scongiuri, o, addirittura … al groppo in gola. Ipoesie invece, ha un titolo che non lascia dubbi: sono una antologia di poesie molto piacevoli anche per chi rimasto fermo alle rime studiate a scuola. Il vo lume arricchito anche da disegni opera dell’autore stesso. Insomma, in sintesi, non lasciatevi sfuggire queste due ultime chicche per arricchir e le vostre biblioteche. Oltre a questi due volumi potrete trovare anche le ristampe di alcuni dei “Quaderni didattici” che avevate trovato esauriti nelle ultime occasi oni; i numeri che sono stati ristampati e che verranno riproposti sono i primi sei e precisamente: 1. Geomorfologia e speleogenesi carsica 2. Tecnica speleologica 3. Il rilievo delle grotte 4. Speleologia in cavit artificiali 5. L’impatto dell’uomo sull’ambiente di grotta 6. Geologia per speleologi Chi fosse interessato ad averne copie, pu inoltrare la richiesta alla Biblioteca “F. Anelli” per e-mail (ssibib@geomin.unibo.it) o per fax (051 250049). La consegna di gran lunga pref eribile effettuarla a Casola allo stand SSI dove potrete acquistare anche i vecchi (e nuovi) numeri di Speleologia di Opera Ipogea di International Journal of Speleology nonch Atti di convegni e congressi, le Memorie dell’Istituto Italiano di Speleologia libri di tecnica e quant’altro venga prodotto e che riguardi la speleologia. Vi aspettiamo quindi a Casola dall’1 al 5 novembre per darvi la possibilit di arricchire ancora di pi gli scaffali delle vostre biblioteche.

PAGE 5

5 Numeri e indirizzi utili Una volta di pi riportiamo i recapiti della Giunta, degli Uffici, delle Commissioni e dei Gruppi di Lavoro della So ciet Speleologica Italiana. L’elenco vi pu tornare utile a mo’ di agenda in modo da essere sempre in grado di contattare le persone giuste. GIUNTA Presidenza: Giampietro Marchesi Tel. 333 5069533, Fax 030 6852325 presidenza@ssi.speleo.it Vicepresidenza: Carlo Germani vicepresidenza@ssi.speleo.it Segreteria: Mila Bottegal C.P. 807 – 34100 Trieste Tel. 335 5433673, Fax 040 3728640 segreteria@ssi.speleo.it Tesoreria: Cristina Donati Tel. 338 3814367, Tel./Fax 030 6852325 tesoreria@ssi.speleo.it UFFICI Assicurazioni: Enrico Fratnik C.P. 807 – 34100 Trieste Tel. 335 5434002, Fax 040 3728640 assicurazioni@ssi.speleo.it Centro Italiano di Documentazione Speleologica “F. Anelli” Via Zamboni, 67 – 40126 Bologna Tel./Fax 051 250049 biblioteca@ssi.speleo.it Ufficio Relazioni Internazionali (Uri): Riccardo Dall’Acqua e Fabio Siccardi Fax 019 8485490 estero@ssi.speleo.it COMMISSIONI Catasto: Massimo Mancini Tel. 320 4309112, Fax 0874 418373 catasto.grotte@ssi.speleo.it Didattica: Franco Utili Tel./Fax 055 8448155 didattica@ssi.speleo.it Editoria e Comunicazione c/o CIDS Via Zamboni, 67 – 40126 Bologna Tel./Fax 051 250049 biblioteca@ssi.speleo.it Cavit Artificiali: Ezio Burri Tel. 335 8124719, Tel. 0871 346613 (casa) artificiali@ssi.speleo.it Scuole: Mauro Kraus scuole@ssi.speleo.it Speleo Subacquea: Alessio Fileccia speleosub@ssi.speleo.it Foto/Video: Paolo Dori Tel. 339 7705052 foto.video@ssi.speleo.it GRUPPI DI LAVORO Scientifico: Paolo Forti Tel. 051 2094547, Fax 051 2094522 forti@geomin.unibo.it Materiali e tecnica: Giovanni Badino Tel. 011 4361266, Fax 011 6707493 badino@to.infn.it Salvaguardia aree carsiche: Mauro Chiesi Tel./Fax 0522 591758 maurochiesi3@virgilio.it Informatica Responsabile gruppo : hostmaster@ssi.speleo.it Isacco Curreli : webmaster.ijs@ssi.speleo.it Riccardo Dall’Acqua : webmaster.italia-cuba@ssi.speleo.it Paolo Dori : webmaster.fotovideo@ssi.speleo.it Enrico Fratnik : webmaster.socissi@ssi.speleo.it Daniela Lovece : webmaster@ssi.speleo.it Quote per l’anno 2006 e modalit di pagamento SOCIO ADERENTE 16,00 € SOCIO ORDINARIO 35,00 € SOCIO SOSTENITORE 120,00 € SOCIO GRUPPO 120,00 € BONIFICO BANCARIO UniCreditBanca SpA C/C numero 621694 in testato a Societ Speleologica Italiana, ABI 02008 CAB 02457 CIN Z – Filia le di Bologna, Piazza Aldrovandi CONTO CORRENTE POSTALE Conto Corrente Postale numero 58504002, in testato a Societ Speleologica Italiana, Via Zamboni, 67 – 40126 Bologna

PAGE 6

6 Dalle Commissioni Commissione Cavit Artificiali Opera Ipogea Storia Cultura Civilt Ambiente A Casola Valsenio, presso lo stand SSI, saranno disponibili i nuovi numeri di Opera Ipogea 1-2/2005 (speciale Atti Imagna sessione artificiali) e 1-2/2006. Rinnovata nel formato, nella periodicit e nella veste grafica, la rivista – giunta all’ottavo anno di vita – si riconferma preciso punto di riferimento per gli studiosi delle cavit di origine antrop ica. Grazie a numeri a doppia consistenza e alla collaborazione della nuova redazione, le uscite recuperano finalmente la tempistica arretrata. Resta invariata la direzione della rivista, mentre il coordinamento affidato a Marco Campagnoli, nuovo capo redattore, che sar affiancato da alcuni componenti della precedente redazione e da una prestigiosa rosa di referee L’indirizzo della nuova redazione il seguente: Redazione Opera Ipogea presso Marco Campagnoli Via Vinciguerra, 28 – 62019 Recanati (MC) redazione.operaipogea@ssi.speleo.it La rivista, ora in formato A4, sar editata direttamente dalla SSI gi proprietaria della testata e spedita gratuitamente ai gruppi. A Casola, stand SSI, potrete sottoscrivere l’abbonamento per l’anno 2007 utilizzando il coupon in distribuzione. Ora pi che mai abbiamo bisogno del vostro sostegno... vi aspettiamo!!! Carla Galeazzi – Direttore responsabile di Opera Ipogea Commissione Scuole Scuole e dintorni A partire dall’1.1.2006, c’ stato un profondo rinnovamento all’interno della Commissione Nazionale Scuole di Speleol ogia della SSI. cambiato il segretario, sono cambiati ben 7 Coordinatori regionali su 17, e inevitabilmente questo stravolgimento ha comportato un doppio effetto. Da un lato l’entusiasmo di chi subentrato ha dato la spinta per nuove iniziative e per un rinnovato coordinamento della galassia scuole; dall’altro lato l’inesperienza e la necessit di cominciare appena ad allacciare rapporti con realt finora sconosciute ha comportato rallentamenti nell’attivit e ritardi nell’affrontare alcuni problemi che affliggono da anni la Commissione Scuole. Approfittiamo comunque ora dell’ospitalit di SSINews per fornire finalmente alcuni numeri che meglio possono dare l’idea delle dimensioni del “fenomeno scuole” in ambito SSI. Per quanto riguarda invece l’organigramma della struttura (coordinatori, direttori, scuole, contatti telefonici, indirizzi mail e quant’altro) si rimanda tanto al sito ufficiale della SSI quanto al sito “ufficioso” www.cnssssi.it, utilizzato dalla Commissi one quale sito di lavoro. Al primo di settembre 2006, 110 sono i gruppi che, organizzati in 104 scuole, copr ono attualmente 17 regioni italiane. Rimangono escluse Valle d’Aosta (dove il discorso speleologia ovviamente limitato dalle caratteristiche del territorio), Trentino Alto Adige (in cui storicamente l’attivit speleo-alpinistica viene svolta dalle locali sezioni CAI-SAT) e Basilicata (dove per si sta assistendo ad un risveglio dell’interesse verso le gr otte in generale e la SSI in particolare). 104 scuole possono sembrare tante o poche, a seconda dei casi: indiscutibile la loro diversit per storia, grandezza, potenzialit e at tivit. Accanto a realt consolidate negli anni e tuttora validamente operative continuano a persistere strutture ormai in crisi di attivit e di identit, ma si affiancano anch e nuovi nuclei che tentano di sopperire con l’entusiasmo alle inevitabili carenze di esperienza e di materiale umano. Come premesso, si sta operando una revisione che magari porter inevitabilmente a qualche scelta dolorosa: ma preferibile concentrarsi sulle strutture vive e vegete, valorizzando ed incentivando il loro operato, piuttosto che continuare a supportare strutture ormai agonizzanti. Analogo discorso vale per il cosiddetto “corpo docente”, nominalmente composto da ben 1.501 speleologi, suddivisi tra Istruttori di tecnica (840), Aiuto-Istruttori di tecnica (496) e Istruttori di speleologia nelle varie materie di competenza (586). Accanto a persone estremamente valide ce ne sono altre pi “caserecce”, ma non dobbiamo dimenticare che la gran parte di questi istruttori proviene dalla gestione antecedente il 2000, momento a partire dal quale per conseguire la qualifica diventato obbligatorio sostenere un esame. Non basta ovviamente una singola prova, peraltro ancora variabil e da regione in regione, per risolvere i problemi di compet enza del corpo istruttori, ma sarebbe ingiusto non riconoscere che l’istituzione degli stage di qualificazione, laddove gli stessi vengano organizzati con la giusta seriet e severit, ha portato ad un aumento del livello medio di preparazione t ecnico/culturale di coloro che si affacciano al mondo della scuola, specialmente se il momento dell’esame viene fatto precedere da un adeguato percorso formativo non lasciato alle cure della singola scuola, ma organizzato da lla struttura quantomeno regionale. Ovviamente per il risultato, se risultato ci sar, sar visibile solo tra qualche anno. E parlando di stage di qualificazione, 5 sono stati gli esami organizzati nel corso del primo semestre 2006 in Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Lombardi a, Veneto e Piemonte. 66 i partecipanti e 61 i “promossi”, suddivisi tra 18 nuovi Istruttori di tecnica e 43 nuovi Aiuto-Istruttori di tecnica. Spiace constatare come nel corso del 2006 questa parte di attivit, che non deve venir vista come un momento di solo esame, ma come un’occasione di incontro e crescita tecnico-culturale, si sia c oncentrata nell’area Nord. Nel secondo semestre infatti vi l’idea di organizzare un solo altro stage, pi precisamente nel Lazio, ma sicuramente nell’anno a venire non mancheranno altre occasioni. Ovviamente ben pi numerosi sono stati i corsi di primo livello che nel primo semestre del 2006 sono stati 37. Di questi, che hanno interessato l’intero territorio nazionale con l’esclusione delle sole Calabria e Marche, 32 sono

PAGE 7

7 andati a buon fine, mentre 5 sono stati sospesi a causa del numero insufficiente di allievi. Questi ultimi sono stati 278, suddivisibili tra 187 maschi e ben 91 femmine, che ormai costituiscono il 30% del bacino di utenza. Preoccupa, o quantomeno desta interesse, il dato sull’et media dei partecipanti che ormai si aggira intorno ai 29 anni, a dimostrazione di come la speleologia non interessi ormai pi le cosiddette nuove generazioni. A far felice l’Ufficio Assicurazioni della SSI il dato relativo agli incidenti, che sono stati soltanto 3, e tutti di modesta entit, nell’ambito di un numero di uscite pari ad oltre 160. Da rilevare infine come l’estensione di questa relazione sia stata possibile solo grazie all’intervento diretto del segretario che ha dovuto sollecitare a ben 15 direttori di scuola l’invio del consuntivo dei vari corsi. Si auspica quindi per il futuro una maggior collaborazione da parte di tutte le strutture afferenti alla Commissione Scuole. Positivi i segnali per il secondo semestre, con 20 corsi gi in cantiere, che si spera po rtino il numero complessivo degli iscritti ad oltre 500 unit, dato significativo sia per lo sviluppo della SSI in termini di nuovi soci che per l’opera di divulgazione verso la societ esterna. Desolante appare invece il quadro della situazione dei corsi di secondo livello (val enza regionale), che nel primo semestre ha visto la sola Emilia Romagna promuovere l’ottimo corso “Conservazione e studio dei Chirotteri troglofili”, con ben 40 partecipanti. Decisamente migliore appare invece la situazione del secondo semestre, con 2 corsi gi organizzati (Liguria, “Stage regionale di tecnica” e Campania “La documentazione speleologica”) ed altri 5 in cantiere (Veneto, “La ri cerca delle cavit naturali in zone carsiche” e Puglia, Tecnica – Biospeleologia – Monitoraggio aree carsich e – Primo soccorso). 2 sono stati infine i corsi di terzo livello (valenza nazionale) omologati dalla Commissione, il 40 “Le cavit minerarie: abbandono ed e voluzione” (organizzato dal Gruppo Speleologico L’Or so di Castell’Azzara – Grosseto) e il 41 “Il monitoraggio ambientale in ambiente carsico” (organizzato dalla Soci et Speleologica Italiana). Mauro Kraus – Segretario Commissione Scuole Manifestazioni, corsi, convegni, congressi, incontri,… Scarburo! – Un viaggio al centro della Terra. Mercoled 1 novembre-domenica 5 novembre La tecnologia come ha cambiato e come cambier il modo di frequentare, documentare, percepire le grotte? Polimeri contro acciaio, energia di muscolo e potenza perforante, satelliti contro bussole e teodoliti, led e nuovi ingombri per gli Ampere contro carburo e calce esausta. Altre possibili scale di misura, quasi svegliarsi con occhi che hanno propriet di microscopio. Quanto siamo consapevoli di questo, che capacit abbiamo di scoprire, noi, i progetti “nelle loro mute culle”? Da Gaia a Ctn, cio all’abisso… Dei cinque possibili materiali sensi della geografia quello decisivo non pi la vista… ma forse si avvia ad essere l’odorato, intendendo come vuole Heidegger, non gi una forma ma qualcosa in grado di comunicare l’essere dell’ente“in modo di gran lunga pi immediato e vero di quanto possa fare qualunque descrizione o esame, vale a dire… qualsiasi cartografia”. (F. Farinelli I segni del mondo Immagine cartografica e discorso geografico in et moderna ). Quando leggerete queste note l’edificio di Casola 2006 sar gi in avanzata fase di costruzione. Sono state fatte scelte molto precise, per rompere consuetudini e reiterazioni che rischiavano di togliere agli appuntamenti originalit e forza. Vi saranno lo Speleo bar del Frastuono e quello del Silenzio, un’Arena per gli spettacoli e gli eventi; naturalmente, sono previste proiezioni, appunti di saggezza o pensieri profondi ( i mitici banchi di Nebbia ) in luoghi deputati ( Teatro Senio, Polivalente Vecchi Magazzini… ), ma anche in situazioni itineranti e sorprenden ti. Laboratori permanenti (tecniche e soccorso, cartografia e catasto, fotografia… ), percorsi didattici, installazioni, mostre d’arte davvero underground : troverete, cercandola, anche una Sala di Elogio alla Luce all’interno della Fabbrica del Carburo. Riflessioni importanti sul senso della geografia o dell’innovazione tecnologica; comunicazioni su nuove possibilit e soluzioni tecniche o di metodo. Un viaggio al Centro della Terra o “ nel vuoto buio dell’intelletto ”. Prassi e magia, scienza e kermesse, sapore e odore delle cose, perdersi per potersi ritrovare. Convegni importanti sui chirotteri e sui Parchi dell’Emilia Romagna. Visite guidate nelle grotte e su lla Vena del Gesso con esperti ed esploratori. Scenografie effimere, ma con solidissime radici; intervengono, infatti, tutte le squadre casolane di costruttori di carri allegorici, abili artigiani per potenti strutture con una storia ultracentenaria. Naturalmente, nel progettare il tutto abbiamo tenuto conto delle vostre aspettative, per dare risposte, ma anche per depistare, togliere certezze ed indicare possibili nuovi percorsi. Spazio dunque anche alla narrazione, ad immagini, voci e note di chi frequenta l’esterno delle montagne. Una notte bianca, che sar, nel caso, nera. Un fuori orario speleologico con cose pazzesche sulle grotte vi ste dai non speleologi. Come sempre, dovrete scegliere e come sempre troverete e perderete qualcosa. Vi saran no repliche, ma non di tutto. Dovrete costruire il vostro palinsesto, fare le vostre scalette, inseguire orari oppure sostare e incontrare, centellinando i tranquilli umori dell’autunno. Fino all’ultimo non saprete tutto quanto in programma, perch per molte cose non ci sono nemmeno le parole per dirle. Forse siamo costruttori di magie o semplici mercanti di sogni. Star a voi dire quanto abbiamo barato. Comunque preparatevi, davvero tempo di migrare. www.casola2006.it; info@casola2006.it Fax +39 1782272106 – C.P. 72 – 48010 Casola Valsenio (RA) Il Comitato Ramaloch 2007 Il Ramaloch, tradizionale convegno dei gruppi grotte vicentini, nel 2007 assumer carattere regionale, diventando occasione di incontro e confronto della speleologia veneta. “ Ramaloch 2007 – Incontro Regionale di Speleologia ” si svolger nei giorni 23-25 marzo 2007 a Recoaro Terme (V icenza): uscite in grotta,

PAGE 8

8 mostre, proiezioni e relazi oni su quello che succede nel sottosuolo veneto. Il programma dettagliato sar definito nei prossimi mesi. L’organi zzazione della manifestazione a cura del Gruppo Grotte CAI Valdagno e del direttivo della Federazione Speleologica Veneta. Per informazioni: Massimo Longo: tamaraemassimo@aliceposta.it e Maria Luisa Perissinotto: geomaui@libero.it. I Convegno Regionale di Speleologia in Cavit Artificiali – Architetture nel Buio Per i giorni 24 e 25 marzo 2007 – a Castellana-Grotte (Ba) – nelle sale del Palazzo di Citt il Gruppo Puglia Grotte organizza il I Convegno Regionale di Speleologia in Cavit Artificiali L’incontro mira a diffondere la conoscenza del patrimonio ipogeo artificiale pugliese inteso nelle sue varie espressioni e significati. A partire dalla preistoria, si no alla met dello scorso secolo, le cavit d’origine an tropica come cave e miniere, antichi acquedotti, pozzi, cisterne e gallerie di drenaggio, insediamenti rupestri, cavit cultu ali, opere a scopo civile e militare – sono state espressione della capacit umana di realizzare opere ipogee funzi onali alle proprie esigenze materiali e spirituali. Per ognuno dei settori di indagine della speleologia in cavit artificiali, dunque, in relazione alle macrozone geografiche pugliesi del Salento, delle Murge e del Gargano, verranno proposti interventi a invito L’iniziativa, pure, ha l’obiettivo di mettere in relazione il mondo accademico e quello della ricerca autonoma; l’auspicio, infatti, poter assist ere alla nascita di proficui e duraturi contatti tra gli specialisti, gli studiosi e i pi appassionati conoscitori del mondo ipogeo di origine naturale, gli speleologi. Allo scopo, sar promossa una sezione espositiva per la presentazione di poster dedica ti alla speleologia in cavit artificiali; possibile prenotare spazio espositivo entro 31/12/2006, sino ad esaurimento dei posti disponibili. Per la giornata del 25 marzo 2007 prevista la visita di alcune tra le pi rilevanti emergenze rupestri in Puglia; prevista la partecipazione previa prenotazione entro il 01/03/2007. Regole per la presentazione dei poster Per esporre il proprio contributo nella sezione espositiva dedicata ai poster obbligatoria la prenotazione dello spazio espositivo entro 31/12/2006 Le richieste saranno evase sino all’esaurimento dei posti espositivi disponibili. Il luogo dell’esposizione sar il Palazzo di Citt di Castellana-Grotte (Ba), luogo del Convegno. I poster dovranno avere l’ingombro massimo di m 1 x 1 ed essere montati, preferibilmente, su pannello di forex con spessore da 3 mm. Per contatti e informazioni: Vincenzo Manghisi – Gruppo Puglia Grotte – e-mail: convegno2007@gruppopugliagrotte.org XX Congresso Nazionale di Speleologia Si terr a Iglesias (CI) dal 27 al 30 aprile 2007 questo importante appuntamento speleologico or ganizzato dalla Federazione Speleologica Sarda con il patrocinio del Comune di Iglesias, della Societ Speleologica Italiana e dell’Istituto Italiano di Speleologia. Perch il congresso? I grandi numeri di partecipazione ai raduni nazionali di speleologia testimoniano il profondo desiderio degli esploratori del buio di incontrarsi. Questi eventi, iniziati nei primi anni 80 con la serie dei Phantaspeleo, hanno visto la partecipazione di diverse centinaia di persone che, ne l decennio successivo, sono salite sino a diverse migliaia e hanno finito per trasformare quegli incontri nell’evento speleologico numericamente pi importante al mondo. In parallelo a questa evoluzione, in modo quasi paradossale, si assistito ad una progressiva riduzione del numero dei partecipanti ai congressi nazionali di speleologia. Questo tipo di incontri istituzionali, che dalla prima edizione avvenuta nel 1933 a Trieste hanno rappresentato per anni la voce ufficiale del mondo speleologico, si progressivamente svuotato del suo ruolo divenendo un appuntamento per pochi affezionati, perdendo rappresentativit e capacit di attrazione, soprattutto sulle nuove leve, molto pi interessate a incontri di tipo pi conviviale e multiforme. Anche negli altri paesi l’evoluzione degli incontri stata simile, e l’Italia ha solo avuto il primato di essere un esempio da imitare per le modalit dell’incontro nazionale, mentre gli incontri pi strettamente scientifici e istituzionali sono diventati vere e proprie occasioni di nicchia. I dibattiti sulle origini di questo distacco del mondo speleologico dai momenti pi propriamente scientifici sono stati interessanti e hanno invocato trasformazioni sociali, perdita di autonomia individuale, caduta di interesse per scienze di tipo naturalistico-descrittivo, crisi delle istituzioni scientifiche, destrutturazioni dell’attivit, analfabetismo di ritorno, morbo di Alzheimer e quant’altro, ma sinora non hanno sortito grandi effetti. Noi, che siamo convinti dell’enorme utilit degli incontri nazionali, vogliamo partecipare a questo dibattito apportando modifiche allo strumento “congresso nazionale” e celebrandolo, ri strutturato, in terra di Sardegna. Siamo convinti che ci sia notevole maturit nella comunit speleologica e che sia solo questione di proporre un evento interessante e serio, non necessariamente serioso. Come comunit speleologica italiana siamo stati capaci di aprire la strada con i prot eiformi incontri nazionali; vogliamo tentare di aprirla anche con un nuovo modo di fare incontri di tipo scientifico. Un congresso nuovo dunque, questa la scommessa; un congresso che sappia far entr are in comunicazione tutta la comunit speleo, un arcobaleno di teste diverse ma simili che hanno in comune la passione per il grande universo sotterraneo e il desiderio di crescita. Al recente incontro nazionale di Valle Imagna abbiamo ritenuto interessante e vincente la scelta di incentrare il raduno su “ESPLORAZIONE”; vogliamo ripartire da l, proponendo l’esplorazione come filo conduttore del congresso. Vogliamo dare grande spazio all’esplorazione e alle sue implicazioni di ordine tecnico, contando sul fatto che il suo interesse e la vostra partecipazi one saranno capaci di ridare fiato all’appuntamen to congressuale. Con lo sguardo ad un fangoso passato fatto di scalette ed argani, chiameremo “speleologia esplorativa e tecnica” la sessione ad essa

PAGE 9

9 dedicata. Accanto ad essa ci saranno, ovviamente, le usuali sezioni per la speleologia scientifica, cui si aggiungeranno sezioni tematiche su miniere e cavit artificiali di cui ricco questo territorio. L’organizzazione parte con un po ’ di ritardo per una serie di contrattempi su cui nulla abbiamo potuto, perci chiediamo la vostra comprensione e un po’ di aiuto. Siamo sicuri che saremo capaci di offrirvi un congresso interessante, nuovo e molto speleologico, fatto in un luogo, la terra di Sardegna, che da solo giustifica il viaggio. Vedrete! Comitato Organizzatore : Tore Buschettu, Luchino Chessa, Corrado Conca, Isacco Curreli, Giuseppe Grafitti, Roberto Loru, Francesca Marras, Giampaolo Merella, Mauro Mucedda, Angelo Naseddu, Gabriela Pani, Sergio Pillai e Mauro Villani. Comitato Scientifico : Giovanni Badino, Jos Maria Calaforra Chordi, Achille Casale, Arrigo A. Cigna, Franco Cucchi, Paolo Forti, Giampietro Marchesi, Francesco Murgia, Leonardo Piccini, Ugo Sauro e Bartolomeo Vigna. L’argomento portante sar la Speleologia esplorativa e tecnica ma, ovviamente, sono previste sessioni dedicate a: Speleologia fisica (speleogenes i, idrologia, concrezioni, ecc), Biospeleologia, Document azione delle grotte (foto, rilievi, catasto, ecc) e didattica speleologica, Grotte di miniera, Cavit artificiali, Tutela e valorizzazione delle aree carsiche, Comunicar e il Mondo del Buio. in fase di preparazione un programma per le serate con spettacoli culturali attinenti a luoghi e temi durante le quali sar possibile presentare documentari video, cinematografici e fotografici, da concordare con la Segreteria per l’inserimento nel programma. Sono previsti stand espositivi librari e di materiali oltre a quelli della SSI e degli sponsor ufficiali. in preparazione anche un programma delle escursioni che comprender varie grotte del territorio. Indicazioni per l’iscrizione Sono previste le seguenti forme di partecipazione: QUOTA di partecipazione MEMBRI Diritto a presentare comunicazioni Diritto a presenziare ai lavori Diritto a ricevere Pubblicazioni e Atti Diritto al pranzo Entro feb 2007 A inizio lavori Partecipanti X X X X 80 110 Aderenti X X 45 nn Accompagnatori X X 40 50 Visitatori X X 10/g Il pagamento dovr avvenire tramite bonifico bancario sul conto corrente n 101159 intestato a Federazione Speleologica Sarda – Banca “BNL”, Largo Carlo Felice, Cagliari – ABI 1005, CAB 04800. indispensabile specificare nella causale del versamento “Quota partecipazione Congresso Nazionale di Speleologia” Ogni “Partecipante” non potr avere pi di un “Accompagnatore” al seguito. Norme redazionali per la presentazione dei lavori: Il riassunto (max 1.500 caratteri compresi gli spazi), deve pervenire alla segreteria entro il 31 gennaio 2007 ed essere strutturato come segue: Carattere: Times New Roman Titolo: maiuscoletto centrato grassetto corpo 14. Autori: maiuscoletto centrato corpo 12, a pi di pagina il relativo indirizzo. Testo: giustificato corpo 12. Eventuale bibliografia: ogni voce bibliografica deve essere richiamata nel testo de l riassunto (es. Forti, 1989). Autori in maiuscoletto, anno di stampa–titolo in corsivo. Rivista senza abbreviazioni, pp prima e ultima pagina stampa. Il lavoro completo (max 40.000 battute comprese figure e bibliografia) deve pervenire alla segreteria entro il 27 aprile 2007. I lavori pervenuti in tempo utile ed accettati dal comitato scientifico verranno pubblicati in un volume delle Memorie dell’Istituto Italiano di Speleologia a ci dedicato. Titolo: maiuscoletto centrato grassetto corpo 14. Autori: maiuscoletto centrato corpo 12, a pi di pagina il relativo indirizzo. Testo: giustificato corpo 12. Abstract in inglese e 3-4 keyword e riassunto in italiano e 3-4 parole chiave. Didascalie delle figure in italiano e in inglese. Bibliografia: la bibliografia va messa alla fine con il seguente formato: Federazione Speleologica Sarda (1990) Aggiornamento all’elenco catastale delle grotte della Sardegna (V)Speleologia Sarda, 74: 1-29 Furreddu P.A. (1964) Elenco catastale delle grotte della Sardegna–Rassegna Speleologica Italiana, 16(1-2): 3-80 Furreddu P.A., Maxia C. (1964) Grotte della Sardegna– Fossataro, Cagliari 1-310 Ogni citazione bibliografica nel testo avr il seguente formato (Furreddu, 1964; Furreddu & Maxia, 1964; Furreddu et al., 1964). I lavori dovranno essere presentati su supporto magnetico (files “.doc” scritti con programma Microsoft Word, immagini in formato “.tif” o “.jpg” con risoluzione almeno 300 dpi,) con allegato supporto cartaceo (con particolare riguardo a figure, grafici e fotografie). I lavori saranno presentati preferibilmente in maniera orale (massimo 20 minuti), in caso di tempo eccedente il comitato scientifico potr decidere la presentazione poster di alcuni lavori (10 minuti). Tutta la corrispondenza dovr essere inviata a: Segreteria del congresso Museo Civico di Paleontologia e Speleologia “E.A. Martel” Via Campania, 61/b – 09013 Carbonia (CI) Tel. +39 0781 691006 Fax +39 0781 691006 e-mail: museomartel@tiscali.it

PAGE 10

10 Assemblea Ordinaria dei Soci della Societ Speleologica Italiana convocata a Casola Valsenio (RA) il giorno sabato 4 novembre 2006 alle ore 04.15 in prima convocazione e alle ore 15.00 in seconda convocazione, in una sala messa a dis posizione dal Comitato Organizzatore della manifestazione “Casola 2006 Scarburo!”, l’Assemblea Ordinaria dei Soci della Societ Speleologica Italiana per discutere il seguente ordine del giorno: 1. Verifica dei poteri ed elezione del Presidente e del Segretario dell’Assemblea. 2. Comunicazioni del Presidente, del Segretario, del Tesoriere, dei Responsabili delle Commissioni, degli Uffici e dei Gruppi di lavoro. 3. Approvazione del verbale dell’Assemblea ordina ria dei Soci della SSI dell’8 aprile 2006. 4. Comunicazioni dei Soci (da trasmettere e concorda re al tavolo della segreteria prima dell’inizio dell’Assemblea). 5. XX Congresso Nazionale di Speleologia – Iglesias (CI) 27-30 aprile 2007. 6. Consuntivo della manifestazione “Puliamo il Buio 2006”. 7. Varie ed eventuali. Vi comunico che il verbale dell’Assemblea ordinaria, tenutasi a Casola Valsenio l’8 apr ile 2006, consultabile sul numero 2/2006 di SSINews alla pagina Internet http://www.ssi.speleo. it/it/pubbli.htm dove potrete trovare il file pdf con tante altre notizie inerenti la vita societaria. Si r itenuto di sperimentare il formato elettronico per abbattere i costi di stampa dal momento che il notiziario ha una grafi ca tale da consentirne la stampa individuale. Chiunque non fosse in grado di accedere al sito pu contattare la segre teria della Societ Speleologica Italiana (Mila Bottegal cell. 335 5433673; fax 040 3728640; e-mail: segreteria@ssi.speleo.it) per richiedere copia cartacea. Vi ricordo che solo i Soci in regola con il pagamento de lla quota sociale 2006 avranno diritto di voto in Assemblea. Chi non avesse ancora provveduto a saldare la quota lo pu fa re con un bollettino di conto corrente postale (n. 58504002 intestato a Societ Speleologica Italiana, Via Zamboni, 67 – 40126 BOLOGNA), con un bonifico bancario ( UniCreditBanca SpA C/C n. 621694 intestato a Societ Speleologica Italiana ABI 02008 CAB 02457 CIN Z – Filiale di Bologna, Piazza Aldrovandi) o eventualmente allo stand SSI presente alla manifestazione. Spero di vedervi numerosi. Bologna, 10 settembre 2006 Giampietro Marchesi Presidente della Societ Speleologica Italiana

PAGE 11

11 Verbale dell’Assemblea Ordinaria dei Soci della SOCIET SPELEOLOGICA ITALIANA Casola Valsenio (RA), 8 aprile 2006 Il giorno sabato 8 aprile 2006 alle ore 15.00, nella Sala Polivalente di Casola Valsenio (RA) – gentilmente concessa dall’Amministrazione comunale –, si riunita in seconda convocazione l’Assemb lea Ordinaria dei Soci della Societ Speleologica Italiana con il seguente Ordine del Giorno: 1. Verifica dei poteri. 2. Comunicazioni del Presidente, del Segretario, del Tesori ere, dei Responsabili delle Commissioni e degli Uffici. 3. Approvazione del verbale dell’Assemblea Ordinaria dei soci della SSI del 30 ottobre 2005. 4. Illustrazione e approvazione del Bilancio consuntivo per l’anno 2005. 5. Approvazione dello schema di previsione per l’anno 2006. 6. Relazione del Collegio dei Sindaci. 7. Comunicazioni dei Soci (da trasmettere e concordare al tavolo della segreter ia prima dell’inizio dell’Assemblea). 8. Giornata Nazionale de lla Speleologia 2006. 9. Varie ed eventuali. VERIFICA DEI POTERI Dopo verifica dei poteri, si contano 32 soci presenti e 2 soci deleganti, per un totale di 34 votanti. Vengono eletti Stefano Olivucci, presidente dell’Assembl ea, e Mila Bottegal, segretaria. COMUNICAZIONI DEL PRESIDENTE, DEL SEGRETARIO E DEL TESORIERE Marchesi Il Presidente saluta e ringrazia i pr esenti e l’Amministrazione comunale di Casola Valsenio per aver messo a disposizione la Sala Polivalente in occas ione dell’Assemblea della SSI. Facendo il p unto della situazione per quanto riguarda le problematiche legali, comunica di aver operato, il 7 febbraio 2006, per la remissione della denuncia riguardante la causa intentata nei confronti di (omissis – n.d.r). La remissione di querela per a discrezione del giudice in quanto la denuncia p er diffamazione a mezzo stampa automatica. Bisogna poi seguire tu tto l’iter con l’avvocato Laura Re nghi che si occupata del caso. Per quanto riguarda la causa (omissis – n.d.r), invece, l’udienza slittata a ottobre quando il giudice emetter la sent enza senza, sembra, acquisire nuove prove. Dopo l’emissione di una fattura intestata a SSI da parte dello studio Rapisardi, che si occupa di quest’altra causa, sono stati presi contatti con i re sponsabili del Soccorso Alpino e Speleologico che si assunto l’onere delle eventuali spese legali co nnesse alla causa (omissis – n.d.r). Comunica inoltre che, proprio per queste ultime controversie legali, il CD della SSI ha pensato di dotarsi di un ufficio legale i cui componenti verranno cercati tra i soci. Bottegal La Segretaria relaziona sulla situazione soci al 6 aprile 2006 paragonando i dati attuali con quelli alla stessa data del 2005 e del 2004. Ricorda che al 31/12/2005 il numero dei soci in regola con la quota sociale, erano 2905. Le cifre a confronto sono le seguenti: Anno 2006 : aggiornato allo 06/04/2006 – i numeri si riferiscono ai soci in regola con il pagamento della quota 2006: Soci Gruppo 132 ; Soci Aderenti 1105 ; Soci Ordinari 770 ; Soci Sostenitori 88 ; per un totale di 2095 soci SSI in regola con il pagamento della quota sociale. Anno 2005 : aggiornato allo 06/04/2005 – i numeri si riferiscono ai soci in regola con il pagamento della quota 2005: Soci Gruppo 119 ; Soci Aderenti 707 ; Soci Ordinari 787 ; Soci Sostenitori 82 ; per un totale di 1695 soci SSI in regola con il pagamento della quota sociale. Anno 2004 : aggiornato allo 02/04/2004 – i numeri si riferiscono ai soci in regola con il pagamento della quota 2004: Soci Gruppo 95 ; Soci Aderenti 543 ; Soci Ordinari 564 ; Soci Sostenitori 81 ; per un totale di 1283 soci SSI in regola con il pagamento della quota sociale. Come si pu dedurre dalle cifre, la tendenza quella di un incremento annuo di 400 soci. da notare che l’aumento dei soci aderenti ovviamente dovuto al fatto che g li allievi dei corsi vanno obbligatoriame nte – per motivi assicurativi – iscritti al la SSI; comunque sensazione, di chi opera in segreteria, che mo lti soci, iscritti a seguito dei corsi, rinnovino comunque l’iscrizione anche l’anno successivo. Una statistica a confronto potr essere operata a fine anno quando saranno disponibili tu tti i dati dei corsi in forma definitiva; nell’anno 2005 il numero di allievi frequentanti un corso di I livello, e quindi iscritti alla SSI, stato di 715. Comunica la sempre maggiore richiesta, da parte del Ministero dell’Ambiente, di nominativi da designare per i CD di parchi nazionali (ad esempio Maddalena, Vesuvio, Pollino). Informa anch e che SSI stata designata tra gli stakeholder che dovranno discutere il Piano Territoriale Regionale (PTR) relativo al Friuli Venezia Giulia nonch il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (PTCP) per quanto riguarda la provincia di Vicenza. In o ttemperanza ad Agenda 21, a ltre amministrazioni faranno richiesta a SSI dei nominativi di delegati e la segreteria potr fare tesoro delle osservazioni fatte in FVG e in Veneto e dell’esperienza gi acquisita. Donati La relazione della Tesoreria viene rimandata al punto 5 dell’OdG con la lettura dello schema di previsione per l’anno 2006.

PAGE 12

12 COMUNICAZIONI DEI RESPONSABILI DELLE COMMISSIONI E DEGLI UFFICI DELLA SSI Commissione Foto-Video. Relazione di Dori sulla commissione foto-video nata lo scorso anno e ancora priva di una struttura definitiva. Le iniziative portate avanti dalla commissione, per ora, riguardano la costituzione di un archivio di foto e del si to; l’organizzazione di corsi; lo studio delle le ggi che regolamentano il diritto d’autore. Commissione Scuole di Speleologia. Relaziona Bottegal su richiesta di Kraus impossibilitato ad essere presente. Il resoconto riguarda l’attivit dei primi mesi del 2006 e vede l’organizzazione al momento di 24 co rsi di I livello sudd ivisi in 12 regioni italiane; 3 stage di qualificazione pe r Istruttori e 1 corso di II liv ello svolto in Emilia Romagna. Commissione Cavit Artificiali. Burri rel aziona sulle numerose attivit organizzate dalla Commissione CA nell’ambito della manifestazione Imagna 2005 nonch sull’uscita del numero di Opera Ipogea contenente il catasto nazionale delle CA. Comunica che intenzione della commissione pubblicare lo stesso catasto anche sul sito della SSI. Continua il progetto “Ipodata”, in collaborazione con INGV, e il progetto della Carta degli Antichi Acquedotti. intenzione della commissione organizzare un corso di topografia in CA e uno di III livello sulle vie d’acqua sotterranee. So no gi in atto dei progetti da presentare a Casola in occasione della manifestazione nazionale. Commissione Catasto. Mancini, nuovo responsabile della Co mmissione Catasto della SSI, relaziona su quali saranno gli obiettivi della Commissione stessa. In primo luogo si cercher di lavorare sul rimodernamento del Regolamento che risulta ormai datato puntando sul problema della propriet dei dati; a ltro obiettivo quello di raggruppare i vari catasti regionali f ino ad arrivare ad una pubblicazione di dati a livello nazionale. Commissione Editoria. Sivelli ricorda che bisogna prendere una decisione riguardo i numeri esauriti dei Quaderni Didattici Si apre una discussione sulle varie possibilit per mettere a disposizione i numeri mancanti perch esauriti: le proposte sono di rendere disponibili in rete i file pdf o di ristampare le copi e cartacee o di produrre supporti in formatici. La decisione viene demandata alla prossima riunione del CD. Fornasier Giorgio, in qualit di rappresentante della CCS del CAI, ricorda la necessit di far visionare i nuovi eventuali titoli anche al CA I dal momento che escono anche con il logo del Club Alpino Italiano. Sivelli comunica l’uffi ciale chiusura della rivista Le Grotte d’Italia dovuta alle dimissioni di Sandro Galdenzi che ne curava l’edizione. APPROVAZIONE DEL VERBALE DELL’ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DELLA SSI DEL 30 OTTOBRE 2005 Viene approvato all’unanimit il verbale dell’Assemblea Ordinaria dei soci svoltasi il 30 ottobre 2005 a Sant’Omobono Terme (BG) nell’ambito della manifestazione spel eologica “Imagna 2005”. Il verbale era st ato pubblicato sul n. 1/2006-febbraio 2006 di SSINews spedito a tutti i soci SSI. ILLUSTRAZIONE E APPROVAZIONE DEL BILANCIO CONSUNTIVO PER L’ANNO 2005 L’illustrazione del Bilancio consuntivo per l’anno 2005 viene fatta da Carla Galeazzi, past tesoriere di SSI e viene riportata di seguito integralmente. Dopo due esercizi di “ristrettezze”, l’esercizio 2005 chiude finalmente con un utile di circa 8.900 €. La cosa dovuta principalmente ai seguenti fattori. Alla molteplicit di progetti portanti (non fissi) che hanno facilitato la gestione dell’anno 2005 lasciando una quota pari almeno al 20% (spesso anche di pi) a disposizione della Societ: Trias, completamento S. Giovanni Domusnovas, progetto Ipodata/INGV in parte a favore della rivista Opera Ipogea ; alla conferma dei contributi previsti : in primis quelli del Ministero, poi quelli della UIS a favore della rivista IJS infine i modesti (ma benaccetti!) ricavi da diritti d’autore; alle entrate impreviste a copertura dei progetti non preventivati : contributo delle Federazioni Speleologiche Regionali e della Associazion e La Venta per il progetto CD ROM IJS; alle entrate di minore entit con le quali, per, ciascuno ha provato (riuscendoci!) a fare del suo meglio per diminuire il peso di ciascun progetto sulle casse della Societ: contributo della Commissione URI per un articolo su L’Espresso una inserzione pubblicitaria su Speleologia una donazione dell’ISCA a favore della rivista IJS Potendo esprimerlo in modo non tecnico, direi che realmente “ciascuno ha fatto la sua parte” perch la Societ risultasse progettuale anche in un mome nto di grande difficolt economica come quello attraversato negli ultimi due anni. Se non fosse intervenut a, purtroppo, la necess it di accantonare 5.000 euro per spese legali, l’utile dell’anno 2005 avrebbe completamente ripianato i disavanzi degli esercizi 2003 e 2004. Alcune specifiche. Per quanto riguarda i contributi da attivit istituzionale dopo i primi due anni di “assestamento”, dovuto essenzialmente alla diversa suddivisione delle quote associative ed alla nuova modalit di copertura assicurativa, siamo riusciti a tarare molto be ne la previsione. L’entit delle quote associative si conferma infatti sostanzialmente in linea con il preventivo dell’anno 2005, ovvero € 93.965,00 a fronte dei preventivati € 93.500,00.

PAGE 13

13 Assolutamente in linea anche il contributo erogato dal Ministero dei Beni Culturali, confermato in € 10.000,00 anche per l’anno 2005. I proventi per attivit istituzionale coprono in larga parte la realizzazi one dell’editoria societaria, come pi volte sollecitato dal Consiglio Direttivo scaduto. La rivista International Journal ha sanato il ritardo nelle uscite, pu contare su un contributo annuale di $ 5.000 erogato dall’UIS e nel 2005 ha realizzato anche un CD ROM il cui costo stato interamente coperto da alcune Federazioni Speleologiche Regionali. Inoltre la ripresa della corretta periodicit ed il rinnovamento redazionale sembrano avere influito positivamente anche sulla regolarit nel pagamento degli abbonamenti. La rivista Opera Ipogea risulta coperta, per il biennio 2005/2006, in ragione di 5.000,00 € annuali, con gli introiti del progetto Ipodata che abbiamo spalmato per competenza sulle due annualit in ragione del 50%. Nell’anno 2005 stato prodotto un opuscolo supplementare di presentazione della Commissione CA. La rivista Speleologia resta per il momento quasi interamente a carico della Societ ma ne rappresenta anche l’organo editoriale. Va sottolin eato tuttavia che nel 2005 si registrata una diminuzione del costo di realizzazione complessivo sia per e ssere uscita con un numero a consis tenza ridotta (80 pagine contro le consuete 96), sia per aver ricevuto una sponsorizzazione (inserzione pubblicitaria), infine perch la scansione delle fotografie eseguita ormai direttame nte dallo stampatore con un piccolo risparmio su ciascun numero. In linea con quanto preventivato anche i ricavi da a ttivit accessoria, ovvero € 49.111,0 6 contro i preventivati 58.320,00. La ragione del ridotto introito stata determinata dalla decisione di spalmare su due annualit il progetto Ipodata/INGV, piuttosto ch e su un solo esercizio come preventivato. La differenza infatti di circa diecimila euro. Una doverosa nota di chiarimento sulle rimanenze fina li, che potrebbero sembrare non in linea rispetto al costo per acquisto volumi destinati alla cessione. Fra quest e infatti, oltre alla rimanenza di volumi, sono state calcolate le seguenti rimanenze: rivista IJS 33 e 34, CD ROM IJS, brochure Opera Ipogea “Commissione CA”, Opera Ipogea numeri vecchi resi da Erga nel corso de ll’anno 2005. Tutti questi costi compaiono, per maggiore chiarezza, nei rispettivi conti e non nel conto “acquisto volumi per la cessione”. Relativamente ai costi istituzionali, gli impegni di sp esa pi elevati si conferma no essere quelli relativi all’assicurazione ed alle spese di gestione della bibl ioteca. Voci pariteticamente importanti, determinanti e funzionali alla vita stessa di una Associazione ormai adulta. Il bilancio consuntivo stato elaborato sulla fals ariga dei precedenti, ottim izzando ancora l’imputazione di vari costi per una sempre maggior chiarezza. stato seguito il criterio della “competenza”, suddiv idendo le varie voci “per progetto”. Tuttavia, risultando molto complesso far figurare a bilancio costi per competenza quando – come nel caso dell’editoria periodica – si sovrappongono ritardi nelle uscite, ritengo che su queste partite si debba preferire l’imputazione annuale di co sti forfetari fissi, per ciascuna rivista e per ciascuna annualit, stornando eventualmente sugli anni successivi le sole differenze a credito o a deb ito. Altrimenti si rischia di perdere il “senso” dell’imputazione per stare dietro ai necessari correttivi. Chiedo pertanto all’Assemblea di esprimersi formalmente sul punt o, a parziale deroga del criterio di competenza. Non ho suggerimenti imprescindibili da consegnare per la stesura del bilancio di previsione 2006 se non, per quanto possibile, di continuare a tarare gli im pegni di spesa fissi sulle sole entrate istituzionali Si profila la necessit di accantonare fo ndi per fare fronte ad alcune sp ese legali, ma sarebbe altrettanto necessario destinare una quota (di circa cinquemila euro) alla messa in rete della biblioteca, e di riprendere i progetti editoriali rimasti in sospeso. Ma questi ultimi sono forse quelli che preoccupano meno perch sappiamo di trovare ampia collaborazione da parte delle realt speleologiche regionali ed eventualmente dei nostri Soci, alcuni dei quali si sono detti disposti ad anticipare i costi di realizzazione dei volumi di narrativa. Infine, relativamente alla conservazione della contabilit, Vi confermo che tutta la documentazione fiscale in originale depositata presso lo studio del Commercialista, Dott. Giuseppe Andreazza; che tutta la documentazione in copia, relativa al triennio di mia competenza trasferito dalla data odierna presso la sede di Bologna; che in attuazione a quanto previsto al punto 26 del disciplinare tecnico di cui all’Allegato B del D.Lgs. 196/2003, codice sulla protezione di dati personali, si informa che il documento programmatico sulla sicurezza stato redatto, ai sensi delle disposizioni di cui al punto 19 del medesimo documento, entro la scadenza prevista del 31 marzo corrente anno. Chiudo la mia ultima relazione da tesoriere ringraziandovi per l’attenzione prestata e salutandovi caramente. APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI PREVISIONE PER L’ANNO 2006 Donati espone lo schema di previsione per l’anno 2006 stilato su lla base dei bilanci precedenti. Lo schema di previsione stat o compilato dalla tesoriera uscente in quanto stato redatto basandosi sul bilancio consuntivo dell’anno 2005.

PAGE 14

14 BILANCIO DI PREVISIONE ES ERCIZIO 01.01.2006 -31.12.2006 COSTI E SPESE RICAVIE PROFITTI Costi istituzionali Proventi attivit istituzionale Gestione Associati Q uote associative95.000 00 Co p isteria bollati e varie 2.000 00Contributo Ministero Beni e Attivit Culturali 9.950 00 SsiNews e s p ese s p edizione1.500 00Contributi da federazioni o g ru pp i s p eleolo g ici 1.000 00 Assicurazione 39.500 00Proventi da UIS p er IJ S 3.500 00 Gestione Biblioteca Proventi servizi Biblioteca2.000 00 Com p ensi collaboratori e contributi 28.000 00Proventi vendita libri e riviste15.000 00 Ac q uisto volumi 3.000 00 S p ese funzionamento 1.500 00 Ricavi attivit accessoria Editoria societaria Ricavi p er attivit da ese g uire27.500 00 S p eleolo g ia 22.700 00 TRIAS f asi 2 e 3 O p era I p o g ea 3.500 00 Farneto International Journal o f S p eleolo gy 3.500 00Ricavi diritti d’autore250 00 B BS S p el. Abstract 1.000 00Ricavi diversi ( ass. g iornal. e finanziari cedole titoli ) 4.500 00 Pro g Edit. a p eriod. ( rist. anas. q uad didat ) 4.500 00 A gg iornamento sito internet400 00 Commissioni e g ru pp i di lavoro 2.000 00 Manifestazioni s p eleolo g iche nazionali 2.000 00 Conve g ni e Con g ressi 1.500 00 Costi connessi Accantonamento rimborsi p er attivit da ese g uire 22.000 00 Costi g enerali e g en. Uffici 5.500 00 Rimborsi antici p azioni or g ani sociali 2.500 00 Consulenze fiscali e amministrative 7.000 00 S p ese le g ali 6.800 00 Servizi contabili 4.500 00 Commissioni bancarie 1.200 00 TOTALE COSTI E SPESE 166.100 00 TOTALI RICAVI E PROFITTI 158.700 00 Donati fa notare che le spese previste hanno un importo totale superiore a quello dei ricavi. Le spese sono gi il minimo per i l funzionamento della macchina SSI. Il compito di questo consiglio sar di limitarle maggiormente, cercando, nello stesso tempo, nuove entrate. Donati ringrazia Carla Galeazzi per il lavoro svolto e si impegna a seguire il suo esempio. Lovece interviene dicendo di cancellare la voce “aggiornamento sito internet” dalle spese. Il lavoro verr effettuato gratuitamente. Lo schema di previsione non necessita di approvazione, ma solo di comunicazi one da parte della tesoreria ai soci. RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI SINDACI Prende la parola Giorgio Fornasier in qualit di presidente del Collegio dei Revisori dei Conti del triennio precedente. Verbale dei Revisori dei conti In data 18 (diciotto) marzo 2006 (duemilasei) il Collegio de i Revisori dei Conti della Societ Speleologica Italiana si riunito al fine di verificare le risultanze contabil i cos come emergenti dal bilancio consuntivo per l’anno 2005, relativo all’intero esercizio associativo 1 gennaio 2005-31 dicembre 2005. Il consuntivo per l’anno 2005 che viene sottoposto dal Teso riere all’attenzione dei Revisori si compone di uno stato patrimoniale e di un conto economico, i cui dati di sintesi possono essere cos riassunti: Attivo p atrimoniale € 160.653 61 Passivo patrimoniale € 151.761,76 Risultato di gestione 2005 € 8.891,85 Proventi istituzionali e da attivit connesse € 202.499,50 Oneri, costi e spese € 193.607,65 Risultato di gestione 2005 € 8.891,85 Sulla base delle verifiche effettuate, nonch sulla visione della documentazione esaminata, il Collegio conferma la correttezza delle modalit di redazione dei documenti contabili ed amministrativi, sia con riferimento alle disposizioni statutarie sia in relazione alla normativa vigente per la tipologia associativa di cui trattasi. Le poste contabili di patrimonio e di conto economico consentono una buona individuazione delle diverse aree di bilancio. I dati di sintesi esposti nelle singole voci di bilancio risultano, anche sulla base di verifiche a campione all’uopo compiute, coerenti con le registrazioni contabili eseguite in corso d’anno. Si prende visione che le imposte sono state regolarmente pagate. Si prende atto, infine, della situazione finanziaria dell’As sociazione cos come emergente dalle voci di bilancio e come pi in dettaglio riferita dal Tesoriere:

PAGE 15

15 Il 2005 ha chiuso con un utile di esercizio di circa 8.900 euro La cosa dovuta ai seguenti fattori. alla molteplicit di progetti portanti (non fissi) che hanno facilitato la gestione dell’anno 2005 lasciando una quota pari almeno al 20% (spesso anche di pi) a disposizione della Societ: Trias, completamento S. Giovanni Domusnovas, progetto Ipodata/INGV in parte a favore della rivista Opera Ipogea ; alla conferma dei contributi previsti : in primis quelli del Ministero, poi quelli della UIS a favore della rivista IJS infine i modesti (ma bene accetti!) ricavi da diritti d’autore; alle entrate impreviste a cope rtura dei progetti non preventivati : contributo delle Federazioni Speleologiche Regionali e della Associazione La Venta per il progetto CD ROM IJS; alle entrate di minore entit con le quali, per, ciascuno ha provato (riuscendoci!) a fare del suo meglio per diminuire il peso di ciascun progetto sulle casse della Societ: contributo della Commissione URI per un articolo su L’Espresso una inserzione pubblicitaria su Speleologia una donazione dell’ISCA a favore della rivista IJS Il bilancio consuntivo stato elaborato sulla falsariga dei precedenti, ottimizzando ancora l’imputazione di vari costi per una sempre maggior chiarezza, pur con un notevo le aggravio del piano dei conti che risulta allo stato attuale piuttosto complesso. stato seguito il criterio della “competen za”, suddividendo le varie voci “per progetto”. Come intuibile, per, risulta macchinoso far figurare a bilancio cos ti per competenza quando – come nel caso dell’ed itoria periodica – si sovrappongono ritardi nelle uscite. capitato fino allo scorso anno con la rivista IJS e nel 2004/2005 con Opera Ipogea Riteniamo che su queste partite potrebbe essere utile (se non auspicabile) decidere di imputare costi forfetari fissi per ciascuna rivista e per ciascu na annualit, stornando eventualmente sugli anni successivi le sole differenze a credito o a debito. Altrimenti si rischia di perdere il “sen so” dell’imputazione per stare dietro ai necessari correttivi. Siamo concordi con il tesoriere ed appoggeremo la sua mozione sopra esposta, durante l’assemblea per l’approvazione del bilancio. Ringraziamo il tesoriere per l’ottimo lavoro fatto. Tutto ci premesso, si attesta che il rendiconto consuntivo per l’anno 2005, cos come predisposto dal Tesoriere, risulta corrispondente con il sistema contabile interno all’Associazione, di cui riflette in modo fedele e conforme le risultanze di sintesi. I Revisori dei Conti: Donati Cristina, Fornasier Giorgio, Utili Franco Il Bilancio viene approvato con la sola aste nsione della Tesoriera uscente per ovvi motivi. COMUNICAZIONI DEI SOCI Non essendoci stata nessuna comunicazione pervenuta al tavolo della segreteria, si passa al prossimo punto dell’O.d.G. GIORNATA NAZIONALE DELLA SPELEOLOGIA 2006 Germani, in qualit di coordinatore delle edizioni della Giorna ta Nazionale della Speleologia, ricorda che nel corso dell’ultim a riunione del Tavolo Permanente era stato deciso di organizzare la GNS ogni due anni vista la mole di lavoro che impegnava gli speleologi. Germani si impegna a tenere comunque i contatti con Legambiente, partner di SSI ne ll’ultima edizione di GNS. VARIE ED EVENTUALI Fratnik comunica che SSI ha acquistato dei domini Interne t: operaipogea.it, speleologiaita liana.it, grotteditalia.it, puliamoilbuio.it e ipodata.it. Dori ricorda che lo SpeleoFotoContest non una manifestazione orga nizzata dalla Commissione Foto -Video in quanto un momento di incontro nato prima della costituzione della Commi ssione, anche se le persone sostanzialmente sono le stesse. Marchesi ricorda che, a fronte del contributo che SSI ha dato allo SFC 2006, gli organizzator i si erano impegnati a produrre un breve documentario istituzionale per la SSI. Marchesi informa che sta per essere spedita a tutti i soci SSI una richiesta di collaborazione per l’istituzione di un Ufficio Legale che possa risolvere e agevolare molto del lavoro del CD in considerazione delle nuove leggi (ad esempio la legge sulla privacy) e dell’aumentato numero di soci. L’Assemblea viene chiusa alle ore 18.00. Il presidente dell’Assemblea La segretaria dell’Assemblea Stefano Olivucci Mila Bottegal Hanno redatto questo numero di SSINews : Gianni Benedetti, Mila Bottegal, Enrico Fratnik e Mauro Kraus. Per collaborare con SSINews potete mandare una mail a: re dazione.ssinews@ssi.speleo.it SSINews notiziario della Societ Speleologica Italiana. Distribuito ai soci.